Wole Soyinka

12 marzo 2012, il Sigillo della città a Wole Soyinka

Il sigillo della città a Wole Soyinka, premio Nobel per la letteratura nel 1986, e protagonista della 18° edizione del festival«Dedica». Sul libro d’onore del Comune ha lasciato scritto:

Apprezzo molto questo simbolo delle chiavi di Pordenone, in cambio offro le chiavi del mio cuore, della mia città, Abeokuta, che sta sotto le rocce. Se verrete in Nigeria potrete fare il mio nome o andare alla stazione di polizia: vi accompagneranno a casa mia o ...simpaticamente nella prigione più vicina

Wole Soyinka

» VIDEO - Il servizio TV

Il Sigillo della città di Pordenone riproduce lo stemma della città, dove i due battenti spalancati sull’acqua  rappresentano il collegamento con Venezia e l’Adriatico. Le due corone auree che sovrastano la porta  testimoniano la pienezza e l’autorità giudiziaria di cui la città beneficiava. Questa raffigurazione è anche il simbolo di una città aperta alla conoscenza e agli scambi culturali, nel segno del rispetto, della tolleranza e della curiosità che deve spingere ogni cittadino alla scoperta dell’altro.