Fontane e lavatoi pubblici della città

I lavatoi storici e le fontane decorative presenti a Pordenone e i risultati delle analisi sulla potabilità delle acque

Fontane

Il nostro territorio è caratterizzato dalla presenza di molti lavatoi storici e fontane decorative eroganti acqua di falda artesiana, che rappresentano un importante filo conduttore tra passato e futuro.

Istituiti attorno agli anni ’50, fungevano da punto di approvvigionamento di acqua potabile e da ritrovo delle donne per la pulizia dei panni.

Attualmente queste funzioni primarie sono venute meno grazie alla realizzazione del civico acquedotto, che ha portato nelle case della maggior parte dei pordenonesi l’acqua potabile. Parte della popolazione, però, ancora oggi utilizza fontane e lavatoi per l’approvvigionamento di acqua per il consumo umano.

Per questo il Comune esegue periodicamente un controllo delle acque delle fontane e dei lavatoi non collegate all’acquedotto e appone dei cartelli con l’indicazione della non potabilità in corrispondenza di quelle fonti che presentano valori chimici non in linea con i limiti della normativa vigente.

È possibile consultare gli ultimi risultati delle analisi riguardanti la potabilità delle acque di fontane/lavatoi nelle varie zone della città.
 

» CONSULTA I RISULTATI DELLE ANALISI «

 
ATTENZIONE. In certi casi si rileva che le caratteristiche delle acque di falda variano e spesso subiscono variazioni tali che portano le acque da “potabili” a “non potabili”, soprattutto per l’innalzamento di alcuni valori riferiti alla tipologia geologica dei terreni (ferro e ammonio).

In merito alla presenza di ferro o ammoniaca in valori superiori alla norma, si riporta un estratto del manuale redatto dall’Azienda per i Servizi Sanitari n°6 Friuli Occidentale intitolato "FONTANE DI PORDENONE" della catena Booksei n°9: «In alcune zone le falde acquifere sono caratterizzate dalla presenza di ammoniaca e ferro, dovuta a condizioni geopedologiche particolari con riferimento alla natura torbosa dei terreni che alloggiano le acque di falda. Il fenomeno degli strati acquiferi torbosi e quindi delle acque emunte con caratteristiche ammoniacali e ferrose, oltre alla localizzazione geografica, è legato anche alla profondità di attingimento rispetto al piano di campagna. Sotto l’aspetto igienico-sanitario la presenza di ammoniaca e ferro, qualora ascrivibile ad un’origine geopedologica, non deve dare preoccupazione alcuna stante l’assenza di significato tossicologico di tali parametri».


Ulteriori informazioni e contatti
Servizio tutela e sostenibilità ambientale
Email tutela-ambientale@comune.pordenone.it
Telefono 0434392225 o 0434392527

Vedi anche:

Qualità dell'acqua distribuita dall'acquedotto comunale

Dati pubblicati nel sito di HydroGea Spa, gestore della risorsa idrica

Le casette dell'acqua

Quattro fontane in città per l'erogazione di acqua mircofiltrata