Scuola, corsi per docenti sulla gestione di stress e conflitti

10/10/2018 - Organizzati da Asfe con il sostegno del Comune. Iscrizioni entro il 15 ottobre

Continua il piano pluriennale «Città educativa», promosso dal Comune, che si articola in attività formative per alunni, genitori, docenti. In particolare al via tra fine ottobre e novembre tre corsi rivolti agli insegnanti dei quattro istituti comprensivi della città, incentrati sulla gestione dello stress e dei conflitti.

Si tratta di tre brevi interventi formativi teorico pratici con lezioni, esercizi, analisi di casi concreti. Sono tenuti da Sonia Marcon, psicologa in ambito educativo. Si svolgeranno nella sede dell’Iripes, in viale Grigoletti 3.

Le adesioni – massimo 7-8 docenti per istituto - devono pervenire entro il 15 ottobre all’Asfe (www.asfe.it, associazione per lo sviluppo della formazione educativa), l’ente specializzato che organizza gli interventi formativi con il patrocinio dell’amministrazione comunale.

Il primo corso riguarda «la gestione delle emozioni per lo sviluppo delle risorse». E’ destinato ai docenti delle scuole di infanzia, primarie e secondarie di primo grado. Dura 6 ore suddivise in tre incontri il 29 ottobre, 5 e 12 novembre. La formazione punta alla gestione delle emozioni e dello stress, sia riguardo la valorizzazione delle proprie risorse cognitive ed emotive sia riguardo alla relazione con alunni e genitori.

Il secondo corso è «So-stare nei conflitti per renderli opportunità di crescita». E’ incentrato sulla gestione e la risoluzione dei conflitti con genitori e colleghi, i fattori che li innescano e li aggravano, la strategia per prevenirli. Dura 8 ore suddivise in quattro incontri l’8, 15, 22 e 29 novembre.

Il corso è proposto in due versioni in orari differenti: uno per docenti della scuola di infanzia e primaria, l’altro per docenti della scuola secondaria.

I percorsi di formazione rientrano, come detto, nel piano pluriennale «città educativa». L’obiettivo è formare e informare sui temi caldi, dal bullismo alla gestione delle tecnologie, tutti gli attori del mondo della scuola.

Proprio sulle tecnologie partirà a breve anche «Genitori connessi», laboratori per genitori e figli finalizzati all’uso consapevole degli strumenti digitali, dai social al telefonino. L’iniziativa viene replicata alla luce del successo dell’edizione precedente. I dettagli verranno svelati a giorni durante una conferenza stampa.

 

Parole chiave