Questo sito fa parte di www.comune.pordenone.it

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali
Comune di Pordenone - Sito Web ufficiale
Contatti

Corso Vittorio Emanuele II, 64 33170 Pordenone

tel. 0434 392111

P.I. 00081570939

C.F. 80002150938

Posta Elettronica Certificata comune.pordenone@certgov.fvg.it

Asili nido e servizi per la prima infanzia
Home Abbattimento rette servizi per la prima infanzia

Abbattimento rette servizi per la prima infanzia

Come chiedere il contributo regionale per l’abbattimento delle rette dei servizi educativi per la prima infanzia. Informazioni relative all'anno 2018/2019, scadenza presentazione domande 31 maggio 2018.

Graduatoria 2018-2019
È disponibile la Graduatoria delle Domande di Buono servizio per l’abbattimento delle rette di frequenza dei servizi per la prima infanzia finanziate con risorse POR FSE 2014-2020-programma specifico 23/15- per l’anno educativo 2018/2019
» Scarica la graduatoria (pdf)

Le famiglie possono chiedere un contributo per l'abbattimento del costo delle rette per la frequenza di nidi, servizi educativi domiciliari, spazi gioco, centri per bambini e genitori e servizi sperimentali.

Sono previste due tipologie di contributo, non cumulabili: contributi finanziati dalla Regione Friuli Venezia Giulia e contributi cofinanziati dal Fondo Sociale Europeo.

Le informazioni che seguono sono rivolte a chi frequenta servizi educativi ubicati nei comuni di Pordenone, Cordenons, Porcia, Roveredo in Piano, San Quirino e illustrano chi ha diritto al contributo e come presentare la domanda. Per gli approfondimenti potete scaricare gli allegati e seguire i link riportati nel testo.

» Informativa 2018-2019 (pdf)

 

CONTRIBUTI FINANZIATI DALLA REGIONE FVG (isee max 30 mila euro)

La Regione FVG sostiene le famiglie nel pagamento delle rette per i servizi alla prima infanzia mediante il "fondo per l'abbattimento delle rette" (istituito con legge regionale n. 20/2005, art. 15).

Questi i requisiti (stabiliti con decreto del presidente della regione n. 139/2015):

  • almeno un genitore deve essere residente o prestare attività lavorativa da almeno un anno in Regione Friuli Venezia Giulia
  • l’Isee (calcolato, qualora ne ricorrano le condizioni, anche con le modalità di cui all’art. 7 del Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri n. 159/2013 “Prestazioni agevolate rivolte a minorenni”) non deve superare 30 mila euro (se la frequenza del servizio è  inferiore  alle 30 ore mensili  l’Isee  non deve superare 10 mila euro).

Gli importi mensili del contributo sono determinati annualmente con deliberazione della giunta regionale.

» Informazioni complete su come funziona il contributo (nel sito della Regione FVG)

 

CONTRIBUTI COFINANZIATI DAL FONDO SOCIALE EUROPEO (isee max 20 mila euro)

Questo intervento si rivolge alle famiglie svantaggiate e mira a conciliare tempi di vita e di lavoro.

Questi i requisiti:

  • almeno un genitore deve essere residente o prestare continuativamente attività lavorativa in regione Friuli Venezia Giulia da almeno un anno
  • l’Isee (calcolato, qualora ne ricorrano le condizioni, anche con le modalità di cui all’art. 7 del Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri n. 159/2013 “Prestazioni agevolate rivolte a minorenni”) non deve superare 20 mila euro
  • i genitori devono risultare occupati o nello stato di disoccupazione di cui all’art. 19 del  D.Lgs 150/2015
  • La frequenza al servizio educativo deve essere di almeno 30 ore mensili

L'importo del contributo è di 300 euro mensili per la frequenza a tempo pieno e di 150 euro per la frequenza a tempo parziale.

» Informazioni dettagliate sul contributo FSE (pdf)

 

LE STRUTTURE CONVENZIONATE

È possibile accedere al contributo solo per la frequenza delle strutture che hanno sottoscritto l'apposito disciplinare di impegni. Il contributo regionale infatti non arriva direttamente alle famiglie ma ai gestori delle strutture, i quali applicheranno una tariffa ridotta alle famiglie che ne hanno diritto.

» Elenco delle strutture a Pordenone, Cordenons, Porcia, Roveredo in Piano, San Quirino (pdf)

 

COME, DOVE E QUANDO E PRESENTARE LA DOMANDA

Il modulo di domanda è unico: in base ai dati forniti, la famiglia potrà accedere all'uno o l'altro tipo di contributo.

Le domande devono essere presentate entro il 31 maggio 2018. Per il contributo regionale le domande che perverranno dopo la scadenza saranno comunque ricevute, ma tenute in lista d'attesa e soddisfatte secondo disponibilità finanziarie. Per il il contributo cofinanziato col Fondo Sociale Europeo la scadenza è invece perentoria.

» Il modulo di domanda 2018/2019 (pdf)

Allegare alla domanda:

- fotocopia del documento di identità
- per i cittadini extracomunitari: fotocopia del permesso/carta di soggiorno

Nota alla compilazione: il codice Istat del comune di Pordenone è 93033. La tabella dei codici Istat dei comuni italiani è disponibile qui www.istat.it/it/archivio/6789

Presentare la domanda in una delle seguenti modalità:

  • tramite posta elettronica certificata all'indirizzo
  • a mano o per posta raccomandata a/r alla sede del Comune ove è ubicata la struttura. Fa fede la data di arrivo
Elenco degli uffici a cui presentare la domanda nei diversi comuni:
Uffici di Pordenone: Piazzetta Calderari, 2 33170 - Pordenone (da lun a ven 10-12.45; lun e giov anche 15.30-17.30)
Uffici di Cordenons: Piazza della Vittoria, 1 33084 - Cordenons (PN)
Uffici di Porcia: Via delle Risorgive, 3 33080 - Porcia (PN)
Uffici di Roveredo in Piano: Via G. Carducci, 9 33080 - Roveredo in Piano (PN)
Uffici di San Quirino: Via Molino di Sotto, 41 33080 - San Quirino (PN)

 

ULTERIORI INFORMAZIONI

Rivolgersi a:

  • Pordenone: Paolo Marson, tel. 0434/392654
  • Cordenons: Erika Perissinotto, tel. 0434/586925
  • Porcia: Marco Dessoni, tel. 0434/923071
  • Roveredo in Piano: Marco Dessoni, tel. 0434/388682
  • San Quirino: Erika Perissinotto, tel. 0434/916562

Ultimo aggiornamento: 03/07/2018 11:49