Questo sito fa parte di www.comune.pordenone.it

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali
Comune di Pordenone - Sito Web ufficiale
Museo Civico d'Arte
Home Museo Civico d'Arte

Museo Civico d'Arte

CHIUSO PER LAVORI DI MANUTENZIONE
Il Museo d'Arte è temporaneamente chiuso in quanto interessato da lavori di manutenzione straordinaria relativi al rifacimento dell'impianto illuminotecnico delle sale superiori e interventi per la funzionalità delle sale al piano terra.

APERTURA STRAORDINARIA DELLE DUE SALE AL PIAN TERRENO
in occasione della manifestazione Incontriamoci a Pordenone, per la
MOSTRA "CREATIVITA' & DESIGN"
dell' Istituto B. Carniello (sezione staccata ISIS Sacile - Brugnera)
sabato 15 ottobre ore 14.30-19.30
domenica 16 ottobre ore 10.00-13.00 e 14.00-19.00
Ingresso libero

Facciata del museo civico d'arte di Pordenone - Foto Elio CiolSede

Comune di Pordenone - Museo Civico d'Arte
Palazzo Ricchieri, Corso Vittorio Emanuele II n. 51 [MAPPA]

Orario di apertura

da mercoledì a domenica 15.00-19.00
chiuso il lunedì e il martedì

Biglietti

Ingresso al museo:

  • biglietto intero Euro 3,00
  • biglietto ridotto Euro 1,00
  • per le mostre temporanee il prezzo del biglietto verrà stabilito di volta in volta

Convenzioni e agevolazioni

Contatti

Telefono 0434.392935 - Fax 0434.522507
museo.arte@comune.pordenone.it
www.comune.pordenone.it/museoarte

 

Video «Alla scoperta di palazzo Ricchieri»

 

Schede museali plurilingue

Schede informative relative al palazzo e alle collezioni, realizzate grazie al progetto della Regione Friuli Venezia Giulia "Segnaletica Musei" (L.R. 482/1999), disponibili in italiano, inglese, tedesco, sloveno e friulano. Scaricabili in formato pdf.

Scarica le schede in italiano Scarica le schede in inglese Scarica le schede in tedesco Scarica le schede in sloveno Scarica le schede in friulano

La storia del palazzo

Facciata di Palazzo RicchieriNel 1949 Lucio Ernesto Ricchieri dona il proprio palazzo alla città di Pordenone, per trasformarlo in un centro culturale. Dopo i restauri, resi necessari dal cattivo stato di conservazione dell'edificio, nel 1972 viene inaugurato un Museo d'arte che raccoglie già molte opere, destinate a crescere per le donazioni dei collezionisti o degli artisti stessi.

Dopo esser stato chiuso alcuni anni per lavori di sistemazione, nel 1996, palazzo Ricchieri viene riaperto al pubblico in una nuova veste, con un rinnovato allestimento delle sale espositive, che ospitano le opere d'arte più significative del Museo: dipinti su tavola o su tela, disegni, affreschi, sculture lignee, mobili, oggetti di oreficeria e di ceramica, realizzati dal medioevo fino ai giorni nostri.

CONTINUA...

Visita il museo

Stemma della famiglia RicchieriSulla pubblica via si apre l'ampio ingresso, il portico, in cui si entrava con le carrozze, che portava anche al cortile interno al palazzo, dove si trovavano le stalle, i locali di servizio, i magazzini. Un'ampia scala in pietra conduce ai due piani superiori, dove viveva la famiglia.

Ad ogni piano si trova un'ampia sala, con le finestre sulla strada e sul cortile interno, utilizzata come sala d'onore e di rappresentanza in cui ricevere gli ospiti, e le stanze laterali più piccole, usate in modo privato dalla famiglia. Salendo lo scalone si può vedere, dipinto sul muro, il grande stemma dei Ricchieri, diviso in quattro parti con due aquile d'argento e due ghirlande fiorite su fondo rosso. I ritratti sottostanti rappresentano alcuni dei personaggi più importanti della famiglia, che furono condottieri, politici, mercanti, uomini di chiesa.