Autorizzazione al subappalto

Ufficio competente

Office Mobilità urbana
Segui il link per conoscere indirizzo, recapiti e orari di apertura

Descrizione sintetica del procedimento

Costituisce subappalto, soggetto all'autorizzazione da parte della Stazione Appaltante, alle condizioni e con le modalità individuate dall'art. 118 del Codice dei Contratti Pubblici e dall'art. 170 del regolamento di attuazione del Codice, approvato con D.P.R. 207/2010:

  • qualsiasi sub-contratto che abbia ad oggetto lavori da espletare nel cantiere in cui si riferisce l'appalto, a prescindere dall'importo e dall'incidenza della manodopera (c.d. subappalto puro);
  • qualsiasi sub-contratto avente ad oggetto attività diverse dai lavori, espletate nel cantiere cui si riferisce l'appalto, che richiedono l'impiego di manodopera (c.d. contratti assimilati), quali le forniture con posa in opera e i noli a caldo, solo nel caso in cui si verifichino le due seguenti condizioni:

- importo di subappalto superiore al 2% dell'importo del contratto principale o di importo sup.a € 100mila

- l'incidenza del costo della manodopera e del personale sia superiore al 50% dell'importo di subappalto.

L'impresa affidataria di un contratto di lavori pubblici che intenda ricorrere al subappalto deve presentare alla Stazione appaltante apposita instanza di autorizzazione , con indicazione puntuale dell'oggetto e dell'importo del contratto (vedi modello richiesta autorizzazione subappalto).

Documenti da presentare

Alla domanda deve essere presentata la seguente documentazione:

  • dichiarazioni della ditta subappaltatrice rese su allegati 1 e 2
  • dichiarazioni ex art. 1 D.P.C.M. 187/1991 sulla composizione sociataria (solo per società di capitali)
  • modello GAP (solo per subappalti pari o superiori ad € 51.645,69, Iva compresa)
  • comunicazione dati conto corrente dedicato subappaltatore ex art. 3 L. 136/2010 (se non riportati nel contratto)
  • contratto di subappalto, datato e sottoscritto in ogni pagina sia dall'impresa appaltatrice che dal subappaltatore contenente:

- assunzione obblighi in materia di tracciabilità;

- importo complessivo di subappalto con indicazione espressa degli oneri per la sicurezza;

- ribasso non superiore al venti per cento

- prescrizioni contenute all'art. 118 del D-.Lgs. 163/2006 e s.m.i. con particolare riguardo all'obbligo di presentazione da parte dell'appaltatore delle fatture quietanziate del subappaltore nel termine di 20 giorni dalla data di pagamento degli stati di avanzamento lavori

- prescrizioni contenute nel D.Lgs. 231/2002 in merito ai termini per il pagamento delle prestazionieseguite dal subappaltore nel periodo di contabilizzazione dei singoli stati di avanzamento lavori

- clausola sospensiva dell'efficacia all'autorizzazione da parte della Stazione Appaltante

  • dichiarazione di idoneità tecnico-organizzativa della ditta subappaltatrice (resa dalla ditta appaltatrice) / certificazione SOA della ditta subappaltatrice per importi superiori a 150.000,00 euro
  • dichiarazione della ditta appaltatrice che ai sensi dell'art. 2359 del codice civile non sussiste alcuna forma di controllo o di collegamento con la ditta subappaltatrice. Tale dichiarazione, in caso di Raggruppamento temporaneo di Imprese, deve essere resa dalla ditta mandataria e da tutte le mandanti.

Solo per subappalti di importo superiore a € 150.000,00 Iva esclusa, dovrà essere prodotta la seguente documentazione integrativa ai fini antimafia:

  • dichiarazioni sostitutive di certificazione, ai sensi dell'art. 46 del DPR 445/2000, in carta semplice, sottoscritte da tutti i soggetti di cui all'art. 85 del D.Lgs. 159/2011 e s.m.i., relative ai propri familiari conviventi, dei quali devono essere specificate le generalità (allegato 3)
  • dichiarazione sosttoscritta dal legale rappresentante relativa alla presenza/assenza nel consorzio o nella società consortile di consorziati che detengano una partecipazione superiore al dieci per cento oppure che, pur detenendo una partecipazione inferiore al dieci per cento, abbiano stipulato un patto parasociale riferibile ad una partecipazione pari o superiore al dieci per cento, nonchè alla presenza/assenza di soci o consorziati per i quali la società consortile o il consorzio operi in modo esclusivo nei confronti della pubblica amministrazione.

Termini per l'adozione del provvedimento

L'Amministrazione provvede al rilascio dell'autorizzazione al subappalto entro:

  • 30 giorni dall'istanza di autorizzazione per subappalti di importo superiore ad € 100.000,00, fatta salva eventuale interruzione dei termini conseguente alla richiesta di documentazione integrativa;
  • 15 giorni dall'stanza per subappalti di importo inferiore al 2% dell'importo dei lavori affidati o di importo inferiore a € 100.000,00, fatta salva eventuale interruzione dei termini conseguente alla richiesta di documentazione integrativa.

In caso di documentazione incompleta o errata, i termini per il rilascio dell'autorizzazione sono interrotti a far data dalla richiesta formale da parte della stazione appaltante fino alla presentazione da parte dell'impresa dell'integrazione richiesta. Il termine può altresì essere prorogato per una volta sola, per motivate esigenze istruttorie.

Nel caso di subappalto di importo superiore a € 150.000,00 (Iva eslusa), il termine si ritiene interrotto dall'inoltro alla Prefettura competente della richiesta di informazione prefettizia ex art. 91 del D.lgs. 159/2011, comunicato per conoscenza all'impresa appaltatrice, fino all'acquisizione di detta informazione.

Silenzio assenso

Trascorsi i termini di cui sopra senza che l'Amministrazione abbia rilasciato un provvedimento espresso, l'autorizzazione si intende concessa.

Modulistica

Ultimo aggiornamento: 04/02/2014 14:03

Vedi anche

Struttura organizzativa dell'ente

 

Qualità dei servizi
Esito delle indagini svolte sulla soddisfazione degli utenti rispetto ai servizi erogati dal Comune di Pordenone

Risultati dei questionari svolti

I risultati delle indagini sono pubblicati ai sensi del decreto legislativo 33/2013, articolo 35 c. 1 lettera n