Autorizzazioni per attività temporanee in deroga ai limiti di rumorosità

Ufficio competente

Office Tutela ambientale
Segui il link per conoscere indirizzo, recapiti e orari di apertura

Responsabile dell'ufficio competente all'adozione del provvedimento

Person Brazzafolli Federica - Dirigente - email: federica.brazzafolli@comune.pordenone.it - tel.: 0434392506

Responsabile del procedimento

Person Ugel Chiara - Funzionario tecnico ambientale - email: chiara.ugel@comune.pordenone.it - tel.: 0434392527

Responsabile dell'istruttoria

Descrizione sintetica del procedimento

Procedimento ad istanza di parte diretto ad autorizzare in deroga ai limiti di rumorosità previsti dalla normativa vigente le attività temporanee quali cantieri edili, manifestazioni in luogo pubblico o aperto al pubblico, qualora comportino l'impiego di macchinari e impianti rumorosi e nei casi contemplati dal Regolamento Acustico comunale.

Il titolare della ditta o ente che necessita dell'autorizzazione è tenuto a presentare la domanda compilando l'apposito modulo.

L'autorizzazione è efficace per il solo periodo indicato nell'atto autorizzativo.

Ai sensi del Regolamento Acustico comunale, i cantieri edili, stradali o industriali attivati per il ripristino urgente dell'erogazione di servizi pubblici in rete (linee telefoniche ed elettriche, condotte fognarie, acqua potabile, gas, ecc.), e per il pronto intervento sul suolo pubblico, non sono tenuti all’osservanza di quanto stabilito dal Titolo IV del Regolamento Acustico comunale, limitatamente al periodo necessario per l’intervento d’emergenza e pertanto si intendono autorizzati in deroga.

Riferimenti normativi

Modalità di presentazione dell'istanza

Presentare la domanda in bollo con una delle seguenti modalità: posta, consegna a mano direttamente all'Unità operativa Tutela ambientale, consegna a mano all'Ufficio relazioni con il pubblico, posta elettronica certificata.

Documenti da presentare

Allegare alla domanda predisposta su apposito modulo la seguente documentazione:

Per manifestazioni:

  1. planimetria, in scala adeguata dell’area di svolgimento della manifestazione e della zona circostante, dell’immobile e/o dell’area interessata dall’attività con indicati il sito, il palco e/o la pista adibiti alla manifestazione, la disposizione, il numero e le caratteristiche dei diffusori acustici (composizione, potenza, orientamento, ecc.) sopra elencati, eventuali aree di aggregazione e parcheggi – le zone circostanti per un raggio di almeno 200 m (con l’indicazione dei ricettori sensibili presenti (strutture scolastiche, ospedaliere, case di cura o riposo);
  2. copia della documentazione inerente le caratteristiche degli strumenti e/o impianti elettroacustici che saranno utilizzati e che determineranno emissioni sonore negli ambienti circostanti (preamplificatore, amplificatore, mixer, diffusori, …, con i dati della potenza nominale – valori espressi in Watt); ai sensi dell’art. 13 c. 12 del Regolamento acustico, l’ufficio competente si riserva di chiedere ad integrazione della domanda la predisposizione di una valutazione di impatto acustico;
  3. qualora le emissioni di rumore siano apprezzabili, descrizione delle misure tecniche e/o operative che si intende predisporre ed attuare al fine di contenere o ridurre il fenomeno;
  4. copia della carta di identità del richiedente / legale rappresentante (se l’istanza è trasmessa via mail o via pec  ed è firmata digitalmente, il documento d’identità non serve);

Per cantieri:

  1. descrizione dettagliata delle singole lavorazioni e/o fasi operative nelle quali si articola l’attività del cantiere e per le quali si richiede l’autorizzazione in deroga;
  2. cronoprogramma delle attività di cantiere;
  3. estratto catastale (1:2000) e del PRGC dell’area interessata;
  4. planimetria di progetto, in scala adeguata, dell’immobile e/o dell’area interessata dall’attività con indicati i siti dove verranno installati i macchinari e le attrezzature rumorose sopra elencate;
  5. elenco dei macchinari e delle attrezzature rumorose con copia dei certificati di omologazione acustica o, in alternativa, indicazione delle potenze sonore prodotte e relativa dichiarazione di conformità al D.Lgs. 262/2002;
  6. qualora le emissioni di rumore siano apprezzabili, le misure tecniche e/o operative/organizzative che si intendono predisporre ed attuare al fine di contenere o ridurre il fenomeno;
  7. valutazione di impatto acustico a firma di tecnico competente in acustica, ai sensi dell’art.19 c. 1 del Regolamento acustico, in caso di richiesta autorizzazione in deroga:
  • per cantieri con attività rumorosa nei seguenti orari: dalle ore 20.00 alle ore 7.00 e dalle ore 12.00 alle ore 14.00;

oppure:

  • per cantieri di durata uguale o superiore a 60 giorni;

comprendente:

-  stima dei livelli sonori previsti durante le singole lavorazioni e/o fasi operative nelle quali si articola l'attività del cantiere in corrispondenza dei ricettori più esposti;

-  individuazione degli accorgimenti, anche organizzativi, necessari a minimizzare l'impatto acustico del cantiere sugli ambienti di vita circostante;

-  valutazione dei livelli di rumore residuo LR (D.M. 16 marzo 1998) riscontrabili nell'area negli orari di apertura del cantiere, con particolare riferimento ai ricettori più esposti.

8.     copia della carta di identità del richiedente / legale rappresentante (se l’istanza è trasmessa via mail o via pec  ed è firmata digitalmente, il documento d’identità non serve);

Termini per la presentazione della domanda

Per manifestazioni: 30 giorni prima della data di inizio della manifestazione

Per cantieri: 30 giorni prima della data di inizio dei lavori (il Comune invia le domande ad ARPA - Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente per il rilascio del proprio parere)

Termini per l'adozione del provvedimento

30 giorni dalla presentazione della domanda

Costi

Diritti di segreteria: € 10,00 da versare all’atto del ritiro dell'autorizzazione o consegna di ricevuta di avvenuto versamento di pari importo sui conti correnti intestati alla Tesoreria comunale.

Marca da bollo da € 16,00 per l’autorizzazione o in alternativa dichiarazione che ha provveduto all’assolvimento dell'imposta di bollo mediante acquisto e annullamento dei seguenti contrassegni telematici:

n° id___________________________ del _________ per la domanda

n° id___________________________ del _________ per la autorizzazione

che allega in fotocopia e che si impegna a conservare in originale presso la propria sede o ufficio.

Per le manifestazioni: eventuale dichiarazione di diritto all’esenzione dal bollo ai sensi dell’articolo 16 del D.P.R. 30.12.1982 N. 955 (Enti Pubblici), ai sensi dell’art. 8 della Legge 11.8.1991 n. 266 (Associazioni di volontariato), ai sensi dell’art. 10 e dell’art. 17 del D.L.vo 4.12.1997 n. 460 (O.N.L.U.S.), ai sensi del D.P.R. 642/1972 allegato B) punto n. 27-bis (Federazioni sportive ed enti di promozione sportiva riconosciuti dal CONI).

Per i cantieri: il parere espresso dall’ARPA ai fini dell’autorizzazione è soggetto agli oneri previsti dal tariffario ARPA, che provvederà ad emettere regolare fattura intestata al richiedente l’autorizzazione.

Ultimo aggiornamento: 12/07/2018 09:17

Vedi anche

Struttura organizzativa dell'ente

 

Qualità dei servizi
Esito delle indagini svolte sulla soddisfazione degli utenti rispetto ai servizi erogati dal Comune di Pordenone

Risultati dei questionari svolti

I risultati delle indagini sono pubblicati ai sensi del decreto legislativo 33/2013, articolo 35 c. 1 lettera n