Carta di Pordenone «Media e rappresentazione di genere»

Protocollo d'intesa per promuovere una rappresentazione rispettosa della dignità della persona nell'ambito dell'informazione e della comunicazione

logo-Carta-di-Pordenone.jpgLa Carta di Pordenone, intitolata «Media e rappresentazione di genere» è un protocollo d'intesa tra diversi soggetti istituzionali, enti e associazioni. Ha come finalità promuovere una immagine equilibrata e plurale di donne e uomini superando e contrastando gli stereotipi di genere nei media.

L'accordo inoltre intende favorire la conoscenza e la diffusione dei principi di uguaglianza, pari oportunità, di riconoscimento e valorizzazione delle differenze, consapevoli del fatto che  una comunicazione responsabile e la sensibilizzazione degli operatori e delle operatrici possono contribuire all’abbattimento degli stereotipi di genere e a sviluppare il rispetto delle identità di donne e uomini in modo coerente con l’evoluzione dei loro ruoli nella società.

» Scarica la Carta di Pordenone (PDF)

» Segui la Carta di Pordenone su Facebook

Il documento è stato sottoscritto mercoledì 8 luglio 2015 nella sala rossa del municipio di Pordenone alla presenza del sindaco e dell’assessore alle pari opportunità. Sono intervenuti la consigliera di parità della Provincia Chiara Cristini, la presidente della commissione pari opportunità del Comune di Pordenone Giulia Bevilacqua, il presidente regionale dell’Ordine dei giornalisti Cristiano Degano, la fiduciaria di Pordenone per Assostampa Fvg Patrizia Disnan, il presidente del Circolo della stampa di Pordenone Pietro Angelillo, la presidente dell'associazione Voce Donna Maria De Stefano e il presidente del Teatro comunale Giuseppe Verdi di Pordenone Giovanni Lessio.

 

I soggetti sottoscrittori

Ad oggi hanno sottoscritto la Carta di Pordenone, impegnandosi a rispettarne e a sostenerne gli scopi:

  • Adaspn e associati
  • ARSAP - Impresa sociale - Ente formazione
  • Associazione amici della cultura, dell'arte e del lavoro
  • Associazione culturale Il Capitello
  • Associazione In Prima Persona. Uomini contro la violenza sulle donne. Pordenone
  • Associazione culturale Scuola sperimentale dell'attore -  Arlecchino errante
  • Associazione L'altra metà
  • Associazione Le Muse Orfane
  • Associazione via Montereale
  • Associazione Voce donna – Centro antiviolenza
  • Assostampa Fvg
  • Baobab Libreria per ragazzi  (Porcia)
  • Best Western Park Hotel
  • CCIAA Pordenone
  • Cinemazero
  • Circolo della Cultura e delle Arti di Pordenone
  • Circolo della stampa di Pordenone
  • Compagnia di Arti e Mestieri
  • Comune di Pordenone - Assessorato alle pari opportunità
  • Comune di Tramonti di Sotto
  • Confartigianato
  • Consigliera di Parità della Provincia di Pordenone
  • Cooperativa sociale FAI
  • CUG dell'Università di Udine
  • Erremoda di Renzo Venier
  • Etre di Cristiana Santarossa
  • FIDAPA Pordenone
  • Fondazione Pordenonelegge
  • Gruppo Giovani Unindustria Pordenone
  • Inner Wheel Club Pordenone
  • IRSE - Istituto Regionale di Studi Europei del Friuli Venezia Giulia
  • Ordine degli Avvocati di Pordenone
  • Ordine dei Giornalisti del Friuli Venezia Giulia
  • Panathlon Club Pordenone
  • Polizzi Editore
  • Pordenone Fiere
  • Provincia di Pordenone - Assessorato alla Cultura
  • Soroptimist Club Pordenone
  • Teatro comunale "Giuseppe Verdi" di Pordenone

 

Come aderire

Altri soggetti (operatori della comunicazione, enti, istituzioni, associazioni) che condividono obiettivi, principi e contenuti della Carta di Pordenone possono fare domanda di adesione scrivendo all'indirizzo .

Ultimo aggiornamento: 15/02/2017 09:31