Centri di aggregazione, avviato il nuovo anno di attività

02/11/2017 - Sono partite a pieno ritmo le attività autunnali dei centri giovani tra laboratori, cineforum, escursioni e organizzazione di eventi. Quest’anno importanti novità, tra cui la collaborazione con la scuola Pasolini.
progettogiovani.png
— progettogiovani.png

Sono ormai in pieno svolgimento le attività autunnali dei due centri di aggregazione giovanile del Comune di Pordenone. Gli eventi e i laboratori programmati fino a fine anno offrono l’opportunità a i ragazzi di acquisire abilità e competenze in diversi campi, dalle attività manuali a quelle informatiche, sotto il coordinamento di un educatore esperto.

I giovani frequentatori dei centri potranno imparare come avviare e gestire un canale YouTube ma anche come si crea un’associazione giovanile. Tra le attività in programma cineforum e break-dance, escursioni alla scoperta del territorio pordenonese, gite in montagna e in piscina. Non mancherà poi la parte più prettamente ludica con l’organizzazione di feste a tema.

Ci saranno inoltre alcuni incontri più strutturati e – importante novità di quest’anno – la collaborazione con diverse realtà associative o gruppi di lavoro. I giovani si confronteranno con l’associazione Genius Loci, con il Consiglio comunale dei ragazzi e agli assistenti sociali del Comune.

Particolarmente significativo è l’avvio di una collaborazione con la scuola media P.P. Pasolini. I servizi del centro giovani saranno presentati agli alunni nell’ambito di un programma di iniziative che hanno come obiettivo lo sviluppo dell’autonomia dei ragazzi e l’orientamento verso le scuole superiori. Sarà avviato anche percorso che aiuti i ragazzi ad affrontare l’ansia che contraddistingue i momenti antecedenti l’inizio delle superiori, fornendo loro strumenti e stimoli per affrontare al meglio il cambiamento. In seguito all’esperienza di quest’anno, questo tipo di iniziativa potrebbe essere in futuro replicato in altre scuole della città.

«Questo nuovo fronte di attività – spiega il consigliere delegato all’istruzione Alessandro Basso – rappresenta un importante valore aggiunto dell’offerta di quest’anno. Il centro di aggregazione non è solo un’opportunità di svago, apprendimento e condivisione, ma anche l’occasione di sperimentare percorsi educativi innovativi».

Il Comune di Pordenone ha 2 centri di aggregazione giovanile: SPAZIOX in via Pontinia e AREA19 a largo Cervignano. Le attività che vi si svolgono, gestite quest’anno dalla Cooperativa Itaca, sono libere e gratuite e si rivolgono a giovani dagli 11 ai 24 anni. Attualmente i due centri sono frequentati regolarmente da quasi 250 adolescenti provenienti in prevalenza dal quartiere Rorai Cappuccini, ma non mancano giovani da altre zone della città. Nel corso dell’ultima estate, i numeri mostrano come i giovani abbiano apprezzato particolarmente le attività all’aperto, tra cui i pomeriggi in piscina e l’organizzazione di feste a tema (ad esempio l’anguriata), a cui partecipano anche gli adulti, con il coinvolgimento degli abitanti del quartiere.

Info www.comune.pordenone.it/progettogiovani