Pnlegge entra nei quartieri

14/03/2017 - Dal 28 marzo al 7 aprile sette appuntamenti nei rioni per raccontarli assieme ai cittadini. Iniziativa voluta dal Comune e curata da Pnlegge per diffondere gli eventi in tutta la città.

IL PROGETTO
Sette appuntamenti nei quartieri, dal 28 marzo al 7 aprile, con altrettanti scrittori che raccoglieranno storie e testimonianze degli abitanti e dei testimonial di quartiere. A ciò si uniranno i racconti dei bambini delle scuole primarie che, con la mediazione degli insegnanti, illustreranno il loro punto di vista sul quartiere coinvolgendo le famiglie. Il tutto culminerà in un ebook che verrà presentato a settembre durante la prossima edizione di Pordenonelegge. E’ il progetto voluto dal Comune di Pordenone e curato da Pnlegge nei quartieri e per i quartieri al fine di diffondere gli eventi culturali in tutta la città e raccontare i rioni cittadini, il loro orgoglio e identità nell’ambito della più grande identità cittadina.

CALENDARIO INCONTRI
Sono a ingresso libero. «I sette incontri – ha spiegato il direttore artistico di Pnlegge, Gian Mario Villalta - saranno chiacchierate in cui gli scrittori faranno da uditori raccogliendo storie, fatti e personaggi dagli abitanti e dai testimonial». Agli scrittori spetterà il compito di «cucire» nell’ebook le diverse testimonianze. Si parte con Pordenone Nord (Sala Parrocchiale Sacro Cuore, martedì 28 marzo, ore 18.00) con Roberto Cescon. E poi: Torre (Bastia del Castello, mercoledì 29 marzo, ore 18.00) con Enrico Galliano; San Gregorio (Sala Parrocchiale Madonna delle Grazie, giovedì 30 marzo, ore 18.00)  con Andrea Maggi; Borgomeduna (Sala Parrocchiale, martedì 4 aprile, ore 18.00) con Elisa Cozzarini; Vallenoncello, (Sala Campo Sportivo, retro scuole, mercoledì 5 aprile, ore 18.00) con Simone Marcuzzi;  Rorai Cappuccini (Sala dell’Oratorio, giovedì 6 aprile, ore 18.00) con Lorenza Stroppa; Villanova (Centro Glorialanza Finzi, venerdì 7 aprile, ore 18.00) con Ginevra Lamberti

» Consulta il programma

CIRIANI: COSI’ LA CULTURA SEGUE LA GENTE

«L’ingresso di Pordenonelegge nei quartieri, attraverso questa intelligente anteprima, è una delle chiavi per coinvolgerli, rivitalizzarli, dare loro lo spazio che si meritano, rafforzare il senso di aggregazione e comunità- ha spiegato il sindaco Alessandro Ciriani -  la maggior parte della popolazione di Pordenone abita nei quartieri – ha aggiunto Ciriani - non diamo per scontato che tutti si spostino in centro per seguire gli eventi. Ci sono persone che per vari motivi, penso per esempio agli anziani, hanno una «residenzialità stanziale» e vivono i quartieri come una sorta di città nella città. Quindi, oltre a invitare la gente a seguire la cultura – conclude - è bene ogni tanto che la cultura segua la gente in modo che tutti possano fruire appieno di questi eventi».

TROPEANO: INNOVARE LA CULTURA

Portare la cultura nei quartieri significa innovarla – ha osservato l'assessore Pietro Tropeano - questa operazione uno è uno dei tasselli della riqualificazione globale della città avviata dall’Amministrazione. La cultura va sviluppata a 360 gradi e i quartieri ne sono un punto centrale. E’ il primo di una serie di eventi che interesseranno i quartieri – preannuncia Tropeano - attraverso la collaborazione con la Scuola sperimentale dell’attore, Ortoteatro, Società operaia, Propordenone e altre associazioni che vorranno partecipare».

PAVAN: UNA DOCUMENTAZIONE PREZIOSA
Sarà possibile raccogliere una documentazione unica nel suo genere - ha affermato il presidente della Fondazione Pordenonelegge, Giancarlo Pavan -  grazie alla penna degli scrittori affermati, e mettendo questi in relazione con i bambini e i testimonial del quartiere, che diventeranno a loro volta protagonisti al nostro festival di settembre».

TESTIMONIAL
Agli incontri parteciperanno anche i testimonial di quartiere individuati dal Comune, persone note per il loro impegno e legame con il territorio: sono Anna Comoretto per Pordenone Nord, Flavio Silvestrin e Paolo Celante per Torre, Adriano  Viotto e Renzo Fadelli per San Gregorio,  Ezio Bordelot per Borgomeduna, Roberto Vicenzotto per Vallenoncello, Roberto Polesel per Rorai Grande, Gianfranco Tonus e Franco Betto per Villanova.

AUTORI

Roberto Cescon è nato nel 1978 a Pordenone, dove vive e insegna al Liceo “Leopardi-Majorana”. Ha pubblicato Vicinolontano (Campanotto, 2000), Il polittico della memoria. Aspetti macrotestuali sulla poesia di Franco Buffoni (Pieraldo, 2005) e le raccolte La gravità della soglia (Samuele, 2010) e La direzione delle cose (Ladolfi, 2014).  Collabora all’organizzazione del festival letterario Pordenonelegge.it. È tra i giurati del Premio Castello di Villalta Poesia e del Premio Rimini.

Elisa Cozzarini, classe 1978, laureata in Scienze politiche a Trieste, è giornalista pubblicista e si occupa di tematiche ambientali e sociali. Nel 2013 pubblica per Nuova dimensione Il deserto negli occhi, con Ibrahim Kane Annour, storia vera di un tuareg dall'infanzia nel Sahara all'asilo politico a Pordenone. Nel 2015, sempre per Nuova dimensione, scrive Io non voglio fallire con Serenella Antoniazzi, menzione speciale per la narrativa al Premio letterario Latisana per il Nordest. Lo stesso anno esce Cuccioli. Storie di piccoli cresciuti e svezzati da noi umani, Orme editori, Roma. L'ultimo libro è Acqua guerriera. Vite controcorrente sul Piave, Ediciclo, 2016.

Enrico Galiano è nato a Pordenone nel 1977. Insegnante in una scuola di periferia, ha creato la webserie Cose da prof, che ha superato i dieci milioni di visualizzazioni su Facebook. Ha dato il via al movimento dei #poeteppisti, flashmob di studenti che imbrattano le città di poesie. Nel 2015 è stato inserito nella lista dei 100 migliori insegnanti d’Italia dal sito Masterprof.it. Dopo tre libri con le Edizioni Biblioteca dell'Immagine, ad Aprile 2017 uscirà i suo primo romanzo con Garzanti, Eppure cadiamo felici.

Ginevra Lamberti nasce nel 1985 e viene da Vittorio Veneto e da Roma. Al momento vive a Venezia, dove lavora come freelance delle pulizie e collabora con l'associazione Culturale Flat di Mestre. Il suo primo romanzo, "La questione più che altro" è stato pubblicato per nottetempo. Suoi racconti sono stati pubblicati per Nuovi Argomenti, Colla, Linus, Scottecs Megazine, Lahar Magazine.

Andrea Maggi nato a Pordenone, insegna lettere alla Scuola Secondaria di I grado “M. e P. Balliana – I. Nievo” di Sacile (PN). Come scrittore ha pubblicato per Garzanti due gialli storici, Morte all’Acropoli (Premio Massarosa 2015) e Il sigillo di Polidoro, editi anche per i tipi di Duomo Ediciones e distribuiti in Spagna oltreché in vari Paesi dell’America Latina.  Per la televisione italiana ha partecipato al programma televisivo “Il Collegio”, docu-reality di Rai Due.

Simone Marcuzzi è nato a Pordenone nel 1981. Laureato in Ingegneria Meccanica, ha pubblicato le raccolte di racconti Cosa faccio quando vengo scaricato e altre storie d’amore crudele (Zandegù, 2006) e 10 italiani che hanno conquistato il mondo (Laurana, 2011), e i romanzi Vorrei star fermo mentre il mondo va (Mondadori, 2010), Dove si va da qui (Fandango, 2014) e Ventiquattro secondi. Autobiografia di Vittoriano Cicuttini (66thand2nd, 2016). Vive e lavora a Udine.

Lorenza Stroppa è nata a Pordenone nel 1974. Fin da piccola ha amato i libri e la scrittura, ed è riuscita di fare di questa passione un lavoro. Tiene corsi di scrittura creativa per i ragazzi ed è docente al Master in Editoria dell’Università Cattolica di Milano. Dal 2003 lavora come editor per la casa editrice Ediciclo. Ha tradotto dieci libri dal francese e ha scritto a quattro mani con Flavia Pecorari la trilogia urban fantasy Dark Heaven, edita dal 2012 al 2014 da Sperling & Kupfer, uscita con lo pseudonimo Bianca Leoni Capello. Di prossima pubblicazione, a settembre 2017, il libro La città portata dall'acqua, Bottega Errante Edizioni.

Parole chiave