«PordenonAir», nasce il festival dei musicisti e artisti di strada

08/05/2017 - Ogni giovedì e venerdì esibizioni e concerti acustici dalle 17 alle 21. Circa 70 gli eventi con musicisti di prim’ordine

LA MANIFESTAZIONE
Nasce «PordenonAir – la musica si fa strada», nuova rassegna di musicisti di strada di qualità e «certificati» che animeranno con circa 70 spettacoli piazze e vie del centro e successivamente anche i quartieri. Ogni giovedì e venerdì in programma 4 esibizioni in 4 punti diversi dalle 17 alle 21, dall’11 maggio a fine giugno e a settembre e ottobre. La manifestazione è stata presentata oggi in Municipio dal sindaco Alessandro Ciriani che l’ha ideata e promossa, dall’assessore al commercio Emanuele Loperfido, gli organizzatori di eventi Luca Ceolin e Claudio Scircoli (associazione Convivialia) e (Giuliano Biasin cooperativa Esibirsi), il direttore dell’Orchestra San Marco, Diego Cal.

«ALTERNATIVA AI CENTRI COMMERCIALI»
La manifestazione fa parte dei progetti, su cui l’Amministrazione sta lavorando appena insediatasi, per rendere «Pordenone più attraente e attrattiva – ha spiegato Ciriani - un processo complesso che si compone di tanti elementi, dalla riqualificazione urbanistica e dei servizi all’offerta culturale. PordenonAir non è un’iniziativa spot ma un progetto work in progress che dovrà crescere coinvolgendo anche i quartieri. Lo scopo è richiamare gente in città per ascoltare musica, entrare nei negozi, sedersi al bar, creare insomma un’alternativa ai centri commerciali. Allo stesso tempo – ha aggiunto – la rassegna promuove i talenti e testimonia il profondo legame tra Pordenone e la musica in tutti i suoi generi».  «E’ un sistema per cercare di aumentare l’afflusso in città e sostenere così i commercianti – ha sottolineato dal canto suo Loperfido – non solo in occasione dei grandi eventi, ma quotidianamente, in modo che i visitatori, anche da fuori, siano invogliati a venire qui perché sanno che c’è sempre qualcosa. Una manifestazione di qualità con artisti di livello e non zampognari improvvisati – ha detto ancora – che si svolge in orari compatibili con la normativa del rumore».  «Un primo passo – gli ha fatto eco Biasin – per innescare un circolo virtuoso tra commercio e cultura, in modo che si facciano l’un l’altro da traino».

DAL ROCK AL CONSERVATORIO
Si parte «con una prima edizione sperimentale, un’esperienza che si svolge già in città come Londra, Berlino, Firenze e Ravenna» ha rilevato Ceolin. «Una manifestazione diffusa più che un «riempi piazza» – ha argomentato Scircoli -  una sorta di colonna sonora  per rendere piacevole e invitare al giro in città i pordenonesi e non solo». Sono già oltre 50 gli aderenti tra singoli musicisti e piccoli complessi pordenonesi, veneti o friulani, contattati in questi mesi dagli organizzatori che conoscono profondamente la scena musicale locale. Si tratta di musicisti che normalmente non fanno gli artisti di strada ma che si sono prestati a farlo per l’occasione. Tra loro figurano alcune delle migliori voci femminili italiane come Michela Grena. Tutti gli artisti si esibiranno in acustico o semi acustico (cioè con amplificatori a batterie a basso volume). Si va dal blues al rock, dal jazz al pop, dal gospel alla classica con la partecipazione dell’Orchestra San Marco di Pordenone diretta dal maestro Diego Cal. In campo a PordenonAir anche il Conservatorio di Padova, di cui Cal è vicedirettore, che metterà a disposizione allievi e insegnanti. «Abbiamo aderito con entusiasmo – ha detto lo stesso Cal– anche la classica si può eseguire per strada, a Padova lo facciamo da tempo, con la collaborazione dei commercianti, e funziona molto bene». La rassegna è in continua evoluzione e il programma potrà essere arricchito con altri musicisti e spettacoli di danza, poesia, teatro e altro. A tale proposito gli organizzatori invitano gli artisti che vogliono aderire a contattarli tramite www.facebook.com/pordenonair. Sulla pagina Facebook sarà possibile consultare il calendario delle esibizioni costruito e pubblicato di settimana in settimana.

ARTISTI CERTIFICATI E RICONOSCIBILI
Gli artisti di strada si esibiranno «a cappello» raccogliendo le offerte dei passanti che vorranno lasciarle, una formula normata che non si configura come accattonaggio. Per evitare «intromissioni», infatti, i musicisti aderenti a PordenonAir saranno riconoscibili da un cartellino e durante le performances il loro posto sarà segnato e identificato da un cubo con il logo PordenAir e da un tappeto. Non solo. Gli organizzatori hanno individuato una persona-supervisore per seguire le esibizioni, organizzare la turnazione degli artisti nei diversi punti, controllare che il volume non sia troppo alto, verificare che non vi siano infiltrazioni di accattoni che si spacciano per artisti di strada, segnalandolo alla polizia municipale. Alla presentazione in Municipio, peraltro, la giovane cantante Ronnie Grace ha eseguito due pezzi con la sua splendida voce accompagnata dalla chitarra. «Questa manifestazione – ha poi commentato – è una risposta al silenzio di Pordenone, dà speranza, è un’occasione per mantenere viva la città ma anche i musicisti che sono un po’ demoralizzati e che ora hanno la possibilità di esprimersi. Io sono fiera di potermi esibire».

CONCERTI GRUPPI INDIPENDENTI
Previsti in piazzetta Calderari cinque appuntamenti musicali «maggiori» con concerti di artisti italiani e internazionali della scena rock alternativa, «in modo da dare maggiore respiro e promozione a tutto il progetto – ha illustrato Scircoli – e dare spazio a artisti che fanno grande musica ma hanno poca visibilità. Questi live saranno amplificati ma si terranno comunque sempre in orari compatibili con la normativa anti rumore. Diversi i contatti avviati con i maggiori promoter italiani per intercettare gruppi in tour in Italia e Europa e inserirli nel cartellone di PordenonAir. Tra le conferme due complessi: Comaneci e Sequoiah Tiger che si esibiranno il 30 giugno.

ORGANIZZAZIONE E LUOGHI
Gli eventi di PordenonAir verranno calendarizzati in modo da evitare l’accavallarsi con altre manifestazioni. Da qui la pausa durante l’Estate in città. I luoghi interessati agli spettacoli saranno piazza Cavour, corso Garibaldi e corso Vittorio Emanuele II, piazza Calderari e piazzetta San Marco, le piazze Risorgimento e dei Domenicani, via Cesare Battisti (zona palazzo ex Sip). Gli artisti si scambieranno le postazioni ogni una o due ore per movimentare la manifestazione. Previste anche location suggestive come la terrazza del Municipio.


Parole chiave