SUAP, ampliamento ai Comuni dell'Uti del Noncello

15/12/2017 - Da lunedì 18 dicembre 2017 il servizio Sportello Unico Attività Produttive gestito dal Comune di Pordenone sarà esteso, oltre che a Fontanafredda e Roveredo in Piano, anche a Porcia e Zoppola. Meno burocrazia e tempi più rapidi.
Immagine della home page del SUAP on line
— Immagine della home page del SUAP on line

Il Servizio SUAP (Sportello Unico Attività Produttive) gestito dal Comune di Pordenone, dal 18 dicembre 2017 sarà esteso a tutti i comuni che fanno parte dell’Uti del Noncello.

Pertanto, oltre a Pordenone capofila, Fontanafredda e Roveredo in Piano che già si avvalgono della gestione associata, entrano a far parte del servizio anche i comuni di Porcia e Zoppola.

Le pratiche, le domande, le Scia, la documentazione e le comunicazioni inviate dalle imprese dei cinque comuni vanno presentate dunque all’Uti del Noncello. Il servizio già dal 2012 viene erogato esclusivamente tramite una piattaforma online.

» Vai al SUAP dell'Uti Noncello

«È un ulteriore intervento – commenta l’assessore Cristina Amirante – che, prevedendo l'utilizzo di un unico software sia di  front che di back office, andrà a razionalizzare il servizio a beneficio di un territorio più vasto. Consentirà agli ordini professionali, alle associazioni di categoria, agli uffici e ai vari enti  di avere un unico sportello a cui rivolgersi per le proprie necessità, rigorosamente in via  telematica 24 ore su 24». 

La gestione delle pratiche tramite SUAP consente:

  • certezza di avere un'unica procedura per più domande/scia
  • certezza sulle regole da seguire per avviare un'attività e sui regimi ad essa applicabili
  • modulistica statale con pochissimi allegati, definiti a livello nazione
  •  pratiche uguali per ogni Comune
  • tempi certi di evasione delle pratiche.

«Quindi – conclude l’assessore Cristina Amirante a cui il sindaco Alessandro Ciriani ha affidato la delega per la gestione dello sportello unico per le imprese - meno burocrazia e procedimenti più rapidi  di cui potranno beneficiare tutti gli  operatori  del tessuto economico e commerciale  del territorio».