Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali
Comune di Pordenone - Sito Web ufficiale
Contatti

Corso Vittorio Emanuele II, 64 33170 Pordenone

tel. 0434 392111

P.I. 00081570939

C.F. 80002150938

Posta Elettronica Certificata comune.pordenone@certgov.fvg.it

Home Pordenone più facile

Tutti i post di novembre 2012

Sui giornali del 29 novembre

29 novembre 2012 – Rassegna stampa

121129messaggero19.jpg
Messaggero Veneto, ed. Pordenone, pag. 19

 

Annotazioni:

Sui giornali del 28 novembre

28 novembre 2012 – Rassegna stampa

121128gazzettinoIII.jpg
Il Gazzettino, ed. Pordenone, pag. III


Annotazioni:

  • Non è stata approvata alcuna variante al Piano regolatore generale comunale vigente, si tratta di una deroga da applicarsi a un consolidato diritto di edificazione regolarmente esercitato dal soggetto titolare (il Confidi, Consorzio Garanzia Fidi di Pordenone).
  • La deroga, ovvero il motivo per cui è stato necessario procedere a una delibera e discuterne in Consiglio comunale lunedì scorso, è legata esclusivamente alla destinazione d'uso dell'edificio, che poteva già essere pacificamente destinato a servizi, ma soltanto a servizi di livello comunale. Poiché l'attività di Confidi, secondo statuto, ha portata provinciale, era necessario un passaggio formale aggiuntivo.
  • Questa deroga è prevista dalla legge, col solo limite del requisito della pubblica utilità, che l'amministrazione comunale ha ritenuto soddisfatto in considerazione dell'importante azione di sostegno di Confidi a favore del tessuto produttivo della città.
  • Tutti i riferimenti ai lavori preparatori per il nuovo Piano regolatore generale comunale sono del tutto irrilevanti: fino a completamento dell'iter, infatti, non è facoltà dell'amministrazione negoziare i diritti acquisiti e impedire il loro esercizio, così come previsto negli strumenti di pianificazione preesistenti.

A che punto è l'esame delle offerte per il Prgc

28 novembre 2012 – Come procede

Venerdì 23 novembre si è svolta la quarta seduta pubblica della commissione selezionatrice delle offerte per la redazione tecnica del nuovo Piano regolatore generale di Pordenone, il cui bando era scaduto il 15 ottobre scorso. Terminato l'esame formale degli atti amministrativi, sono state sciolte le riserve e tutti i 14 partecipanti sono stati ammessi alla selezione.

La commissione si riunirà per tutto il mese di dicembre in sedute riservate per la valutazione puntuale delle proposte tecniche, secondo la rigida griglia di valutazione prevista dal bando. Seguirà - indicativamente a fine dicembre, in linea con i tempi previsti dal cronoprogramma dell'amministrazione - la seduta pubblica conclusiva per l'apertura delle offerte economiche e la creazione della graduatoria definitiva. In quell'occasione sarà dichiarata l'aggiudicazione provvisoria dell'incarico, che diventerà definitiva non appena saranno completate le verifiche formali sulla documentazione del vincitore.

La commissione è formata dal dirigente dei settori pianificazione, edilizia privata, attività economiche e lavori pubblici del Comune di Pordenone Antonio Zofrea, che la presiede, dal responsabile del servizio edilizia privata Luciano Ius e, in qualità di membro esterno, dal collaboratore tecnico-professionale esperto dell'Arpa Friuli Venezia Giulia Daniela Pietropoli.

«Un processo assolutamente positivo»

28 novembre 2012 – Dicono di noi

TelePordenone, telegiornale del 24 novembre 2012

Parole chiave: Stefano Santarossa

Condividi su: Facebook, Twitter 0 commenti

Sui giornali del 27 novembre

27 novembre 2012 – Rassegna stampa

121127messaggero17.jpg
Messaggero Veneto, ed. Pordenone, pag. 17

Annotazioni:

  • Riguardo al «coinvolgimento di Porcia e Cordenons nella definizione del piano regolatore», si fa presente che sia lo studio socio econonomico del territorio sia il bando per la redazione tecnica del nuovo Piano regolatore generale di Pordenone fanno preciso riferimento a un territorio sovracomunale costituito dai comuni di Fontanafredda, Roveredo in Piano, San Quirino, Porcia, Cordenons, Fiume Veneto e Zoppola.
  • Tra gli innumerevoli temi guida utilizzati nel corso dei laboratori partecipati di Palazzo Badini in questi mesi, il più ricorrente e trasversale è stato proprio quello dell'area vasta, anche in accoglimento di una precisa richiesta dei partecipanti. I comuni dell'area vasta sono sempre stati invitati a partecipare, hanno ricevuto regolarmente tutto il materiale prodotto e alcuni loro rappresentanti hanno in alcune occasioni preso parte ai lavori.
  • Il 16 novembre scorso si è tenuto in Municipio a Pordenone un incontro con i sindaci dei sette comuni coinvolti nella fase di analisi propedeutica al nuovo Piano regolatore di Pordenone per la presentazione dei primi risultati dello studio socio-economico del territorio.
  • A prescindere dalle buone intenzioni che un capoluogo può mettere nel tentativo di pianificare il territorio a livello di area vasta, non esistono a tutt'oggi strumenti normativi - nemmeno il recentissimo Piano di Governo del Territorio, appena adottato dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - che favoriscano il raggiungimento di tale obiettivo, in mancanza di adesione volontaria delle altre amministrazioni coinvolte. L'amministrazione comunale di Pordenone si sta facendo promotrice di diverse azioni per raggiungere questi obiettivi.

Sui giornali del 25 novembre

25 novembre 2012 – Rassegna stampa

121125messaggero22.jpg
Messaggero Veneto, ed. Pordenone, pag. 22

Parole chiave: T come Trasparente

Condividi su: Facebook, Twitter 0 commenti

Verso il simposio conclusivo

24 novembre 2012 – Come procede

L'intervento introduttivo di Monia Guarino al laboratorio civico T come Trasparente, quinto e ultimo incontro della serie SMART di Pordenone più facile, nel quale si fa l punto sul percorso verso il Piano regolatore e si danno le prime indicazioni per la progettazione partecipata dell'appuntamento finale del 15 dicembre per la presentazione dei risultati alla città.

Laboratorio Trasparenza, cittadini al lavoro

24 novembre 2012 – Come procede

121124trasparente01.jpg
L'apertura dei lavori, con il saluto dell'assessore Martina Toffolo

121124trasparente02.jpgMonia Guarino presenta il laboratorio e il percorso in cui è inserito

121124trasparente03.jpg
Gruppo Confini e regole: la trasparenza è sempre un bene?

121124trasparente04.jpg
Gruppo Informazione iperlocale

121124trasparente05.jpg
Gruppo Flussi di dati in tempo reale

121124trasparente06.jpg
Gruppo Governo aperto

121124trasparente07.jpg
Laboratorio speciale con gli studenti della V E dell'ITG Pertini di Pordenone

121124trasparente08.jpg
Le relazioni in assemblea plenaria dei lavori di gruppo

121124trasparente09.jpg
Sessione pomeridiana
, Marco Toneguzzi illustra il nuovo PGT regionale

Sui giornali del 24 novembre

24 novembre 2012 – Rassegna stampa

121124gazzettinoVII.jpg

Il Gazzettino, ed. Pordenone, pag. VII

Il Report dei laboratori (aggiornamento)

23 novembre 2012 – Cosa trarne

La sintesi dei contributi dei cittadini raccolti nel corso dei laboratori civici verso il nuovo Piano Regolatore della città del 15 settembre (simposio inaugurale), 29 settembre (laboratorio S come Sostenibile), 13 ottobre (M come Mobile), 27 ottobre 2012 (A come Accogliente), 10 novembre (R come Resiliente) e 19 novembre (laboratorio speciale con il terziario. Il Report ha lo scopo di raccogliere e tener traccia dei contenuti del dibattito per come sono emersi in sede di incontro. Il documento sarà in bozza e aperto ai contributi degli incontri successivi fino al 30 novembre 2012

Come un territorio e la sua comunità possono diventare smart. Un percorso di incontri, di ascolto e di condivisione per l'elaborazione partecipata del nuovo Piano Regolatore Generale Comunale

Cerca nel blog