Sezioni

Premio di Bontà "Stella di Natale" – Evento concluso

Tre storie di generosità premiate con la 54ª edizione della "Stella di Natale".#nataleApordenone

Gli altri alleviano le sofferenze di bambini e donne in lotta coi tumori 
Altin, Maurizio, Mirella 

Tre storie di generosità premiate il 26 dicembre in duomo con la "Stella di Natale".

Altin è diventato non vedente dopo lo scoppio di una bomba. Oggi ricondiziona gratis - e lo chiamano da tutta Italia - cellulari e computer di chi si trova nella sua condizione.

Maurizio è medico, uno di quelli che vanno per la maggiore nelle fiction, con la differenza che lui è reale: da subito ha messo cuore, passione e umanità, oltre alle competenze, diventando un faro nella cura e nella gestione, anche emotiva, dei giovani malati oncologici al Cro.

Mirella è nata generosa e ben lo sanno le "sue" donne che combattono la battaglia contro il tumore al seno pagaiando sul dragon boat al lago della Burida.

Tre nomi, tre volti, tre storie unite dal filo rosso dell'altruismo, del dare senza l'attesa di contropartite, in "direzione ostinata e contraria" a egoismi e indifferenze dilaganti, o semplicemente alla comoda attitudine a farsi i fatti propri, così diffusa nel mondo contemporaneo. Altin Sheraj, Maurizio Mascarin e Mirella Burel domenica riceveranno il Premio Stella di Natale della Propordenone, approdato alla 54ª edizione.

Approfondimenti

pubblicato il 2021/12/22 15:12:00 GMT+1 ultima modifica 2021-12-24T08:19:52+01:00
Valuta sito

Valuta questo sito