Sezioni

Comune

La domus communis esiste fin dal 1291, quando Alberto I d’Austria confermò a Pordenone il protostatuto asburgico. La loggia, aperta al piano terreno, un tempo era destinata alle adunanze, alla gestione amministrativa e all’esercizio della giustizia. Il salone superiore servì da fontego, magazzino per le scorte di granaglie e frumento, e da custodia per le armi destinate alla difesa o alla rappresentanza. Frequente fu, soprattutto nel corso del ‘700, l’utilizzo dell’edificio anche per spettacoli, con trasformazione dell’attuale sala del Consiglio in teatro regolare. Al centro sporge l’avancorpo, innalzato alla metà del ‘500, dotato del caratteristico orologio con le raffigurazioni dello Zodiaco, sormontato da un foro che mostra l’alternarsi delle fasi lunari. Il palazzo originariamente sorgeva staccato rispetto agli edifici retrostanti; ad essi fu collegato nel 1877 tramite un cavalcavia. Nel 1928 gli fu addossato l’attuale edificio posteriore con nuovi uffici.
pubblicato il 2009/07/17 09:20:04 GMT+1 ultima modifica 2018-10-24T13:50:32+01:00
Valuta sito

Valuta questo sito