Associazioni online

Il Dante di Anzil

470^ mostra d'arte del Centro Iniziative Culturali Pordenone. A cura di Giancarlo Pauletto e Aulo Toffolo
  • Quando Dal 14/05/2021 al 05/09/2021
  • Dove Galleria Sagittaria - Centro Culturale Casa A. Zanussi - Via Concordia, 7 33170 Pordenone
  • Contatto Centro Iniziative Culturali Pordenone
    0434 553205
    cicp@centroculturapordenone.it
  • Aggiungi l'evento al tuo calendario iCalGoogle Calendar
DAL 14 MAGGIO AL 5 SETTEMBRE LA GRANDE MOSTRA “IL DANTE DI ANZIL”. IN ESPOSIZIONE OLTRE 80 OPERE DEL CELEBRATO ARTISTA FRIULANO ANZIL TOFFOLO, MAESTRO DEL NEOREALISMO: UNA GALLERIA DI VISIONI DANTESCHE LEGATE ALLA DIVINA COMMEDIA. UNA MOSTRA PER RITROVARE L’ARTE DI ANZIL, A VENT’ANNI DALLA SUA SCOMPARSA.

Si preannuncia come un imperdibile evento espositivo che, nel 2021 dedicato alla celebrazioni dantesche, siglerà il ritorno all’arte in presenza con un percorso inedito e suggestivo, a firma di un artista molto noto. Il Dante di Anzil è il titolo della 470^ mostra d’arte allestita alla Galleria Sagittaria di Pordenone (via Concordia 7) dal 14 maggio al 5 settembre 2021, per iniziativa del CICP Centro Iniziative Culturali Pordenone in collaborazione con il centro culturale Casa Antonio Zanussi Pordenone e con il sostegno della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia. Il percorso espositivo, curato da Giancarlo Pauletto e dall’artista Aulo Toffolo figlio di Anzil, coordinato dalla presidente CICP Maria Francesca Vassallo, include, fra tavole a colori e disegni preparatori, un’ottantina di lavori realizzati tra il 1986 e il 1988, attraverso una sorta di “ispirazione immersiva” che Anzil attinse dalle Cantiche della “Divina Commedia”.
Opere che per la prima volta saranno esposte pubblicamente, integrate da una decina di autoritratti scelti lungo il corso di tutta l’amplissima attività del pittore: «quasi una sorta di ricognizione biografica e autobiografica – osserva Giancarlo Pauletto - che ancor meglio potrà mettere lo spettatore, attraverso la varietà delle invenzioni figurali che Anzil dispiega nell’indagine di se stesso, davanti alla sua personalità di pittore “dantesco”».
La mostra è promossa nell’ambito del progetto “Dante 700. Tutte quelle vive luci”, a cura e in parternariato con la Fondazione de Claricini Dornpacher. Si aprirà in streaming venerdì 14 maggio, alle 17.30 dall’Auditorium Lino Zanussi del centro culturale Casa Antonio Zanussi di Pordenone: online sui canali social facebook e youtube centroculturapordenone e sul sito www.centroculturapordenone.it. Interverranno la presidente CICP Maria Francesca Vassallo, Oldino Cernoia, presidente Fondazione de Claricini, i curatori Giancarlo Pauletto e Aulo Toffolo e Franco Calabretto, direttore artistico musicale del CICP. «Siamo lieti – annuncia il presidente Gianfranco Favaro – di inaugurare la mostra “Il Dante di Anzil” come primo apporto al progetto “Tutte quelle vive luci” che includerà anche eventi musicali e convegni. Il “nostro” Dante parlerà con l’appassionata originalità di Anzil, che fece sue molte terzine dantesche declinandole in lingua friulana. Ma parlerà anche con la cifra stilistica del musical e con il fascino della realtà immersiva e multimediale per restituire ai giovani tutta la forza e l’attualità di una voce che arriva da lontano e ci parla ancora».
La mostra “Il Dante di Anzil” resterà visitabile fino al 5 settembre, da lunedì a domenica in orario 9.00/18.00 solo con prenotazione obbligatoria - per singoli o piccoli gruppi, inviando mail a: cicp@centroculturapordenone.it
Le visite del weekend nelle giornate di sabato e domenica vanno necessariamente prenotate entro il venerdì precedente.
Chiuso dall'1 al 15 agosto e le domeniche di luglio e agosto.
E’ garantito il rispetto delle disposizioni in ottemperanza delle norme di sicurezza con procedure di sanificazione e distanziamento secondo decreto vigente.
ultima modifica 2021-05-31T09:29:24+02:00
Valuta sito

Valuta questo sito