Sezioni

Pari opportunità

Il Comune di Pordenone promuove la parità di genere attraverso l’Assessorato e la Commissione Pari opportunità fra uomini e donne.
Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.
È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese. Art. 3.
La donna lavoratrice ha gli stessi diritti e, a parità di lavoro, le stesse retribuzioni che spettano al lavoratore. Le condizioni di lavoro devono consentire l’adempimento della sua essenziale funzione familiare e assicurare alla madre e al bambino una speciale adeguata protezione. [...] Art. 37.
Tutti i cittadini dell’uno o dell’altro sesso possono accedere agli uffici pubblici e alle cariche elettive in condizioni di eguaglianza, secondo i requisiti stabiliti dalla legge. A tale fine la Repubblica promuove con appositi provvedimenti le pari opportunità tra donne e uomini. Art. 51.

Così recitano gli articoli 3, 37 e 51 della Costituzione. A tutt'oggi una parte consistente della popolazione (più della metà) appartenente al genere femminile non gode di una effettiva parità, in una società che ha visto per secoli la supremazia del genere maschile, lasciando indietro le donne in tutti gli ambiti: economico, sociale, politico.

Il cosiddetto percorso di emancipazione delle donne ha avuto una particolare accelerazione negli ultimi anni, senza tuttavia raggiungere l’obiettivo di piena parità, come evidenziano anche gli obiettivi dell’Agenda Onu 2030.

Il Comune di Pordenone ha istituito l’Assessorato alle Pari opportunità nel 2001, a cui è seguita nel 2007 l’istituzione della Commissione Pari opportunità comunale.

» Azioni e attività dell'Assessorato

L’impegno dell’Assessorato è volto a promuovere le pari opportunità in modo trasversale e a 360° in tutti gli ambiti della società, con una azione culturale e politica mirata, lavorando in sinergia con tutti gli altri enti e associazioni del territorio coinvolti e attivi su questi temi.

Nello specifico si è svolto un lavoro rilevante nell’ambito culturale, con particolare attenzione al mondo dei giovani e delle scuole.

L’obiettivo primario è quello di abbattere stereotipi e pregiudizi, che sono alla base di tutte le discriminazioni e violenze subite dalla donne, affiancando un percorso di azioni positive per supportare l’affermarsi delle donne nel lavoro e nella società.

Una parte importante delle attività e dei progetti dell’assessorato viene dedicata al contrasto alla violenza maschile sulle donne. Si sono volute estendere infatti le iniziative della giornata internazionale contro la violenza sulle donne, il 25 novembre, dapprima a una Settimana e successivamente a oltre un mese con il calendario congiunto di tutte le amministrazioni della Destra Tagliamento “Uniti contro la violenza sulle donne”, coordinato dall’assessorato del Comune di Pordenone.

A supporto e rafforzamento dell’assessorato sono attivi diversi protocolli. I più importanti, che lavorano in stretta connessione fra loro e che sono stati presentati a livello nazionale (gennaio 2019 Stati generali delle donne a Matera città della cultura; novembre 2019 Stati generali della amministratrici Anci, Bologna), sono:

  • CARTA DI PORDENONE
    Protocollo d’intesa “Media e Rappresentazione di Genere” per promuovere una rappresentazione rispettosa della dignità della persona nell’ambito dell’informazione e della comunicazione, promosso e sottoscritto nel 2015 da Comune di Pordenone (Assessorato alle Pari Opportunità; Commissione Pari Opportunità), Consigliera di Parità Provincia di Pordenone (ora area vasta), Ordine dei Giornalisti del Friuli Venezia Giulia, Assostampa del Friuli Venezia Giulia, Circolo della Stampa di Pordenone, Associazione Voce Donna Onlus - Centro Antiviolenza di Pordenone, Teatro Comunale “G. Verdi” di Pordenone.
    È stato firmato nel 2015.
    » Vai alla pagina dedicata

  • PROTOCOLLO D’INTESA TRA COMUNI DEL TERRITORIO PORDENONESE
    Per la realizzazione di progetti, interventi, azioni ed eventi finalizzati a favorire la parità di genere. Promosso dal Comune di Pordenone, che assume anche il ruolo di coordinamento, è stato firmato nel 2017 da tutti e 50 i Comuni del Friuli Occidentale, con l’idea di creare una rete trasversale e coesa su tutti i temi della parità di genere. Il protocollo realizza ogni anno due calendari di iniziative: “Uniti contro la violenza sulle donne” e “L’8 marzo dei Comuni”. Il lavoro di rete e coordinamento avviato sul territorio dall’Assessorato alle Pari Opportunità, è stato riconosciuto da Anci Fvg, che ha deciso di istituire il tavolo Anci Fvg per le politiche di genere, nominando come referente l’assessora di Pordenone Guglielmina Cucci.
    » Scarica il documento (pdf)
PRENDI NOTA

📌 Ufficio Pari Opportunità del Comune di Pordenone
pariopportunita@comune.pordenone.it

📌 Consigliera di parità. Assistenza in caso di discriminazioni di genere sul lavoro: conspar.pordenone@regione.fvg.it

📌 Voce donna, centro antiviolenza. Tel  0434 21779, per emergenze 24/24h  3343295364; vocedonnapn@gmail.com 

📌 In prima persona, uomini contro la violenza. Sportello di ascolto per uomini maltrattanti: 327 3377060

📌 SHAW, un'applicazione per la sicurezza delle donne: scaricala qui 
Valuta sito

Valuta questo sito