Sezioni

Natale a Pordenone, una città di luce e stelle

29/11/2021 – Presentato il ricco programma degli eventi dal 4 dicembre 2021 al 9 gennaio 2022. Più di 200 appuntamenti concentrati nelle tre piazze centrali di Pordenone (XX Settembre, della Motta e Risorgimento), ma anche nelle vie del centro e nei quartieri, nelle biblioteche e nei teatri, nei musei e nei locali della città.
Natale a Pordenone, una città di luce e stelle
https://www.comune.pordenone.it/it/comune/comunicazione/comune-informa/notizie/natale-a-pordenone-una-citta-di-luce-e-stelle
Natale a Pordenone, una città di luce e stelle 768px 576px
Presentato il ricco programma degli eventi dal 4 dicembre 2021 al 9 gennaio 2022. Più di 200 appuntamenti concentrati nelle tre piazze centrali di Pordenone (XX Settembre, della Motta e Risorgimento), ma anche nelle vie del centro e nei quartieri, nelle biblioteche e nei teatri, nei musei e nei locali della città.
Comune di Pordenone
76px 76px
2021-11-30T11:06:24+01:00

Il Natale a Pordenone regala alla città un restyling completo con luminarie e addobbi a tema, per segnare percorsi ed eventi diffusi, che la attraverseranno rendendola affascinante, viva, dinamica e colorata al pari di una capitale europea.

A presentarne i contenuti e gli eventi, il sindaco di Pordenone Alessandro Ciriani, l’assessore alla cultura Alberto Parigi, il vicesindaco e assessore alla sicurezza e commercio Emanuele Loperfido e il responsabile dell’associazione Sviluppo e Territorio Andrea Malacart.

Visita » comune.pordenone.it/natale

«Scelte culturali e di intrattenimento – spiega l’assessore Parigi – che rispondano il più possibile ad esigenze e gusti, per offrire a Pordenone l'opportunità di manifestare le più diverse espressioni culturali, la voglia di stare assieme, la forza della ripresa e il divertimento in sicurezza. Il rispetto della normativa anti covid è assolutamente garantito con controlli, accessi agli eventi regolati da ingressi contingentati e possesso del Green pass, per una fruizione in totale sicurezza ma senza prenotazione anche a capodanno».

Pista di pattinaggio sul ghiaccio, installazioni artistiche, concerti, spettacoli, teatro, mostra di presepi, tanta musica e grandi mostre, ma anche casette enogastronomiche con i prodotti tipici del territorio, presenti in tutte e tre le piazze.

Attività, giochi ed intrattenimento per bambini con spettacoli e laboratori e uno spazio a loro dedicato in Biblioteca, con un servizio di animazione e babysitting per divertirsi in libertà mentre i grandi fanno shopping.

«Abbiamo attinto alle grandi potenzialità di Pordenone – spiega l’assessore Loperfido – per attrarre anche pubblico da fuori città e da fuori regione, con l’obiettivo di restituire alla città quanta più normalità possibile dopo l’emergenza epidemiologica. Un punto di partenza per elaborare un format poliedrico di intrattenimento, conciliandolo con il particolare momento che stiamo vivendo, quindi in sicurezza, con un’organizzazione gestita alla perfezione».

Una città che rivive nello spirito degli eventi, nella musica, nel design di strade e piazze, nelle opportunità che crea, per invogliare a frequentarne i negozi, i locali, i quartieri periferici.

Spazio agli eventi nella tradizionale piazza XX Settembre, ma anche in piazza Risorgimento con musica e spettacoli, il mercato alimentare italiano e l’animazione per bambini, e in piazza della Motta, colorata di rosa in onore delle Donne in Rosa e di Elisabetta Imelio, teatro di una quindicina di concerti in collaborazione con la Casa della Musica.

Le mostre d’arte visitabili sono 13, la più rinomata delle quali è Il sogno delle cose, in Galleria Bertoia fino al 13 febbraio 2022.

«La nostra intenzione nel prossimo futuro – conclude il sindaco di Pordenone Alessandro Ciriani- è di declinare quanto più possibile momenti dell’anno importanti come il Natale e l’estate in chiave turistica, attraverso iniziative di grandissimo spessore che trasformino Pordenone in città attrattiva per turisti da fuori città e regione. Il Natale di Pordenone vuole essere un Natale di condivisione, perché la città ha bisogno di ritrovarsi unita almeno e di stare assieme in un rinnovato spirito di concordia».

Valuta sito

Valuta questo sito