Sui giornali del 23 novembre

23 novembre 2012Rassegna stampa

121123messaggero19.jpg
Messaggero Veneto, ed. Pordenone, pag. 19

Trasparenza, sabato si chiude il ciclo SMART

22 novembre 2012Dove partecipare
Trasparenza, sabato si chiude il ciclo SMART

Con il laboratorio T come Trasparente, in programma sabato 24 novembre a Palazzo Badini, si completa l'acronimo SMART (Sostenibilie, Mobile, Accogliente, Resiliente, Trasparente) e con esso il ciclo di laboratori civici verso il nuovo Piano regolatore di Pordenone. Non sarà l'ultima occasione per partecipare alle attività di Pordenone più facile, perché molte iniziative ancora ci aspettano tra la fine del 2012 e il 2013, ma con l'incontro di sabato si chiude la lunga fase di analisi propedeutica alla redazione del piano regolatore, iniziata in estate (vedi il percorso fin qui).

Quattro i temi guida per le attività di gruppo del laboratorio di sabato:

  • flussi di dati: quali sono? Chi li produce e chi li utilizza?
  • informazione iperlocale: quali competenze "di quartiere"? Quale contributo dal cittadino?
  • governo aperto: quali consapevolezze e co-responsabilità? Quali strumenti e linguaggi?
  • confini e regole: la trasparenza è sempre un bene?

Come di consueto le attività si svolgeranno a Palazzo Badini dalle 9 alle 12 e saranno basate sul dibattito strutturato attraverso domande guida. Nel pomeriggio, dalle 15 alle 17, è previsto inoltre un confronto dedicato al nuovo Piano di governo del territorio della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia (adottato a fine ottobre con decreto del Presidente della regione n° 267/2012) per condividere possibili osservazioni. Durante la giornata, i partecipanti saranno coinvolti nell'organizzazione della rappresentazione collettiva alla città del lavoro svolto nel corso del simposio del 15 dicembre prossimo.

Alle attività del mattino di sabato prenderanno parte anche gli studenti diciottenni della V E dell'ITG Sandro Pertini di Pordenone, accompagnati dai docenti Paolo Pezzotti e Stefano Santarossa. I ragazzi saranno coinvolti nei gruppi di lavoro e si confronteranno con il resto dei partecipanti, portanto il contributo di una fascia d'età che finora nei laboratori non è stata adeguatamente rappresentata.

La partecipazione al laboratorio è gratuita, ma come sempre è gradita la registrazione.

Il Consiglio comunale dei ragazzi al Badini

22 novembre 2012Come procede

121122ccr01.jpg
Il saluto del sindaco Claudio Pedrotti

121122ccr02.jpg
Il lavoro in gruppi

121122ccr03.jpg
Si costruisce la città

121122ccr05.jpg
Ognuno ha scritto su un foglio la sua idea per la città

121122ccr06.jpg
Le idee dei ragazzi scendono in piazza Cavour e cercano il confronto con la città

121122ccr08.jpg
Tra i temi ricorrenti: gli spazi per i ragazzi, le piste ciclabili, il rispetto delle regole

121122ccr07.jpg
La sessione plenaria conclusiva

Giovedì il consiglio comunale dei ragazzi

21 novembre 2012Dove partecipare

Giovedì 22 novembre il Consiglio comunale dei ragazzi si riunisce in seduta speciale e allargata per discutere sulla città del futuro. 80 rappresentanti degli studenti delle scuole primarie e medie della città, insieme ai loro insegnanti, lavoreranno insieme per l'intera mattina a Palazzo Badini, riflettendo sulle caratteristiche della città, della cittadinanza e sulle idee per rendere Pordenone più vicina ai loro ideali. L'incontro è stato preparato nei giorni precedenti nelle scuole con approfondimenti sulla nascita delle comunità e sul modo in cui queste si sostengono nel tempo.

A Palazzo Badini si svolgeranno lavori di gruppo multimateriale, con la produzione di disegni e messe in scena che porranno in relazione gli oggetti della città (le case, le strade, le scuole, gli ospedali, i parchi ecc.) con i cittadini attraverso la condivisione di regole. Infine ai partecipanti sarà chiesto di descrivere in sintesi come immaginano la loro città tra 10 anni, anche spaziando liberamente con la fantasia. La sintesi finale si baserà sulla lettura dei testi testi scritti dai bambini e dai ragazzi ed entrerà a far parte dei materiali dell percorso partecipato verso il nuovo Piano regolatore. Le idee dei giovani consiglieri saranno esposte temporaneamente anche in piazza Cavour, per dare loro risalto e farle conoscere alla comunità.

Il sito del Consiglio comunale dei ragazzi

L'invito della giunta comunale al CCR

Sui giornali del 20 novembre

20 novembre 2012Rassegna stampa

121120gazzettinoIX.jpg
Il Gazzettino, ed. Pordenone, pag. IX

121120messaggero19.jpg
Messaggero Veneto, ed. Pordenone, pag. 19

Laboratorio con il terziario, i lavori al Badini

19 novembre 2012Come procede

121119labcommercio01.jpg
Gli assessori Martina Toffolo e Bruno Zille introducono l'incontro

121119labcommercio02.jpg
Monia Guarino ricostruisce le tappe del percorso Pordenone più facile

121119labcommercio03.jpg
I partecipanti alla sessione del mattino

121119labcommercio04.jpg
Lavori in corso durante la sessione mattutina

121119labcommercio05.jpg
La sessione pomeridiana

121119labcommercio06.jpg
Partecipanti alla sessione pomeridiana

Sui giornali del 19 novembre

19 novembre 2012Rassegna stampa

121119messaggero8.jpg
Messaggero Veneto, ed. Pordenone, pag. 8

Sui giornali del 18 novembre

18 novembre 2012Rassegna stampa

121118gazzettinoVI.jpg
Il Gazzettino, ed. Pordenone, pag. VI

121118messaggero20.jpg
Messaggero Veneto, ed. Pordenone, pag. 20

Al via le esercitazioni degli studenti Iuav

17 novembre 2012Come procede

Come abbiamo anticipato in precedenza, lo Iuav sta seguendo da vicino i lavori di Pordenone più facile. Il percorso partecipato della città verso il nuovo Piano regolatore è stato scelto dai docenti Giulio Ernesti, Ruben Baiocco e Moreno Baccichet come esercitazione pratica per gli studenti del Laboratorio di sintesi del corso di laurea in Pianificazione della città, nell'ambito del Dipartimento di progettazione e pianificazione in ambienti complessi. Oggetto dell'esercitazione è la sperimentazione di strumenti e modalità per attivare il confronto con la comunità su scelte di carattere pubblico, come la rifunzionalizzazione di luoghi e progettazione architettonica di spazi comuni.

I temi scelti dagli aspiranti architetti fungono da pretesto per sperimentare insieme ai cittadini interessati la tecnica della charrette: il termine deriva dal francese e significa piccolo carro, con riferimento al mezzo di trasporto originariamente usato dagli studenti d’arte e di architettura durante il XIX secolo per portare i loro lavori all’università di Parigi. Lungo le strade di campagna, procedendo in gruppo verso l’università, accadeva loro di incontrare contadini, albergatori e altri cittadini che suggerivano le modifiche o i miglioramenti da apportare ai loro lavori. I contributi realizzati dagli studenti Iuav a fine novembre in diversi punti della città saranno utilizzati per comporre la loro prova d’esame.

Il lavoro di analisi sul territorio preparatorio alla charrette condotto dagli studenti sarà considerato nel quadro conoscitivo comune che sarà consegnato ai progettisti incaricati della redazione tecnica del nuovo Piano regolatore, documento unico che riunirà i contributi dei cittadini raccolti nel corso dei laboratori SMART di Pordenone più facile, lo studio socio-economico del territorio e l'analisi preliminare urbanistica e ambientale.

Laboratorio con il terziario

16 novembre 2012Dove partecipare

Lunedì 19 novembre a Palazzo Badini è in programma un laboratorio speciale del percorso partecipato verso il nuovo Piano regolatore della città rivolto in modo specifico agli operatori del settore economico, commerciale, dell'artigianato e dei servizi ricettivi. L'incontro è stato organizzato dall'amministrazione comunale in collaborazione con Ascom per garantire anche a chi è impossibilitato a partecipare agli incontri bisettimanali del sabato di dare il proprio punto di vista e confrontarsi sugli scenari per la città dei prossimi decenni.

Gli argomenti guida per la discussione saranno tre: attrattività e struttura urbana, competitività e struttura distributiva e nuove dinamiche di consumo. Nel corso del laboratorio saranno anche presentati i primi risultati dello studio socio-economico territoriale.  Il laboratorio si terrà dalle 10.30 alle 13 e dalle 14.30 alle 17. A Palazzo Badini saranno disponibili i materiali prodotti finora nel corso degli incontri di Pordenone più facile.

Stasera appuntamento in centro

14 novembre 2012Dove partecipare

Dopo gli appuntamenti delle settimane scorse a San Gregorio, Vallenoncello, Borgomeduna, Villanova e Torre, questa settimana tocca al centro città. L'appuntamento, organizzato in collaborazione con la Circoscrizione Centro, è fissato per questa sera alle 20.30 nella saletta dell'ex Convento di San Francesco, con entrata in via San Francesco.

L'amministrazione comunale sta incontrando tutti i quartieri della città per illustrare i dettagli del percorso partecipato Pordenone più facile. È un'occasione per fare il punto sul Piano regolatore e per approfondire tutte le occasioni di partecipazione che sono state previste per i cittadini, i cui contributi costituiranno parte integrante delle direttive che saranno assegnate ai professionisti incaricati della redazione tecnica.

Scarica e diffondi la locandina.

Studio socio-economico, i primi dati

13 novembre 2012Come procede

Nel corso del laboratorio R come Resiliente, la società Tolomeo studi e ricerche ha presentato i primi dati emersi nel corso dello studio socio-economico del territorio pordenonese. L'analisi sarà pubblicata ufficialmente a dicembre e farà parte del pacchetto di analisi per la redazione tecnica del nuovo Piano regolatore. Il responsabile della ricerca Sergio Maset ha inquadrato il lavoro svolto finora e ha compiuto una panoramica della sezione quantitativa della ricerca. Si tratta del solo scenario conservativo dello studio, mentre le proiezioni di 5/10 al variare di indicatori strutturali saranno rese note al termine del lavoro. Scopo dell'incontro era permettere ai partecipanti ai laboratori civici di intervenire nella ricerca in una fase ancora interlocutoria, in modo da indirizzare eventuali approfondimenti utili soprattutto per la definizione degli scenari qualitativi.


(Questo articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione con l'integrazione il video dell'intervento di Sergio Maset, tratto dal laboratorio R come Resiliente di sabato 10 novembre a Palazzo Badini)

Sui giornali dell'11 novembre

11 novembre 2012Rassegna stampa

121111gazzettinoXa.jpg
Il Gazzettino, ed. Pordenone, pag. X

121111gazzettinoXb.jpg
Il Gazzettino, ed. Pordenone, pag. X

121111messaggero15.jpg
Messaggero Veneto, ed. Pordenone, pag. 15

121111messaggero19.jpg
Messaggero Veneto, ed. Pordenone, pag. 19


Annotazioni:

Che cos'è la resilienza?

10 novembre 2012Come procede

Che cos'è la resilienza? A che punto è arrivato il percorso partecipato verso il nuovo Piano regolatore? Le risposte di Monia Guarino, responsabile dei processi partecipativi di Pordenone più facile, in apertura del laboratorio R come Resiliente.

Il report dei laboratori (aggiornamento)

10 novembre 2012Come procede

Pubblichiamo il report aggiornato ai contenuti del simposio e dei laboratori S come Sostenibile, M come Mobile e A come Accogliente. Il report è sempre in bozza, aperto a contributi ulteriori, fino a fine novembre.

Laboratorio Resilienza, i cittadini al lavoro

10 novembre 2012Come procede

121110resiliente01.jpg
Il saluto dell'assessore all'urbanistica Martina Toffolo

121110resiliente02.jpg
Monia Guarino spiega l'agenda del giorno

121110resiliente03.jpg
Gruppo Area vasta: capitali comuni e identitari

121110resiliente04.jpg
Gruppo Capitale sociale-relazionale

121110resiliente05.jpg
Gruppo Capitale creativo-imprenditoriale

121110resiliente06.jpg
Gruppo Capitale ecologico-territoriale

121110resiliente07.jpg
Le relazioni dei gruppi in sessione plenaria

121110resiliente08.jpg
La discussione in sessione plenaria

121110resiliente09.jpg
Interventi in sessione plenaria

121110resiliente10.jpg
Sergio Maset
anticipa i primi dati dello studio socio-economico

Sui giornali del 10 novembre

10 novembre 2012Rassegna stampa

121110gazzettinoV.jpg
Il Gazzettino, ed. Pordenone, pag. 5

121110messaggero15.jpg
Messaggero Veneto, ed. Pordenone, pag. 15

  • Per un'idea più approfondita di che cosa succede oggi a Palazzo Badini si può consultare il programma della giornata
  • Riguardo alla concomitanza con le manifestazioni previste in centro città nel pomeriggio: le attività pomeridiane del laboratorio iniziano alle 15, la partenza del corteo è fissata alle 16 dal Municipio. Prefettura e Questura garantiscono il presidio del territorio.

Incentivi ai dipendenti ciclisti

9 novembre 2012Idee per la città

I contenuti pubblicati in questa sezione, chiamata Idee per la città, sono proposte, provocazioni o esplorazioni condivise spontaneamente dai cittadini, che l'amministrazione comunale raccoglie e rilancia in modo trasparente perché siano spunto di analisi nel corso del percorso partecipato Pordenone più facile. Questo spazio è aperto: tutti sono invitati a condividere le loro idee (scopri come). La pubblicazione del materiale non costituisce in alcun modo giudizio di valore da parte del Comune di Pordenone, né implica assunzione di impegni da parte dell'amministrazione.


Mi permetto di dare uno spunto per un'idea riguardo la Mobilità, che riguarda l'utilizzo della bicicletta e che si può inserire nell'ambito dell'area vasta.
L'idea è quella di proporre, magari non solo a livello cittadino ma a livello provinciale (per questo, area vasta), un accordo tra imprese della zona e comune/provincia stessa, che prevede incentivi per le imprese che accettano di aiutare i loro dipendenti ciclisti in vari modi, per esempio con buoni, permessi, incentivi economici. In questo modo si darebbe un aiuto tangibile a chi già utilizza la bicicletta, e sarebbe un forte incentivo per spingere altri lavoratori ad usarla, riducendo l'uso dell'automobile con tutti i vantaggi che ciò comporta.

Dario Zanette

Su Il Momento di novembre

9 novembre 2012Rassegna stampa

1211ilmomento7.jpg

Il Momento di novembre 2012, pag. 7 (il numero è consultabile online)

Sabato il confronto sulla città resiliente

8 novembre 2012Dove partecipare
Sabato il confronto sulla città resiliente

Siamo giunti al quarto laboratorio del percorso partecipato verso il nuovo Piano regolatore di Pordenone: sabato 10 novembre, come sempre a Palazzo Badini, esploriamo il concetto di resilienza, ovvero la capacità creativa di una comunità di far fronte a situazioni problematiche attivando capacità, attitudini e risorse (anche economiche) che in una condizione normale sarebbero latenti o rimarrebbero sottotraccia. Si tratta di un laboratorio molto importante perché dalle questioni (Sostenibile, Mobile, Accogliente) si passa agli “approcci” (Resiliente, Trasparente).

Il programma della giornata è particolarmente ricco. Si comincia alle 9 con un riepilogo di tutto ciò che di rilevante è emerso finora nei laboratori dedicati alla sostenibilità, alla mobilità e all'accoglienza. Quindi, come di consueto, i partecipanti saranno divisi in gruppi tematici, animati da un facilitatore. I temi guida saranno il capitale sociale-relazionale, il capitale creativo-imprenditoriale, il capitale ecologico-territoriale e i capitali comuni/identitari in area vasta. Alle 12 c'è la sintesi in sessione plenaria, durante la quale i portavoce dei diversi gruppi tematici presenteranno gli argomenti emersi durante la discussione.

I lavori riprenderanno alle 15, sempre a Palazzo Badini, con l'anticipazione dei primi risultati dello studio socio-economico del territorio, in corso di completamento da parte della società Tolomeo studi e ricerche, con la direzione scientifica di Paolo Feltrin. Il curatore dello studio, Sergio Maset illustrerà le variabili e gli indicatori di carattere economico, demografico e statistico più rilevanti emersi nel corso dell'analisi quantitativa e le tendende prevedibili per i prossimi cinque anni rispetto ai trend regionali e nazionali. Seguirà, alle 16, la discussione con i partecipanti.

Lo studio integrale, che comprenderà anche una parte di analisi qualitativa, sarà presentato nel mese di dicembre e farà parte della "dote" da consegnare a fine anno ai professionisti che si aggiudicheranno l'incarico per la redazione tecnica del nuovo Piano regolatore. Nello spirito che sta alimentando l'intero percorso partecipato, l'amministrazione comunale ha ritenuto importante condividerne l'impostazione con i cittadini e mettere in evidenza fin d'ora eventuali questioni che i partecipanti ai laboratori rintengono importante approfondire.

Incontriamoci giovedì a Torre

5 novembre 2012Dove partecipare

L'amministrazione comunale sta incontrando tutti i quartieri della città per illustrare i dettagli del percorso partecipato Pordenone più facile. È un'occasione per fare il punto sul Piano regolatore e per approfondire tutte le occasioni di partecipazione che sono state previste per i cittadini, i cui contributi costituiranno parte integrante delle direttive che saranno assegnate ai professionisti incaricati della redazione tecnica.

Dopo gli appuntamenti delle settimane scorse a San Gregorio, Vallenoncello, Borgomeduna e Villanova, questa settimana è la volta di Torre. L'appuntamento, in collaborazione con la Circoscrizione, è fissato per giovedì 8 novembre alle 20.30 nella saletta della Bastia del Castello di Torre, in via Vittorio Veneto.

Scarica e diffondi la locandina.

La linea di partenza delle smart city italiane

30 ottobre 2012Dicono di noi

Forum PA, il centro nazionale per l'incontro tra pubbliche amministrazioni, imprese e cittadini, ha presentato martedì mattina alla Smart City Exhibition in corso a Bologna un'indagine approfondita sui capoluoghi italiani sulla base di numerosi indicatori tradizionalmente associati al modello della smart city (economia, ambiente, governance, qualità della vita, mobiità, capitale sociale). «Non è una classifica finale», dice apertamente lo studio, «ma la linea di partenza di una gara ancora tutta da correre».

Nella graduatoria generale ai primi posti compaiono Bologna, Parma e Trento. Tra le città metropolitane emergono Bologna, Firenze e Milano. Pordenone, che ha iniziato in settembre il suo percorso (partecipato) verso la smart city contestualmente alla redazione del nuovo Piano regolatore, si piazza al 37° posto, con valutazioni molto competitive in campo ambientale (6° posto nazionale) e per quanto riguarda il capitale sociale (18° posto) e migliorabili in fatto di qualità della vita (52°) e mobilità (62°). Per quanto riguarda il Friuli Venezia Giulia, Udine si piazza al 23° posto, Trieste al 30°, Gorizia al 60°. L'elenco degli indicatori considerati, tratti dalle più importanti banche dati nazionali, e la metodologia scelta sono consultabili nel documento integrale scaricabile sul sito di Forum PA, previa registrazione.

icityrate.jpg
Fonte: ICity Rate ForumPA, ottobre 2012

Sui giornali del 29 ottobre

29 ottobre 2012Rassegna stampa

121029messaggero12b.jpg
Messaggero Veneto, ed. Pordenone, pag. 12

121029messaggero12a.jpg
Messaggero Veneto, ed. Pordenone, pag. 12

Laboratorio Accoglienza, i gruppi al lavoro

27 ottobre 2012Come procede

121027accoglienza0.jpg
L'assessore all'urbanistica Martina Toffolo apre i lavori

121027accoglienza1.jpg
Monia Guarino fa il punto sul percorso partecipato

121027accoglienza2.jpg
L'assemblea plenaria

121027accoglienza5.jpg
Gruppo Area vasta: mutualità, reciprocità, relazioni d'aiuto

121027accoglienza3.jpg
Gruppo Conflitti e convivenze tra diversità: cultura e religione

121027accoglienza4.jpg
Gruppo Conflitti e convivenze tra diversità: età, agio e disagio

121027accoglienza7.jpg
Gruppo Chi vive la città ma non la abita: opportunità, fruibilità, percezione

Sui giornali del 27 ottobre

27 ottobre 2012Rassegna stampa

121028gazzettinoIII.jpg

Il Gazzettino, ed. Pordenone, pag. III

Sui giornali del 26 ottobre

26 ottobre 2012Rassegna stampa

121026messaggero23.jpg

Messaggero Veneto, ed. Pordenone, pag. 23

Accoglienza, i laboratori a Palazzo Badini

26 ottobre 2012Dove partecipare
Accoglienza, i laboratori a Palazzo Badini

Puntuali ogni due settimane, come da programma, i laboratori partecipati di Pordenone più facile aprono le porte di Palazzo Badini. Appuntamento alle 9 di sabato prossimo, 27 ottobre, per animare i lavori di gruppo di A come Accogliente, il terzo incontro della serie S.M.A.R.T. dopo la S di Sostenibile e la M di Mobile. I temi guida in questa occasione saranno:

  • Area vasta: mutualità, reciprocità, relazioni d’aiuto
  • Conflitti e convivenze tra diversità: cultura e religione
  • Conflitti e convivenze tra diversità: età, agio e disagio
  • Chi vive la città ma non la abita: opportunità, fruibilità, percezione

Al termine delle discussioni, come di consueto, i gruppi presenteranno la sintesi delle loro riflessioni di fronte all'assemblea plenaria (come funziona il percorso partecipato). Anche in questa occasione, la sede rimarrà aperta anche al termine del programma ufficiale e fino alle 18, a disposizione dei cittadini che vorranno dare vita ad approfondimenti spontanei o di quanti vorranno prendere visione del materiale prodotto fino a questo momento.

Per rendere più fluidi i tempi di lavoro, l'amministrazione comunale offrirà il caffé ai partecipanti durante la pausa di metà mattina. Assecondando la logica di scambio e buon vicinato tra cittadini che sempre più anima gli incontri, saranno benvenuti dolci e prodotti messi a disposizione da parte di quanti avessero piacere di contribuire alla riuscita della giornata.

Tutti i cittadini sono invitati a partecipare. La partecipazione al laboratorio è libera, ma è gradita la registrazione.

Com'è andata a Ravenna

26 ottobre 2012Dicono di noi

Giovedì pomeriggio Martina Toffolo e Sergio Maistrello hanno presentato il percorso partecipato Pordenone più facile durante l'ultima giornata dell'edizione 2012 delle Ravenna Future Lessons, nel corso di un incontro dedicato all'intelligenza delle smart city. La conferenza, che prevedeva anche un'introduzione via Skype di Luca De Biase e testimonianze dal Comune di Milano (Area C e soluzioni smart per la mobilità) e in merito alla candidatura di Ravenna a capitale europea della cultura 2019, è stata trasmessa in diretta web. L'esperienza pordenonese ha ricevuto diversi apprezzamenti sia in sala sia nei rilanci sui social network, e in particolare su Twitter (ne riportiamo di seguito una selezione).

Sui giornali del 25 ottobre

25 ottobre 2012Rassegna stampa

121025messaggero19.jpg

Messaggero Veneto, ed. Pordenone, pag. 19

Vedi, per completezza, Pordenone alle Ravenna Future Lessons

L'invito al Consiglio comunale dei ragazzi

24 ottobre 2012Dove partecipare

L'assessore all'urbanistica Martina Toffolo invita i partecipanti al Consiglio comunale dei ragazzi, riunito in Municipio per l'incontro inaugurale dell'anno scolastico 2012/13, a prendere parte con le proprie idee al percorso partecipato Pordenone più facile.

Pordenone alle Ravenna Future Lessons

24 ottobre 2012Come procede

Pordenone si sta segnalando come esperienza all'avanguardia a livello nazionale per la peculiare combinazione tra partecipazione civica, redazione del Piano regolatore, progettazione della smart city e condivisione online. A conferma dell'interesse che sta generando Pordenone più facile, l'amministrazione comunale è stata invitata a partecipare a Ravenna alle Future Lessons, una tre giorni di conferenze pensate per giovani dai 18 ai 35 anni iniziata martedì.

Domani pomeriggio l'assessore all'urbanistica Martina Toffolo, insieme a Monia Guarino (responsabile dei processi partecipativi di Pordenone più facile) e Sergio Maistrello (responsabile web e social media), sarà ospite della sessione dedicata all'«intelligenza delle smart city» insieme al giornalista Luca De Biase, al direttore generale dell'Aster Emilia Romagna Paolo Bonaretti, al responsabile pianificazione e mobilità di Amat Milano Valentino Sevino e ai rappresentanti della candidatura di Ravenna a capitale europea della cultura per il 2019. I lavori delle Ravenna Future Lessons sono trasmessi in diretta web. Su Twitter i contenuti sono contrassegnati dalla parola chiave #rfl2012.

Il gruppo di lavoro di Pordenone più facile sarà inoltre in trasferta la prossima settimana a Bologna per partecipare alla Smart City Exhibition, una manifestazione organizzata da Forum PA e Bologna Fiere per promuovere la comunicazione e lo scambio di pratiche tra le città che hanno intrapreso un percorso di sviluppo sul modello della smart city. Il programma congressuale dell'iniziativa vede la partecipazione dei maggiori esperti internazionali di tecnologie digitali, partecipazione civica e comunicazione pubblica.

Vedi anche Lo Iuav studia il piano di Pordenone

Sui giornali del 24 ottobre

24 ottobre 2012Rassegna stampa

121024messaggero23.jpg

Messaggero Veneto, ed. Pordenone, pag. 23

121024gazzettinoIX.jpg

Il Gazzettino, ed. Pordenone, pag. IX

Sui giornali del 23 ottobre

23 ottobre 2012Rassegna stampa

121023messaggero17.jpg
Messaggero Veneto, ed. Pordenone, pag. 17

121023gazzettinoIII.jpg
Il Gazzettino, ed. Pordenone, pag. III

Su Pordenone Sette News di ottobre

23 ottobre 2012Rassegna stampa

121006pnsette1.jpg

121006pnsette3.jpg

Pordenone Sette News, n. 5 del 6 ottobre 2012, pagg. 1-3

pubblicato il 2012/06/21 10:05:00 GMT+2 ultima modifica 2018-11-30T13:52:31+02:00
Valuta sito

Valuta questo sito