Biblioteca Civica di Pordenone

Presentazione del libro “Sono scesi i lupi dai monti" – Evento concluso

Incontro con l'autore Piero Tarticchio, finalista per la sezione 'romanzo storico' del Premio Acqui Storia 2022. Presentazione a cura di Gianni Giugovaz. #BiblioPN

I massacri delle foibe e l’esodo giuliano-dalmata hanno segnato un capitolo doloroso della storia italiana del XX secolo. All’interno di questa terribile cornice, Piero Tarticchio racconta in prima persona la sua vita, quella di suo padre infoibato dai partigiani di Tito nel 1945, dei suoi familiari, e di come fu costretto a diventare adulto a 11 anni. In una scrittura, ora romanzesca ora diaristica, i ricordi personali scorrono e si ricompongono intorno al racconto corale del popolo istriano.

Uno spaccato di Storia tenuto sottotraccia per cinquantasette anni e qui esposto come un affresco avvincente e coinvolgente nel quale l’Autore illustra, con emozione e forza, l’odissea di quanti hanno subito le conseguenze di una tragedia non ancora del tutto condivisa.

Tarticchio è fra i 16 autori finalisti della 55ª edizione del Premio Acqui Storia, che si distingue come uno dei più importanti premi non solo in Italia, ma in tutta Europa, per i libri di argomento storico, a cui il Presidente della Repubblica ha voluto conferire, a partire dalla 42ª edizione, una speciale medaglia in bronzo.
Dei 162 volumi partecipanti al concorso, appartenenti alla produzione storiografica nazionale ed internazionale, sono stati selezionati cinque nella sezione storico scientifica, cinque nella sezione storico divulgativa e sei nella sezione romanzo storico.

I nomi dei vincitori delle tre sezioni dell’Acqui Storia verranno resi noti a fine settembre.

 

PIERO TARTICCHIO (Gallesano - Pola, 1936), pittore, scrittore, giornalista, vive e lavora a Milano. Presidente del Centro di Cultura Giuliano-Dalmata, ha diretto il periodico «L’Arena di Pola». Per quarantadue anni ha operato come creativo nel campo della comunicazione visiva nelle principali agenzie di pubblicità. Ha disegnato la stele del Monumento in ricordo dei martiri delle foibe e dell’esodo giuliano-dalmata in Piazza della Repubblica a Milano. Con Mursia ha pubblicato La capra vicina al cielo (2015) e Maria Peschle e il suo giardino di vetro (2019).

GIANNI GIUGOVAZ, nato a Pirano nel 1952, esule istriano, assessore per due mandati ed ex sindaco del comune di San Quirino.

 

Approfondimenti

pubblicato il 2022/08/02 18:58:42 GMT+2 ultima modifica 2022-08-02T18:58:42+02:00
Valuta sito

Valuta questo sito