Biblioteca Civica di Pordenone

Presentazione del libro: "Elefante blu": una fiaba sulle malattie metaboliche ereditarie [RINVIATO A DATA DA DESTINARSI] – Evento concluso

Saranno presenti il dottor Andrea Bordugo pediatra e Irene Monge filosofa della narrazione. Presentazione di Daniela Dada Quattrone

AVVISO

L'incontro con il dottor Bordugo, previsto per oggi, è rinviato a data da destinarsi, a seguito di sopravvenuti ed improrogabili impegni professionali del relatore.

Non appena possibile, vi daremo comunicazione della nuova data.

 

Venerdì 18 settembre alle ore 18.00, nella Sala conferenze “T. Degan” della Biblioteca civica di Pordenone, per il ciclo “Fiabe e malattia” a cura di Daniela Dose, verrà presentata la fiaba “L’elefante blu” della scrittrice per bambini Emanuela Nava, illustrata da Giulia Orecchia (Carthusia editore). Interverranno il dottor Andrea Bordugo, pediatra metabolista dell’Ospedale “Donna e Bambino” di Verona, e Irene Monge, filosofa della narrazione. Presentazione a cura di Daniela Dada Quattrone.

La fiaba parla del delicato tema delle malattie metaboliche ereditarie, malattie rare che colpiscono circa quaranta nuovi nati l’anno in Italia, e nasce dall’incontro con i genitori dei bambini malati. Attraverso di essa si vogliono aiutare i bambini affetti da tali malattie e le loro famiglie a costruire un corretto rapporto con il cibo, preservandone il piacere e il valore sociale di convivialità. Grazie al protagonista, un elefante  blu che vive nella savana, si scopre che, con un po’ di fantasia, si possono creare cibi gustosi, nonostante i limiti prescritti dalla malattia.

Blu è un elefantino unico, perché la sua pelle non ha lo stesso colore di quella dei suoi amici, perché si stanca a correre a perdifiato e perché sta male quando mangia gli arbusti spinosi che mangiano gli altri. Lui può nutrirsi solo di cose delicate come fiori e germogli, e questo a volte lo rende un po’ triste e arrabbiato. Ma grazie all’incontro con un altro elefante molto speciale scoprirà che è proprio la sua diversità a renderlo unico.

 

Utile da sapere

Nel rispetto delle misure di prevenzione anti Covid19, il numero dei posti disponibili è limitato, pertanto è consigliata la prenotazione telefonando in Biblioteca civica al numero 0434 392970.

Per accedere alla sala è necessario:

  • indossare mascherina o altra protezione che copra naso e bocca
  • sottoporsi alla misurazione della temperatura corporea
  • rispettare la distanza di sicurezza interpersonale di almeno 1 metro all’interno e all’esterno della sala
  • igienizzare le mani con il prodotto detergente posto all’entrata
  • utilizzare i posti a sedere indicati
pubblicato il 2020/09/14 17:34:00 GMT+2 ultima modifica 2020-09-18T14:31:47+02:00
Valuta sito

Valuta questo sito