Museo Civico d'Arte
Museo Civico d'Arte

Museo Civico d'Arte

Facciata del museo civico d'arte di Pordenone - Foto Elio CiolSede

Comune di Pordenone - Museo Civico d'Arte
Palazzo Ricchieri, Corso Vittorio Emanuele II n. 51 [MAPPA]

Orario di apertura

Il museo può essere visitato, su prenotazione, da giovedì a domenica ore 15:00-19:00.

Per prenotare:

  • chiamare il numero 0434-392935 nei seguenti orari:
    martedì e mercoledì ore 9:00-13:00
    giovedì e venerdì ore 9:00-13:00 e 15:00-18:00
    sabato e domenica ore 13:00-18:00
  • oppure scrivere a mostragrigoletti@comune.pordenone.it
Si ricorda che, come in tutti i luoghi aperti al pubblico, anche in museo è necessario rispettare le misure di sicurezza previste dall'emergenza COVID-19.

Calendario chiusure e aperture in giornate festive

Il museo è chiuso: 1° gennaio Capodanno - Pasqua - 25 aprile Festa della Liberazione - 1° maggio Festa dei lavoratori - 2 giugno Festa della Repubblica - 8 settembre Festa patronale - 1° novembre Ognissanti - 25 dicembre Natale.
Il museo è aperto nelle altre giornate festive: lunedì di Pasqua, 15 agosto, 8 dicembre - 26 dicembre.

Visite guidate

Iniziativa sospesa fino a nuova comunicazione

La quarta domenica del mese alle 16:30. Percorsi a tema alla scoperta delle collezioni del Museo e di Palazzo Ricchieri.

Biglietti

Ingresso al museo:

  • biglietto intero Euro 3,00
  • biglietto ridotto Euro 1,00
  • biglietto gratuito: giovani fino a 18 anni di età, gruppi scolastici e accompagnatori, persone con disabilità, giornalisti, guide turistiche e naturalistiche, possessori della FVG-Card.

Convenzioni e agevolazioni

L'ingresso alle mostre temporanee è gratuito.

Contatti

Telefono 0434.392935 - Fax 0434.522507
museo.arte@comune.pordenone.it
www.comune.pordenone.it/museoarte

Schede museali plurilingue

Schede informative relative al palazzo e alle collezioni, realizzate grazie al progetto della Regione Friuli Venezia Giulia "Segnaletica Musei" (L.R. 482/1999), disponibili in italiano, inglese, tedesco, sloveno e friulano. Scaricabili in formato pdf.

Scarica le schede in italiano Scarica le schede in inglese Scarica le schede in tedesco Scarica le schede in sloveno Scarica le schede in friulano

La storia del palazzo

Facciata di Palazzo RicchieriNel 1949 Lucio Ernesto Ricchieri dona il proprio palazzo alla città di Pordenone, per trasformarlo in un centro culturale. Dopo i restauri, resi necessari dal cattivo stato di conservazione dell'edificio, nel 1972 viene inaugurato un Museo d'arte che raccoglie già molte opere, destinate a crescere per le donazioni dei collezionisti o degli artisti stessi.

Dopo esser stato chiuso alcuni anni per lavori di sistemazione, nel 1996, palazzo Ricchieri viene riaperto al pubblico in una nuova veste, con un rinnovato allestimento delle sale espositive, che ospitano le opere d'arte più significative del Museo: dipinti su tavola o su tela, disegni, affreschi, sculture lignee, mobili, oggetti di oreficeria e di ceramica, realizzati dal medioevo fino ai giorni nostri.

CONTINUA...

Visita il museo

Stemma della famiglia RicchieriSulla pubblica via si apre l'ampio ingresso, il portico, in cui si entrava con le carrozze, che portava anche al cortile interno al palazzo, dove si trovavano le stalle, i locali di servizio, i magazzini. Un'ampia scala in pietra conduce ai due piani superiori, dove viveva la famiglia.

Ad ogni piano si trova un'ampia sala, con le finestre sulla strada e sul cortile interno, utilizzata come sala d'onore e di rappresentanza in cui ricevere gli ospiti, e le stanze laterali più piccole, usate in modo privato dalla famiglia. Salendo lo scalone si può vedere, dipinto sul muro, il grande stemma dei Ricchieri, diviso in quattro parti con due aquile d'argento e due ghirlande fiorite su fondo rosso. I ritratti sottostanti rappresentano alcuni dei personaggi più importanti della famiglia, che furono condottieri, politici, mercanti, uomini di chiesa.

Prossimi eventi

  • Mostra "Omaggio a Michelangelo Grigoletti"

    8 mag – 1 ago 2021
    Museo civico d'arte – Corso Vittorio Emanuele II, 51 – Pordenone
    Grande ritrattista, pittore di soggetti di ambito storico-romantico e di soggetto religioso, Grigoletti fu un interprete di primo piano dell’arte ...
vedi tutti

Notizie

  • Simbologia nei quadri: il Padovanino

    21 maggio 2020
    #MuseiADomicilio – Un servizio rivolto a tutti gli studenti e insegnanti. Quante volte osservando un quadro ci domandiamo: perché c’è questo ...
  • Le cantinelle

    12 maggio 2020
    #MuseiADomicilio – Un servizio rivolto a tutti gli studenti e insegnanti. Storie narrate, storie raffigurate in quadri, affreschi, manufatti e libri ...
  • Il Grigoletti

    30 aprile 2020
    #MuseiADomicilio – Un servizio rivolto a tutti gli studenti e insegnanti. Il ritratto era l'unico modo per lasciare un ricordo di se nelle epoche che ...
vedi tutte
pubblicato il 2010/09/06 17:50:00 GMT+2 ultima modifica 2021-06-14T11:58:00+02:00
Valuta sito

Valuta questo sito