Sezioni

Destinazione delle ceneri derivanti da cremazione

Responsabile del procedimento
Responsabili dell'istruttoria

A seguito della cremazione di salme, resti ossei o resti mortali, le ceneri derivanti possono essere:

  • tumulate in loculo, loculo-ossario o tomba di famiglia (vedi " Tumulazione di resti ossei o ceneri nei cimiteri cittadini o deposizione in ossario o cineraio comune") in un cimitero cittadino
  • tumulate in loculo, loculo-ossario o tomba di famiglia (vedi " Trasporto di resti ossei o ceneri") in un cimitero fuori Comune
  • affidate per la detenzione in abitazione sita in un Comune della Regione
  • affidate per la detenzione in abitazione sita in un Comune di una Regione diversa
  • depositate in un cinerario comune sito in un cimitero cittadino (vedi " Tumulazione di resti ossei o ceneri nei cimiteri cittadini o deposizione in ossario o cineraio comune")
  • depositate in un cinerario comune sito in un cimitero di un altro Comune (vedi " Trasporto di resti ossei o ceneri")
  • disperse in natura nel territorio della regione Friuli Venezia Giulia
  • disperse in natura nel territorio di altra regione.

L'istanza per la destinazione delle ceneri va presentata all'ufficio o dalla ditta di onoranze funebri incaricata dai familiari o dai familiari stessi.

Riferimenti normativi

  • Regolamento di Polizia mortuaria, approvato con decreto del Presidente della Repubblica n. 285 del 10 settembre 1990, Legge Regionale del Friuli Venezia Giulia n. 12 del 21 ottobre 2011, Regolamento comunale di Polizia Mortuaria

Modalità di presentazione dell'istanza

Direttamente in ufficio

Documenti da presentare

A seconda della destinazione (vedi procedimento corrispondente)

Termini per l'adozione del provvedimento

30 giorni

Potere sostitutivo

Costi

A seconda della destinazione (vedi procedimento corrispondente)

pubblicato il 2013/10/30 15:35:00 GMT+2 ultima modifica 2018-10-24T10:10:28+02:00
Valuta sito

Valuta questo sito