Sezioni

Concessione contributo straordinario nell'ambito della promozione e protezione sociale per iniziative o manifestazioni

Responsabili dell'istruttoria

Il legale rappresentante dell'associazione, istituzione, ente, fondazione sia pubblica che privata deve presentare l'istanza al Comune via PEC su apposito modello, unendo la documentazione richiesta.

Segue l'analisi della documentazione consegnata dalla quale può emergere la necessità di eventuali integrazioni.

Alla determinazione dei contributi da assegnare segue la liquidazione su presentazione di regolare documentazione a dimostrazione dell'effettivo utilizzo del contributo.

Riferimenti normativi

Modalità di presentazione dell'istanza

La domanda può essere presentata esclusivamente per le seguenti tipologie di attività:

  • Iniziative e manifestazioni di particolare rilievo socio/sanitario
  • Iniziative di rilevanza strategica socio/sanitaria

Alla determinazione dei contributi da assegnare segue la liquidazione su presentazione di regolare documentazione a dimostrazione dell'effettivo utilizzo del contributo.

Il legale rappresentante dell'associazione deve presentare al Comune la domanda utilizzando l'apposito modello allegando la documentazione richiesta.

La domanda deve essere presentata tramite posta elettronica certificata all'indirizzo comune.pordenone@certgov.fvg.it

Requisiti

I requisiti di ammissibilità sono stabiliti nell'articolo 6 del Regolamento per la concessione dei contributi:

  • avere sede nel Comune di Pordenone e svolgere l’iniziativa, per la quale viene richiesto il contributo, nel Comune di Pordenone
  • aver svolto la propria attività in modo continuativo e senza fini di lucro
  • il soggetto richiedente deve essere costituito da almeno un anno limitatamente alle contribuzioni ordinarie di cui al capo II

L‘Amministrazione comunale può concedere contributi anche ad associazioni ed enti che non hanno sede legale nel Comune di Pordenone per interventi che si svolgano sul territorio comunale.

L’Amministrazione comunale può concedere in casi particolari contributi per iniziative svolte fuori dal territorio cittadino purché finalizzate alla promozione dell’immagine del Comune, del suo prestigio, cultura, storia, arte e territorio.

Spese ammissibili

Si riporta di seguito l'articolo 16 del regolamento:

L'Amministrazione Comunale può concedere l'erogazione di somme in denaro a parziale copertura degli oneri relativi alle seguenti spese:

  1. Fatto salvo quanto stabilito nei successivi commi 2, 3, 4 e 5 del presente articolo, sono ammissibili a contributo tutte le spese espressamente riferibili alla realizzazione delle attività, iniziative e manifestazioni, oggetto di contributo
  2. Nell’ambito delle spese di cui al precedente comma 1, sono ammesse, a contributo limitato: a) spese per l’acquisto di strumenti e attrezzature strettamente connessi con lo svolgimento delle attività / iniziative, fino al limite massimo del 30% del contributo concesso; b) spese di ospitalità per ospiti e/o persone diverse da relatori e/o artisti e relativo staff tecnico, che comunque prestano il proprio servizio alla manifestazione e/o iniziativa, fino al limite massimo del 20% del contributo concesso; c) sono ammissibili le spese per illuminazione, riscaldamento e conduzione dei locali in cui ha sede l’associazione e/o altri locali riferiti alla organizzazione, promozione e gestione dell’evento/iniziativa, nel limite del 25% del contributo ammissibile
  3. Per le associazioni di volontariato sociale che erogano servizi alle persone anziane o a disabili possono essere riconosciute tutte le spese di pranzo nell’ambito delle attività o interventi organizzati a sostegno di queste particolari categorie di persone
  4. Per le associazioni di volontariato sociale che operano nel campo socio-assistenziale, fermo restando il principio della gratuità del servizio svolto, i contributi possono essere destinati, in considerazione delle specifiche motivazioni sociali, anche alla copertura degli oneri assicurativi contro la responsabilità civile verso terzi degli associati, per le malattie professionali e degli infortuni nei quali i medesimi dovessero incorrere durante l'esercizio della loro attività sociale, e nei limiti previsti da eventuali convenzioni
  5. Spese non ammissibili: non sono ammissibili le spese per oneri finanziari quali interessi passivi o sopravvenienze passive, le spese relative a prestazioni del presidente, spese per l’uso di attrezzature o impianti di proprietà o comunque nella disponibilità dell’associazione.

Documenti da presentare

  1. Domanda in carta bollata sottoscritta dal legale rappresentante contenente i seguenti elementi: estremi identificativi e fiscali dell'ente, istituzione, associazione; generalità, residenza, numero di codice fiscale e recapito telefonico del presidente o legale rappresentante; indicazione del tipo e dell'ammontare del contributo richiesto; modalità di accreditamento della somma eventualmente concessa
  2. Copia autentica dello statuto e atto costitutivo o altra documentazione equipollente sulla configurazione giuridica del richiedente se non già depositato
  3. Progetto e preventivo di spesa dell'iniziativa
  4. Fotocopia del certificato di attribuzione del codice fiscale dell'associazione e ente richiedente
  5. Verbale dell'organo competente contenente l'autorizzazione a presentare domanda di contributo
  6. Modello art. 28
  7. Modello esenzione bollo (se non dovuto)
  8. Tutta la documentazione richiesta nella domanda

Termini per la presentazione della domanda

Non è stabilito uno specifico termine, trattandosi di richiesta per iniziative straordinarie e non consuetudinarie.

Tuttavia, la domanda va necessariamente presentata almeno 30 giorni prima dello svolgimento della manifestazione/iniziativa.

Termini per l'adozione del provvedimento

Di norma 30 giorni consecutivi dalla presentazione dell'istanza, comunque in base alla disponibilità di risorse economiche.

Costi

Una marca da bollo da € 16,00 salvo esenzioni di legge.

Moduli

Valuta sito

Valuta questo sito