Sezioni

Progetto MediAree

Pordenone è uno dei 10 comuni pilota che sperimenteranno modelli innovativi di Next Generation City per città inclusive, verdi e vivibili nell’ambito del progetto “MEDIAREE – NEXT GENERATION CITY”.

Foto giovani a Pordenonelegge 

Pordenone è uno dei dieci comuni pilota che sperimenteranno modelli innovativi di Next Generation City per città inclusive, verdi e vivibili nell’ambito del progetto Anci “MEDIAREE – NEXT GENERATION CITY” finanziato con i fondi del PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-20.

Icona pdf Presentazione del progetto MediAree (pdf)

Il progetto, della durata di 3 anni, supporta i Comuni capoluogo nella costruzione di un futuro migliore per le nostre città attraverso il miglioramento delle competenze, dei processi e degli strumenti di pianificazione strategica sovra-comunale per sviluppare strategie e politiche urbane nell’ottica della transizione ambientale e della sostenibilità.

L'intervento del sindaco Alessandro Ciriani

Il territorio pordenonese è dinamico, innovativo, accogliente, attrattivo. La qualità della vita è superiore alla media. Ci sono luoghi in cui la storia ha lasciato il segno ed ancora oggi è simbolo di riconoscimento. Ascolta l'intervento del sindaco.

Pordenone la mia città è la città capoluogo. Lungo l’elegante centro storico si passeggia volentieri, si possono ammirare i suoi palazzi e le sue facciate affrescate che affascinano sempre. È la città dipinta ed è proprio nel suo centro storico che si snoda il dinamismo e l’innovazione. Pordenone viene chiamata “La città dipinta”; ci sono autentiche opere d’arte a cielo aperto lungo Corso Vittorio Emanuele II, dall’impronta veneziana, testimoniata anche dal campanile del Duomo di San Marco, che è considerato uno dei più belli del nord Italia.

I giovani riconoscono il loro territorio ma

Nonostante questo, negli ultimi anni siamo stati testimoni di un aumento del numero di giovani dell’area che emigrano, soprattutto nell’età compresa tra i 18 e i 30 anni: si tratta di giovani istruiti che tendono a lasciare la città perché trovano il modello di vita della provincia non in linea con le loro aspirazioni, con le loro ambizioni, non solo in termini di opportunità lavorative.

Pordenone e i comuni dell’area, coadiuvati dalle imprese e alle organizzazioni del territorio, da sempre mettono in campo numerosi strumenti e servizi per i giovani, per la formazione di qualità e il lavoro, ma anche culturali, abitativi e in generale orientati ad offrire una sempre migliore qualità della vita ai giovani.

Ma volevamo fare di più.  Noi vogliamo che il territorio pordenonese sia riconosciuto dai giovani come “città dinamica e vivace dove vivere e lavorare”. Dobbiamo trattenere i talenti e dobbiamo attrarne provenienti da un territorio molto vasto, sia per competitività, delle opportunità di lavoro, per lo stile di vita adatto a tutti, soprattutto alle giovani coppie, alle famiglie.

L’opportunità ci è stata offerta dal bando ANCI “MediAree – Next Generation City”, finanziato dal Dipartimento della Funzione Pubblica in qualità di Organismo Intermedio, con i fondi del PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-20, che ci ha dato la possibilità di essere uno dei dieci comuni italiani beneficiari di un finanziamento di 140.000,00€ in attività di consulenza e affiancamento, per sperimentare modelli innovativi di città inclusive, verdi e vivibili.

Con l’approvazione del progetto MediAree “Area Pordenonese per le future generazioni”, il Comune di Pordenone ha definito una visione di Next Generation City insieme ai Comuni di Fontanafredda, Porcia, Roveredo in Piano, San Quirino, Zoppola e Cordovado, dedicata a rendere il nostro territorio un luogo di attrazione e di elezione per i giovani pordenonesi e non solo.

Per far questo, abbiamo già coinvolto nel progetto stakeholder di grande livello: il Polo Tecnologico, il Consorzio Universitario, L’ITIS Alto Adriatico, Concentro e intendiamo coinvolgere ancora il terzo settore, le imprese e gli altri enti che lavorano e possono incidere nel costruire un territorio a misura di giovani.

Mediaree ci offre la possibilità di costruire un futuro migliore per la nostra area vasta attraverso il miglioramento delle competenze, dei processi e degli strumenti di programmazione e pianificazione sovra-comunale per sviluppare strategie e politiche nell’ottica della transizione ambientale e della sostenibilità.

ANCI ci supporterà per realizzare un’analisi approfondita dei servizi messi in campo dai comuni e dagli stakeholder e delle aspettative e aspirazioni dei giovani del territorio. Sulla base di quei dati, organizzeremo un processo partecipato e dei tavoli di co-progettazione per definire insieme ai nostri giovani una visione di Next Generation City e una lista di progetti prioritari necessari a realizzarla.

Metteremo in campo forme innovative di comunicazione, nel linguaggio e negli strumenti, capaci di raggiungere e coinvolgere i giovani in modo interattivo, utile sia per trasferire loro tutte le informazioni utili, ma anche per capire meglio le loro richieste.

Per garantire che l’azione dei comuni sia efficace, il personale degli uffici preposti sarà beneficiario di una formazione specifica per migliorare la capacità dei comuni di raccogliere e gestire tutti dati disponibili di area vasta, al fine di poter intervenire in modo informato, e conoscere e utilizzare gli strumenti e metodi innovativi e le procedure collaborative per soddisfare le aspirazioni dei giovani residenti, in termini di opportunità di formazione, opportunità lavorative, ma anche e soprattutto di qualità della vita.

Grazie a MediAree, ci aspettiamo di ottenere una maggiore conoscenza delle dinamiche che riguardano i giovani dell’area vasta, il consolidamento della collaborazione tra i comuni coinvolti per una governance di area vasta dedicata ai giovani e una migliore efficacia delle strategie coordinate per i giovani dei comuni coinvolti.

La nostra Area Pordenonese per le future generazioni si concretizzerà con una migliore capacità del territorio di attrarre i giovani e, in generale, una migliore qualità della vita per i giovani che eleggono il pordenonese come luogo di vita e lavoro.

Il progetto darà inoltre la possibilità a Pordenone di far parte della cabina di regia che coinvolgerà i sindaci delle 10 città capoluogo beneficiarie del finanziamento dove si alimenterà il dibattito su tutti i grandi temi delle Città Medie per un maggior protagonismo nella definizione delle politiche urbane a livello nazionale, fondamentale con i finanziamenti del PNRR che avrà come protagoniste le amministrazioni, spesso rimaste estranee a processi ampiamente avviati nei centri urbani di maggiore dimensione.

Valuta sito

Valuta questo sito