Sezioni

Union Migrant Net

Attività di formazione sull'integrazione e l'occupabilità delle donne migranti nel mercato del lavoro

logo UMN.jpg      New logo spip.jpg

Union Migrant Net (UMN) è un network di punti di contatto per migranti, istituiti, gestiti e supportati dalla Confederazione Europea dei Sindacati (CES), attivo dal 2015. L'obiettivo principale della rete è sostenere un'equa mobilità dei lavoratori e delle lavoratrici e favorirne l'integrazione, promuovendo i loro interessi collettivi e individuali, ed è il risultato principale del progetto “ETUC A4I – ETUC Initiative to Implement a European Network of Assistance for Integration of Migrant Workers and their Families”, co-finanziato dall’European Integration Fund della DG Home Affairs.

 

Il progetto UMN, a cui aderisce il Comune di Pordenone come ente gestore dei servizi sociali dell’Ambito Urbano 6.5, si inserisce nel contesto della rete e operativamente costituisce il follow-up e l’estensione territoriale sul Friuli Venezia Giulia di un altro progetto gestito da CES, Labor-int, che negli anni scorsi ha portato all’inserimento lavorativo di oltre il 90% dei migranti formati a Milano.

 

 Il progetto UMN mira a scambiare e trasferire conoscenze, esperienze e buone pratiche sull'integrazione, e si basa su tre pilastri principali:

1.     Attività di integrazione nazionale, in cui i membri dell'UMN e le autorità locali intraprenderanno misure mirate volte a promuovere l'integrazione dei cittadini di paesi terzi nel mercato del lavoro. Le attività di integrazione nazionale si baseranno sulle esigenze specifiche della comunità dei cittadini di paesi terzi e dell'ambiente locale.

2.     Programmi di apprendimento reciproco (MLP). Saranno intrapresi fino a 8 scambi tra le autorità locali e i membri dell'UMN coinvolti nel progetto in cinque paesi dell'UE, per apprendere come forniscono rispettivamente assistenza, informazioni e formazione alla popolazione migrante. Ove possibile, le MLP saranno ulteriormente formalizzate dalla firma di accordi di partnership a lungo termine da parte dei membri UMN e delle autorità locali coinvolte negli scambi.

3.     Aggiornamento del portale UMN per agevolare l'accesso dei cittadini di paesi terzi, potenziando il networking digitale dei punti di contatto e delle autorità locali. Inoltre, saranno sviluppati nuovi strumenti informatici per migliorare lo scambio di informazioni tra gli operatori dei punti di contatto e le autorità locali, nonché la visibilità di UMN sui social media. Il portale faciliterà la diffusione del know-how e delle migliori pratiche all'interno della rete e oltre.

 

Dopo un lungo lavoro di concertazione, che ha visto la partecipazione di ANOLF FVG, Comune di Pordenone, Comune di Muggia, Comune di Trieste, enti gestori dello SPRAR, sindacati e associazioni di categoria, a Pordenone si è deciso di puntare sulla formazione di 14 donne immigrate, in carico al servizio sociale d’ambito, con un corso consistente in 180 ore totali, di cui una parte professionalizzante (120 ore) e una parte di rafforzamento della conoscenza lingua italiana e terminologia tecnica, di cittadinanza attiva e sicurezza. Successivamente, completata la parte formativa, si avvieranno i tirocini con le aziende per un periodo di 3 mesi.

Una attività parallela verrà portata avanti nel Friuli occidentale su 14 richiedenti asilo selezionati presso i Centri di accoglienza nell’ambito del progetto SPRAR  con il supporto dei Servizi  Sociali dei Comuni di Trieste e Muggia.

ANOLF FVG si occuperà della parte gestionale dei corsi di formazione, con la collaborazione del Centro per l’Impiego della Regione.

Il programma di scambio (MLP) previsto per il Comune di Pordenone è con il Comune di Atene: durerà una settimana e coinvolgerà personale delle pubbliche amministrazioni, sindacati e membri delle rete UMN.

 

 Capofila: Confederazione Europea dei Sindacati (CES)

 

Partner: 

 VILLE DE LIEGE, Belgium

 LE MONDE DES POSSIBLES ASBL (MDP), Belgium

 CENTRE D'EDUCATION POPULAIRE ANDRE GENOT (CEPAG), Belgium

 ERGATOYPALLILIKO KENTRO ATHINAS (EKA), Greece

 TZENEREISON 2.0 DEYTERI GENIA INSTITOUTO GIA TA DIKAIOMATA TIN ISOTITAKAI TIN TEROTITA (GENERATION 2.0),  Greece

 FISASCAT CISL MILANO METROPOLI (FISASCAT), Italy

 ANOLF - ASSOCIAZIONE NAZIONALE OLTRE LE FRONTIERE REGIONALE DEL FRIULIVENEZIA GIULIA - ONLUS (ANOLF FVG), Italy

 COMUNE DI MILANO, Italy

 SDRUZHENIE KONFEDERACIJA NA NEZAVISIMITE SINDIKATI V BULGARIJA (CITUB),Bulgaria

 ASSOTSIATSIA ZA RAZVITIE NA SOFIA (SDA), Bulgaria

 NEODVISNI SINDIKAT DELAVCEV SLOVENIJE (NSDS), Slovenia

 ZNANSTVENORAZISKOVALNI CENTER SLOVENSKE AKADEMIJE ZNANOSTI IN UMETNOSTI (ZRC SAZU), Slovenia

 MUNICIPALITY OF LJUBLJANA, Slovenia

 DIMOS ATHINAION (ATHENS), Greece

 COMUNE DI PORDENONE, Italy

 UNIONE ITALIANA DEL LAVORO (UIL), Italy

 CONFEDERAZIONE ITALIANA SINDACATI LAVORATORI (CISL), Italy

 NCH VASIL LEVSKI 1943 (NCH), Bulgaria

  

Durata: 1.12.2019 - 31.5.2022 

 

Budget: importo progettuale complessivo pari ad € 1.491.602,47 di cui € 1.342.442,20 di 
cofinanziamento UE (Asylum, Migration and Integration Fund). Il budget assegnato al Comune di Pordenone ammonta ad € 13.696,00.

Visita il sito ufficiale

Visita social Facebook  |  Twitter

pubblicato il 2020/12/10 12:18:00 GMT+2 ultima modifica 2020-12-10T13:19:54+02:00
Valuta sito

Valuta questo sito