Sezioni

Quanto contano il caso e la sfortuna nell’ammalarsi di tumore

Nell'ambito della rassegna "Caffè Corretto Scienza", incontri di divulgazione scientifica aperti al pubblico.
Con il patrocinio del Comune di Pordenone Con il patrocinio del Comune di Pordenone

L'incontro affronterà la malattia oncologica da una prospettiva inusuale.

Modera Marina Migliavacca Marazza, giornalista e scrittrice, in dialogo con Emanuela Vaccher dirigente oncologo, CRO Centro di Riferimento Oncologico di Aviano e Lucio Torelli docente di Statistica medica, Università di Trieste.

Migliaia di ricercatori in tutto il mondo lavorano per decodificare i complessi meccanismi che portano un tessuto sano ad accumulare una serie di piccolissime mutazioni nei normali meccanismi fisiologici, che possono in alcuni casi portare ad anomalie nella replicazione delle cellule, con l’inizio della formazione di un tumore. Ma qual è la probabilità che ciò accada? Quanti di questi piccoli cambiamenti avvengono di continuo senza evolvere in un cancro? È tutta una questione di statistica/sfortuna? Spesso il paziente malato di tumore sente il peso di questa sfortuna e fatica ad accettare la malattia. Partendo dal rapporto di Leonardo con la malattia, parleremo di tumore, casualità, accettazione e reazione.

Caffè corretto Scienza

È un progetto di divulgazione scientifica ideato dall’Università di Trieste, Dipartimento Clinico di Scienze mediche, chirurgiche e della salute, e finanziato dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia. Il progetto è un ampliamento dei Caffè scientifici e letterari che l’Università di Trieste da anni organizza nei caffè storici: conversazioni informali tra studiosi ed esperti, in cui si affrontano argomenti di forte attualità con un approccio multidisciplinare.

L’iniziativa prevede sei incontri nel Friuli Venezia Giulia (Sacile, Pordenone, Cividale del Friuli, Gorizia, Monfalcone, Trieste), sempre nella fascia oraria dalle 18 alle 20, ideati per affrontare tematiche controverse di natura medica, di particolare impatto sociale, in modo non convenzionale e partecipativo grazie al dialogo tra due o più relatori, sia di area medico-scientifica che umanistica.

A collegare gli incontri e le diverse tematiche sarà il genio eclettico di Leonardo da Vinci, nel cinquecentenario della sua morte. Gli incontri saranno aperti al pubblico, che avrà la possibilità di partecipare alla discussione anche attraverso la compilazione di un questionario online, secondo le modalità della Citizen Science.

» Info e programma completo

pubblicato il 2019/09/13 09:53:00 GMT+2 ultima modifica 2019-09-18T09:15:23+02:00
Valuta sito

Valuta questo sito