Sezioni

Hansel e Gretel fratelli di cuore – Evento concluso

Spettacolo con pupazzi, burattini e attori. Con Federica Guerra. Per la rassegna di Ortoteatro "Il teatro c'era una volta" Spettacoli Estivi per Grandi e Bambini. #estateapordenone
Con il patrocinio del Comune di Pordenone Con il patrocinio del Comune di Pordenone

Con Federica Guerra
Musiche originali: Fabio Mazza
Pupazzi: Ada Mirabassi
Scenografia: Paolo Pezzutti
Disegni di scena: Andrea Venerus
Costumi: Lucia Peressin
E con le voci di Davide Venerus, Marta Zomero, Clio Campagnola, Federica Guerra, Fabio Mazza, Paolo Pezzutti, Fabio Scaramucci, Roberta Tossutto.
Testo e regia: Fabio Scaramucci

Lo spettacolo prende spunto dal lavoro di un anno con insegnanti e bambini sul “dare un nome alle emozioni, dare un nome ai sentimenti”.

Ed ecco due bambini che conoscono l’importanza del condividere.

Ecco una mamma (non matrigna), che vuole bene con tutto il cuore ai suoi due figli.

E che, come tutte le persone del mondo, vive la gioia e la felicità, ma anche la malinconia e, a volte, quando la fanno proprio spazientire, la rabbia di un momento.

Siccome “è difficile fare il bambino della propria mamma”, Hansel e Gretel partono per un’avven-tura nel bosco, dove incontreranno alberi parlanti, animali affamati di briciole, fate e folletti.
E, naturalmente, la perfida strega Rosicchia.

Il testo di Fabio Scaramucci HANSEL E GRETEL FRATELLI DI CUORE, ripercorre la fiaba classica dei Fratelli Grimm, in una nuova veste che non toglie il fascino antico di una fra le storie più amate dai bambini di ieri e di oggi.

Gli splendidi pupazzi in gommapiuma realizzati da Ada Mirabassi, la Casa/Baracca ideata da Paolo Pezzutti, che diventa rifugio e dolce attrattiva, e le musiche composte con rara sensibilità da Fabio Mazza, rendono questo spettacolo godibile da ogni tipo di pubblico.

Federica Guerra, sola in scena, come nella tradizione dei vecchi burattinai e contastorie, dà vita a tutti i personaggi di questa bella storia…

…Storia per ridere, storia per avere paura, storia per crescere, storia che fa battere il cuore.

HANNO SCRITTO:
Una storia come altre dei fratelli Grimm con diversi passaggi scabrosi: l’abbandono da parte dei genitori, l’angoscia di ritrovarsi da soli nel bosco, la strega che vuole mangiarsi i bambini. Più di un elemento per temere che lo spettacolo se mal rappresentato possa trasformare la nostra tranquilla domenica con i bambini( di 5 e 2 anni) in tragedia.
Immagino uno spettacolo lento con forme rappresentative a cui i nostri bambini non sono certa-mente abituati, e fino a che lo spettacolo non inizia c’è sempre il timore di imbattersi in qualcosa di raffazzonato.
Mi sbaglio.
Ci attende un semplice teatrino dei burattini sul palco del Teatro Aldo Rossi di Borgoricco, un pic-colo grazioso teatro, con tanto di loggette, dove l’atmosfera diventa subito familiare. I bambini sono fatti accomodare sulle prime file così da potersi gustare pienamente lo spettacolo.
Hansel e Gretel. Si tratta di uno spettacolo lievemente rivisitato con burattini, pupazzi ed un’unica attrice. Lo spettacolo inizia, con pochissimo ritardo, ed è un susseguirsi di cambi di scena. Iniziamo con la mamma di Hansel e Gretel che si racconta in un monologo intimo ai nostri bambini svelando loro le difficoltà segrete dell’essere mamma. I monologhi cedono il passo a delle meravigliose ma-rotte così belle da sembrare vere, soprattutto per un bambino.
Luna, stelle, alberi e uccellini tridimensionali renderanno suggestiva la rappresentazione che sarà ritmata anche da qualche semplice canzone.
Allo stesso modo tenui luci illuminano il palco e accompagnano con garbo la storia rendendo il buio e la luce ed enfatizzando i momenti clou.
Lo spettacolo è pensato per bambini dai 3 agli 11 anni ma insolitamente viene rappresentata la prospettiva di un adulto.
Così anche la più dolce delle mamme, profondamente innamorata dei suoi bambini, oberata e stressata dagli impegni della vita di tutti i giorni diventa un po’ strega assediata da temibili mostri (e lava e stira e cucina).
È davvero un viaggio sereno attraverso quelle emozioni e quei sentimenti che a volte spaventano tanto bambini e genitori. La paura, l’angoscia il male finiscono nel forno ed il lieto fine salva le sorti della nostra domenica.
Al termine dello spettacolo i bambini sono tranquilli, rilassati, soddisfatti e almeno per qualche giorno Hansel e Gretel ci accompagneranno nei loro giochi.
Valentina Vittadello elpequenoespectador.wordpress.com

- - -

Con il contributo di Regione Friuli Venezia Giulia.

Si ringrazia la Parrocchia Sacro Cuore di Gesù.

Costo

Ingresso gratuito fino ad esaurimento dei posti.
L'ingresso dovrà avvenire secondo le disposizioni di legge in vigore al momento della manifesta-zione:
con temperatura corporea non superiore ai 37,5°;
con l’uso delle protezioni delle vie respiratorie dove previsto.
I nuclei familiari potranno sedersi vicini.
Si raccomanda l’accesso in modo ordinato e di mantenere la distanza di almeno 1 metro dagli altri utenti o nuclei familiari.

Info: Ortoteatro 348 300 90 28

In caso di brutto tempo

In caso di maltempo sala adiacente

Approfondimenti

pubblicato il 2020/07/13 16:37:00 GMT+2 ultima modifica 2020-07-21T09:54:00+02:00
Valuta sito

Valuta questo sito