Sezioni

Né schiave, né oggetti: solo donne

18/02/2019 – Concorso per le scuole contro la discriminazione di genere progettato da Comune di Pordenone e Cinemazero. È possibile partecipare fino all'8 maggio.
Né schiave, né oggetti: solo donne
https://www.comune.pordenone.it/it/comune/comunicazione/comune-informa/notizie/ne-schiave-ne-oggetti-solo-donne
Né schiave, né oggetti: solo donne 768px 432px
Concorso per le scuole contro la discriminazione di genere progettato da Comune di Pordenone e Cinemazero. È possibile partecipare fino all'8 maggio.
Comune di Pordenone
76px 76px
2019-03-13T12:19:18+02:00

Si rivolge alle scuole secondarie di primo e secondo grado della provincia di Pordenone (e non solo) il concorso Né schiave né oggetti: solo donne, progetto di Cinemazero e Comune di Pordenone, promosso da tutti i Comuni del territorio pordenonese aderenti al “Protocollo dei 50 Comuni” per la parità di genere, Coop Alleanza 3.0, Associazione Voce Donna, Associazione In Prima Persona, Carta di Pordenone.

Il concorso ha come obiettivo principale la prevenzione e il contrasto della violenza sulle donne e l'educazione dei giovani a un rapporto rispettoso e paritario tra donne e uomini, fino alla definizione di nuovi modi di relazione. Centrali i temi della conciliazione, della donna nel mercato del lavoro, della partecipazione alla vita pubblica, della violenza contro le donne, dello sfruttamento del corpo femminile nella comunicazione online. La volontà dei sostenitori del progetto è quello di impegnarsi per educare, cambiare una mentalità e incidere positivamente sulla formazione delle nuove generazioni, intendendo i giovani non come destinatari passivi, ma come protagonisti del cambiamento, il tutto attraverso un progetto condiviso.

Per partecipare al concorso è sufficiente inviare l'elaborato, differente per il grado scolastico, all'indirizzo concorso.solodonne@gmail.com, entro e non oltre mercoledì 8 maggio 2019.

Le scuole dovranno presentare un progetto, inerente al tema in questione: le scuole secondarie di primo grado dovranno realizzare un elaborato grafico (senza preclusioni alla creatività: un disegno, un fumetto, un quadro, una fotografia, un fotoromanzo...), mentre a quelle di secondo è richiesta la scrittura di un soggetto per uno spot pubblicitario contro la discriminazione di genere.

» Leggi il bando

Tutti gli elaborati pervenuti saranno valutati da una giuria competente, composta da persone esperte scelte tra i promotori del concorso e personalità con competenze specifiche nel settore cinematografico, artistico, giornalistico ed esponenti delle associazioni che sul territorio si impegnano per promuovere la parità di genere e contro la violenza sulle donne.

Gli elaborati di entrambe le sezioni potranno essere oggetti di mostre, eventi correlati e proiezioni organizzate dai promotori del Concorso o da enti e associazioni che ne facessero richiesta. Potranno, inoltre, essere utilizzati per la campagna mediatica della quarta edizione della “Settimana contro la violenza sulle donne – anno 2019” o per altre campagne comunicative riguardanti il tema affrontato.

Le opere grafiche in particolare daranno vita a una mostra itinerante che potrà toccare tutti i 50 enti sottoscrittori il Protocollo d’intesa dei Comuni, mentre il miglior soggetto proposto nella seconda sezione diventerà uno spot a cura di giovani filmmaker del territorio e sarà protagonista della campagna di comunicazione della quarta edizione della “Settimana contro la violenza sulle donne – anno 2019”.

Valuta sito

Valuta questo sito