Sezioni

Consiglio Comunale di lunedi 11 novembre

Delibere, interrogazioni e odg
  • Data 12 novembre 2019

Consiglio comunale di lunedì 11 novembre

 

            Nella seduta di lunedì sera il Consiglio Comunale di Pordenone   all’unanimità ha approvato 

due delibere proposte dall’assessora all’urbanistica Cristina Amirante: il progetto esecutivo per la realizzazione di aule per la sede provvisoria del biennio del Liceo artistico Galvani di Cordenons,  presentato dal servizio edilizia scolastica  dell’UTI del Noncello  che avrà il carattere della temporaneità,   e  il cambio di utilizzo del locale al piano interrato del “Centro di aggregazione giovanile” della parrocchia San Giorgio. Questo  vano, classificato come  locale accessorio,  sarà destinato ad ospitare   una sala polivalente  a servizio del Centro  poiché possiede  le caratteristiche igienico sanitarie  conformi alla nuova destinazione.

Approvata  con 24 voti a favore, otto contrari e due astenuti anche  la delibera di  revisione periodica delle partecipazioni detenute dal Comune  presentata dall’assessore al bilancio Mariacristina Burgnich.   Il dibattito si è prolungato  poiché il Sindaco Alessandro Ciriani  e gli assessori per la parte di propria competenza  hanno illustrato  i contenuti del piano dagli interventi. Quello di razionalizzazione  dell’Atap prevede l’alienazione  della partecipazione, anche graduale,  pur  con l’obiettivo di non  farla passare al privato, mentre la  previsione di dismissione  della quota  societaria in Interporto   sarà fatta d’ intesa con il socio di riferimento, la CCIAA.  Non è previsto alcun intervento per  La G.E.A.  spa,  l’Hydrogea spa,  e  la G.S.M.  spa  poiché sono strettamente necessarie per il perseguimento  delle finalità istituzionali del Comune  e producono  servizi di interesse generale, come pure per la Pordenonefiere spa che ha per oggetto sociale  prevalente la gestione di spazi  fieristici e organizzazione di eventi    nell’ottica  di potenziamento  dell’offerta  delle attività economiche del territorio. Sulla  questione della raccolta porta a porta dei rifiuti,  il Sindaco ha precisato che il sistema  costerebbe due milioni   senza la certezza di benefici, che l’analisi sarà affidata a una  terza parte    e che l’obiettivo dell’Amministrazione mira  a non  creare danni ai cittadini e a garantire  la qualità del servizio. Inoltre ha riconfermato le finalità complessive del programma politico amministrativo, anche sulla scorta di alcuni emendamenti presentati e rigettati.

Risposte sono state date anche alle tre interrogazioni presentate dal gruppo consiliare del Pd. Sul nuovo ponte sul Meduna, l’assessora all’urbanistica Cristina Amirante ha  detto che  dalla Regione  arriveranno le risorse per il progetto ex preliminare che  prevede  il raddoppio delle corsie  e la realizzazione   di percorsi pedonali e ciclabili in sicurezza.  Sulla  segnaletica della pista ciclabile in via Cappuccini ha aggiunto che non c’è alcuna volontà di  cancellare gli stop. Per quanto riguarda il lago della Burida l’assessora all’ambiente Stefania Boltin ha comunicato che  verranno recuperate le sponde con la loro pulizia e rimossi gli alberi in acqua e g che gli interventi   terrano in debita considerazione la salvaguardia  della fauna.

 Ed infine  l’Amministrazione  ha fatto propri due  ordini del giorno proposti dal gruppo consiliare Fratelli d’Italia.  Il primo relativo  a Pordenone  come città amica dei bambini e degli adolescenti  e per  l’adesione al programma internazionale dell’Unicef, commentato dall’assessore alle politiche sociali Eligio Grizzo che ha  illustrato alcuni interventi già attuati e l’altro sulla  chiusura degli uffici della Polizia postale: pare esista un presidio autonomo ha  comunicato il sindaco Alessandro Ciriani che tuttavia   si riserva di sentire il responsabile del settore per  capire l’attuale situazione.

Immagini

ultima modifica 2019-11-14T12:18:23+01:00
Valuta sito

Valuta questo sito