Sezioni

Laboratorio sperimentale in area urbana sull'ambiente

Iniziativa ENEA, AIASPP e Comune di Pordenone
  • Data 15 marzo 2019

Laboratorio sperimentale in area urbana sull’ambiente

 

 

            In occasione dell’incontro del 9 marzo “Strumenti del mestiere … progettare paesaggi" organizzato da AIAPP nell’ambito della 40a edizione della Fiera Orto Giardino 2019 di Pordenone, ENEA, AIAPP e l’Assessorato all’Ambiente del Comune di Pordenone, hanno lanciato la proposta di costruire un laboratorio sperimentale in un’area urbana con l’obiettivo di realizzare e monitorare un intervento esemplare in termini di:

  • connessione ecologica,
  • risparmio idrico,
  • utilizzo di specie vegetali della flora spontanea e autoctona;
  • ridotte esigenze di cura e manutenzione,
  • alto grado di resilienza,
  • miglioramento della condizione microclimatica e della qualità dell’aria e dell’acqua,
  • qualità estetica, paesaggistica e culturale.

            In occasione dell’incontro, l’assessore all’ambiente Stefania Boltin ha proposto di realizzare una sperimentazione in un’area pubblica del Comune di Pordenone, ipotizzando il coinvolgimento dei progettisti AIAPP (probabilmente sotto forma di workshop dimostrativo e partecipato, anche con associazioni locali e scolaresche di diverso ordine e grado),  e dei ricercatori ENEA per sperimentare il tool Anthosart Green Tool nella fase di progettazione per la scelta delle specie vegetali e  nelle successive fasi di monitoraggio.  Obiettivo dell’esperienza, infatti, è testare un prototipo replicabile, dimostrando e monitorando i risultati ottenibili e verificando la disponibilità delle aziende florovivaistiche a supportare il progetto, promuovendo la produzione e la commercializzazione delle specie indicate nel tool e selezionate nel progetto.  Tale studio, inoltre, potrebbe essere presentato nella prossima edizione della Fiera Ortogiardino, in programma nel marzo 2020.

            Presentare tale iniziativa il giorno dopo la giornata nazionale del Paesaggio e in occasione del  Friday for future di oggi, assume un significato simbolico ed esemplare che vuole essere anche una risposta alla richiesta di “futuro” posta dalle giovani generazioni: importante  presa di coscienza e  richiesta di rispetto del “diritto” dei giovani alla qualità e salvaguardia del Pianeta.

 

 

I protagonisti:

 

AIAPP -Associazione Italiana di Architettura del Paesaggio-, che vanta l’iscrizione di circa 700 professionisti attivi nel campo dell’architettura del paesaggio e che è  impegnata dal 1950 a promuovere la formazione, attività scientifico-culturali, l’informazione e l’aggiornamento professionale nel campo dell’architettura del paesaggio, contribuendo così, al miglioramento della conoscenza, conservazione attiva e alla promozione dei valori del paesaggio.  Aiapp, inoltre, svolge attività di sperimentazione progettuale e laboratoriali per dimostrare l’importanza strategica e strutturale del progetto di paesaggio e il ruolo che quest’ultimo può  assumere nella salvaguardia e/o nel rinnovamento della cultura dei luoghi, delle risorse esistenti e delle qualità della vita delle comunità, in accordo con i dettami della Convenzione Europea del Paesaggio.

Enea – Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile – nell’ambito del progetto Anthosart (finanziato dal MIUR l. 6/2000 per la promozione della cultura scientifica), ha realizzato in collaborazione con il Forum Plinianum e la Società Botanica Italiana, lo strumento Anthosart Green Tool dedicato alle specie spontanee della flora d’Italia. Anthosart Green Tool è uno strumento di libero accesso rivolto a progettisti, pianificatori, PA, vivaisti, educatori ambientali e privati cittadini che desiderano progettare spazi verdi urbani utilizzando le specie della flora d’Italia ed accrescere anche le proprie conoscenze sulla Flora. Il tool consente all'utente di scegliere tra 1.400 specie vegetali annuali o perenni che sono state individuate, evitando specie esotiche e specie autoctone rare o difficilmente coltivabili, nel pieno rispetto delle esigenze di tutela della natura. I gruppi di specie selezionati, assicurano la resilienza dello(spazio verde), un uso ridotto di acqua ed input energetici e minori esigenze di cura e manutenzione. La promozione e l’utilizzo dell’Anthosart green tool è inoltre supportato  dal progetto ES-PA (Energia e Sostenibilità per le PA finanziato dal PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-202) coordinato da ENEA che ha tra i suoi obiettivi la redazione di Linee Guida per Infrastrutture verdi in ambito urbano con l’utilizzo di specie della Flora d’Italia.

Il Comune di Pordenone, nella figura l’Assessore all’Ambiente Stefania Boltin  con delega alle politiche anti inquinamento, ciclo dei rifiuti, difesa del suolo e opere idrauliche, ciclo integrato delle acque, politiche e interventi per gli animali. In questi ultimi anni si è distinto per una particolare attenzione e sensibilità nella tutela e miglioramento della biodiversità e del paesaggio urbano e periurbano della città, con azioni volte alla salvaguardia e tutela dell’ambiente, con la ricerca di azioni da attivare, e già attivate, per la diminuzione dell’emissione delle sostanze inquinanti in atmosfera e nel sottosuolo.

Inoltre  viene mantenuto sempre alto il livello di controllo della raccolta differenziata, sempre ai vertici delle classifiche nazionali per la virtuosità operativa,  e si avviano azioni finalizzate a preservare l’ambiente che si dovrà lasciare migliore per le generazioni future.

Immagini

ultima modifica 2019-03-15T13:34:57+01:00
Valuta sito

Valuta questo sito