Sezioni

Polizia locale; attività sul territorio

Identificato il veicolo in controsenso in Corso Vittorio Emanuele
  • Data 22 gennaio 2020

Controsenso in centro storico: La polizia Locale individua e sanziona la conducente.

 

Alcuni giorni fa  una Renault Clio aveva percorso quasi interamente  Corso Vittorio Emanuele II in senso contrario di marcia.  Dopo l’immediato avvio dell’indagine gli agenti  della Polizia Locale di Pordenone  hanno rintracciato che era alla guida della macchina;  una quarantenne pordenonese che è stata prontamente convocata  negli uffici del Comando della Polizia locale. Qui  le  sono state contestate la guida controsenso di marcia e  il mancato permesso di transito in una zona a traffico limitato. Dalla data di contestazione del  verbale  avrà  cinque giorni di tempo per pagare la sanzione  di 87.50 Euro.

Il costante e continuo monitoraggio del centro storico cittadino, finalizzato a garantire la sicurezza degli utenti,  ma anche a contrastare le violazioni al Codice della Strada,   ha portato ad elevare sanzioni a diverse autovetture  che sostavano in ZTL  senza avere il permesso esposto.  Tra queste un veicolo con targa slovena che stava transitando in piazza Cavour sanzionato con 58,10 euro, con immediato pagamento sul posto,  come prevede la normativa in caso di circolazione di vetture con targa straniera.

Un automobilista  alla guida di un suv è stato fermato in centro storico; alla richiesta della documentazione  ha esibito un permesso non valido per il tipo di autovettura da lui guidata, bensì  il certificato di un altro  veicolo. L’automobilista, un giovane udinese, ha intrattenuto gli agenti protestando vivamente per non essere sanzionato, ma  anche per lui è scattata la sanzione per violazione alle norme del codice della strada.

 In un altro caso,  ad un cittadino residente a Milano e domiciliato a Pordenone è stata comminata una multa perché non ha raccolto le deiezioni del proprio cane come prescrive il regolamento d’igiene  ed è stato denunciato perché ha dichiarato false generalità.

 

" Gli agenti della Polizia locale -  commenta l’assessore Emanuele Loperfido - sono presenti sul territorio e oltre ad accertare che siano rispettate le disposizioni vigenti in materia di convivenza civile, con la loro attività di controllo tutelano il nostro patrimonio urbanistico  nei confronti di coloro che in barba alle norme e alla maggioranza dei pordenonesi rispettosi delle regole, adottano comportamenti da furbetti".

Immagini

ultima modifica 2020-01-22T12:57:13+02:00
Valuta sito

Valuta questo sito