Sezioni

Pordenone celebra il Giorno della memoria

Il programma degli eventi tra gennaio e maggio
  • Data 10 gennaio 2020

Pordenone e la memoria

 

            Il 27 gennaio si celebra il  Giorno della Memoria  con cui si ricordano gli eventi  legati all’Olocausto ed il comune di Pordenone, nella fattispecie gli assessorati  all’istruzione, politiche giovanili e cultura,  in collaborazione con  PAFF, 47/04, Ass Aladura , IT ANED, Cinemazero,  Teatro G. Verdi,  Masci, Filarmonica Pordenone, Istituito Leopardi-Majorana,   con la partecipazione degli istituti scolastici cittadini e con il contributo della Regione FVG, organizza  numerosi eventi che si svolgeranno tra   gennaio e  maggio.

            Come oramai è consuetudine di questa Amministrazione  – commenta il consigliere  comunale e regionale Alessandro Basso incaricato dal sindaco Alessandro Ciriani di  promuovere e organizzare le attività  culturali e didattiche  che coinvolgono  il mondo della scuola –  per il Giorno della memoria non ci limitiamo  alla celebrazione di un solo giorno, il 27 gennaio, ma abbiano organizzato un corposo programma di eventi in grado di stimolare gli studenti, indurli al confronto, all’analisi critica e a pensare con la loro testa. Altrettanto significativa è la collaborazione che si rinnova  con le varie associazioni del territorio per l’organica proposta messa in campo.

 

            Il primo appuntamento è in programma  sabato 18 gennaio: la “Pietre d’inciampo”  dedicate   a coloro che sono strati deportati nei compi di concentramento o uccisi durante l’occupazione nazifascista di Pordenone. L’iniziativa sarà presentata nei prossimi giorni nel corso di una conferenza stampa.

Le altre iniziative si articolano in specifici contesti e in tempi diversi.  

            Giovedì 23 gennaio  al teatro G. Verdi  alle 9.30 per le scuole e in replica  per il pubblico alle 11.30, sarà presentato il recital letterario tratto da “Se questo è un uomo” di Primo Levi.  Sulle modalità di partecipazione info allo 0434 247610 all’ufficio  scuola Teatro Verdi.

            Sabato 25 gennaio  all’auditorium Concordia l’Ass. Masci FVG  con il coro Scuot di Trieste  presenterà  “Parole di pace”,   una lettura diversa della storia degli ultimi cento anni. Attraverso  i brani di autori sconosciuti e testimonianze dirette, verranno ricordate le guerre e le tragedie da chi le ha  vissute e subite.  Per le scuole  secondarie  di II grado l’ appuntamento è alle 11  e per il pubblico alle 16.30.   Pre notazioni e info alle 0434 392926 – 92.

            Lunedi 27  alle ore 9.30 verrà deposta la corona al Monumento ai deportati in piazza Maestri del Lavoro, alle 10  il medesimo atto ai piedi della targa commemorativa  “Giorno della Memoria” nella  sede dell’ex provincia in corso Garibaldi e alle 10.30 il concerto nel Duomo San Marco   con l’esibizione di numerosi gruppi scolastici;   il coro stabile  della A. Rosmini, l’orchestra e coro “Cum Gaudio” della  G. Lozer, l’orchestra e coro delle scuole Centro storico e P.P.Pasolini, il coro  Sing In’ Pordenone – gruppo vocale/strumentale dell’Istituto Vendramini, il coro e gruppo strumentale del Collegio Don Bosco e l’orchestra “Leopardi  – Majorana”.     

            Venerdì 31 gennaio  alle 18 nella sala T. Degan  della Biblioteca civica  gli  autori  Mario Avagliano e Marco Palmieri  presenteranno il libro dell’editrice Il Mulino,  “I militari italiani nei lager nazisti - una resistenza senz’armi ( 1943/1945)”-. 

Per il mese di gennaio nelle quattro sale di Cinemazero saranno organizzati  metinée-evento, rivolti alle classi quarte e quinte della primaria e per tutte le classi delle secondarie di I e II grado,  con proiezioni di film e documentari con il commento di un critico esperto. Info e prenotazioni direttamente a Cinemazero.

Per il mese di febbraio  l’Ass.  Aned (prenotazioni  allo  334 2006309 ) sarà l’artefice delle  visite guidate ai luoghi della città  significativi per la  deportazione pordenonese; casermette di via Molinari, hotel Moderno, scuola dell’infanzia di viale Martelli, carcere.

Per gennaio e febbraio inoltre,  a cura dell’Aned,   ( 3349255783)  nelle scuole sono previsti incontri  con alcuni deportati, appuntamenti su prenotazione ( 0434 365121 ) con Mirella Barbina Comoretto che si dedica  da tempo allo studio della storia  dei campi di deportazione e  due lezioni  di preparazione allo spettacolo promosso dall’Associazione Via Montereale – danze d’oltremare. ( 329 9540031).

 Martedì 25 febbraio  in collaborazione con il PAFF  verrà proiettato “La stella di Andra e Tati”, il primo cartoon che racconta la Shoah vista con gli occhi di due bambine di 4 e 6 anni. E’ un film italiano che ha vinto il Rockie Award  per la miglior produzione in animazione per ragazzi  al prestigioso Banff World Media Festival in Canada.

 Venerdì 7 febbraio  alle 20  all’ex Convento di San Francesco  la Filarmonica Città di Pordenone e l’Ensemble Aetatis Harmoniae  proporranno il Concerto per la memoria  con musiche e pagine tratte dalla cultura ebraica e dalla memoria della Shoah.

 Tra febbraio, marzo e aprile  l’Aned e  l’Associazione 47/40  di Gorizia,   per le classi terze della scuola secondaria di I  grado,  cureranno i viaggi di istruzione  ai luoghi significativi di  Trieste e o Gorizia,  con incontri preparatori  tenuti da esperti   sulla storia  dei totalitarismi e delle deportazione.  Il Comune  di Pordenone  metterà a disposizioni i mezzi per gli spostamenti.

 Ed infine  l’Associazione Aladura in collaborazione con il Teatro G.Verdi  proporrà  altri appuntamenti sulle  storie del genocidio armeno e sulla Shoah:  martedì 31 marzo alle 9 in Sala grande  per gli studenti e alle 20.30 al Ridotto  curerà gli incontri con Antonia Arslan ( scrittrice e saggista italiana di origine armena),  Siobhan Nash-Marshall insegnate di filosofia al Manhattanville College di New York e i fratelli armeni Ludwig e Avedis Narojane. In maggio un altro incontro  sullo stesso tema al teatro G Verdi

Immagini

ultima modifica 2020-01-10T11:59:18+01:00
Valuta sito

Valuta questo sito