Sezioni

Discorso del Presidente del Consiglio Comunale di Pordenone Nisco Bernardi

In occasione della visita del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, mercoledì 30 maggio 2012

Buon giorno Signor Presidente Buon giorno a tutti i presenti.

Vi ringrazio per essere qui oggi a questo importante appuntamento per la città di Pordenone. Signor Presidente della Repubblica, voglio esprimere a nome di tutto il Consiglio comunale di Pordenone l'estremo piacere di poterla avere qui con noi quest'oggi.

La voglio ringraziare per aver voluto onorare, con la sua presenza, questo luogo ove da quasi settecento anni si esercita la democrazia.

Lei, Signor Presidente, rappresenta per tutti noi un grande punto di riferimento istituzionale e forse ancor di più morale.

Lei è, in questo momento particolarmente severo e difficile per il nostro Paese, un protagonista fondamentale per la nostra vita democratica, ed ha rappresentato, e continua a rappresentare, soprattutto agli occhi delle giovani generazioni, un esempio da imitare per poter ottenere un futuro migliore per il nostro Paese.

Ha infatti svolto in questi anni, in ogni occasione ed in modo esemplare, la funzione essenziale e propria alla quale il Suo incarico costituzionale è preposto: mantenere l'equilibrio nel sistema politico costituzionale del Paese e tutelare l'osservanza della nostra Costituzione.

Con il Suo operato ha garantito, nel modo più alto ed efficace, quell'ordine di valori che si riassumono nella politica costituzionale, la quale attiene agli interessi non transeunti della collettività tutta intera.

Lei rappresenta infatti l'unità nazionale ed è inoltre, non solo il custode della nostra Costituzione, ma anche il controllore e, nei limiti a Lei assegnati, anche il promotore della sua applicazione.

Le rivolgo pertanto i sentiti ed affettuosi ringraziamenti per l'opera da Lei svolta in questi anni per il bene del Paese e di tutti noi cittadini, funzione svolta con altissimo senso del dovere e, credo di non sbagliarmi, con molto sacrificio.

RingraziandoLa nuovamente per essere qui con noi quest'oggi, formulo altresì l'auspicio e l'augurio di poterLa rivedere in futuro in questa città anche da privato cittadino.

Rivolgo infine un augurio di buona fortuna al nostro Paese per un rapido e netto miglioramento della situazione economica, sociale e politica, esprimendo nel contempo la ferma convinzione che vi siano all'interno del nostro Paese tutte le risorse necessarie e sufficienti per poter superare questa grave e, per certi versi, drammatica situazione.

Grazie a tutti e Viva l'Italia.

ultima modifica 2018-10-24T13:46:11+02:00
Valuta sito

Valuta questo sito