Sezioni

Proroga della limitazioni all’utilizzo di acqua potabile

04/10/2022 – Utilizzo ammesso ai soli fini potabili e igienico sanitari. Ordinanza in vigore dal 30 settembre al 30 novembre 2022.
Proroga della limitazioni all’utilizzo di acqua potabile
https://www.comune.pordenone.it/it/comune/comunicazione/comune-informa/notizie/proroga-della-limitazioni-all2019utilizzo-di-acqua-potabile
Proroga della limitazioni all’utilizzo di acqua potabile 512px 288px
Utilizzo ammesso ai soli fini potabili e igienico sanitari. Ordinanza in vigore dal 30 settembre al 30 novembre 2022.
Comune di Pordenone
76px 76px
2022-10-04T11:22:16+01:00

A partire da venerdì 30 settembre viene prorogato l'obbligo di limitare l’utilizzo dell’acqua potabile della rete pubblica di acquedotto ai soli fini potabili e igienico sanitari.

Sono vietati utilizzi diversi, come ad esempio l’irrigazione di giardini, orti e parchi, il lavaggio di automezzi (salvo impianti autorizzati), il riempimento di piscine private e quant’altro non sia strettamente necessario ai fini del fabbisogno umano. L’eventuale utilizzo dell’acqua potabile proveniente dalla rete idrica pubblica per tali scopi, seppur sconsigliato, può avvenire solo dalle ore 22:00 alle ore 7:00.

È quanto ha disposto il Comune di Pordenone con un’ordinanza (PDF), che resterà in vigore fino al 30 novembre 2022, salvo eventuali proroghe.

Per la grave crisi idrica in atto nella nostra regione, si sta verificando una lenta ma progressiva diminuzione della produzione d’acqua a servizio delle reti di acquedotto da parte delle sorgenti, in particolare di quelle provenienti dai pozzi di falda.

Dai rilevamenti eseguiti in data 29/09/2022 dal gestore del servizio idrico integrato HydroGEA S.p.A., nonostante i recenti fenomeni temporaleschi non si riscontrano ancora significativi miglioramenti sul rimpinguo delle falde che alimentano la rete acquedotto e, pertanto, persiste l’emergenza siccità.

Il conseguente calo della portata e della pressione dell'acqua potrebbe determinare, anche nel breve periodo, una serie di disservizi in rete soprattutto nelle zone più critiche del territorio, oltre ad una sensibile diminuzione degli stoccaggi idrici nei serbatoi.

Considerato che l’acqua è un bene pubblico ed esauribile, il cui uso è assoggettabile a regolamentazioni e limitazioni in presenza di motivi speciali e di pubblico interesse, il Comune di Pordenone ha emesso la proroga dell'ordinanza che limita l’utilizzo di acqua potabile soprattutto di prima mattina e verso fine sera, ore durante le quali d’abitudine vengono innaffiati gli orti e i giardini privati.

Per i trasgressori sono previste sanzioni tra i € 25,00 ed i € 500,00.

Valuta sito

Valuta questo sito