Biblioteca Civica di Pordenone

Mostra fotografica "Il Muro infinito. Berlino 1989-2019"

Un racconto per immagini e parole a cura di Eraldo Affinati, fotografie di Tommaso Bonaventura, Carlo Leidi, Marion Messina e gli studenti della Carl-Zeiss-Oberschule Berlin, Toni Nicolini, Eugenio Novajra. In collaborazione con CRAF - Centro Ricerca Archiviazione Fotografia. #memoriedalmuro

Il 9 novembre 1989 è una data scritta su un muro che si sgretola. Preso letteralmente d’assalto da migliaia di cittadini, il Muro, Die Mauer, cento chilometri e oltre di inavvicinabile cemento e filo spinato, cadeva, trent’anni fa, a Berlino. Veniva fatto a pezzi con i picconi, addirittura con le mani, diventando il simbolo di un regime che crollava, di un secolo che finiva, il Novecento, e di un sogno che rinasceva e sapeva di riunificazione, speranza, libertà. Per la Germania ancora divisa, per l’Europa tutta, iniziava una nuova vita.

Nasce da qui “Il Muro Infinito - Berlino 1989-2019” frutto della collaborazione fra il Comune di Pordenone, il CRAF di Spilimbergo e la Fondazione Museo Storico del Trentino, elemento importante del ciclo di iniziative "Memorie dal Muro a 30 anni dalla caduta, 1989-2019".

Una mostra che non è soltanto fotografica, è un racconto per immagini e parole del quale lo scrittore Eraldo Affinati è insieme curatore e protagonista con i suoi testi. Autore di Berlin (Rizzoli, 2009), ritratto impossibile e reale di una città camaleontica dove a parlare sono le statue, il Muro, i grattacieli, le stazioni, le vie, le piazze, i morti, i vivi che l’anno attraversata, lo scrittore ha scelto dall’archivio del CRAF le immagini per lui più significative della capitale tedesca prima divisa e poi riunita, senza dimenticare gli “altri muri” che ancora oggi feriscono il mondo, intersecando il percorso di immagini con la poesia dei suoi testi.

Sessanta le immagini esposte su di un muro simbolico, costruito al centro della Sala. La prima parte è dedicata alla Berlino prima della caduta del Muro: a ritrarla è Toni Nicolini, fra le più prestigiose firme italiane del reportage sociale e del racconto per immagini. Fotografo del Touring club, autore di storici servizi fotografici nelle zone più ferite e depresse del Sud Italia, Nicolini ci restituisce la Berlino degli anni Settanta e Ottanta con l’incisività classica del bianco e nero tipico di un’epoca di grandi contrasti.

Del Muro immediatamente dopo il crollo ci raccontano invece Marion Messina – fotografa e insegnante, autrice con i suoi studenti di un reportage vivido di quel fatidico 9 novembre 1989 – e Carlo Leidi, fotografo e scrittore esponente dei movimenti politici e culturali degli anni Sessanta e Settanta. Sue fotografie sono state pubblicate su L'Europeo, La Domenica del Corriere e su diversi periodici e quotidiani stranieri. La spontaneità dei suoi scatti rubati rende vividissimo il contesto di grande eccitazione di quei giorni incredibili.

La Berlino post Muro è invece protagonista nelle foto di Eugenio Novajra e Tommaso Bonaventura. Insignito dal CRAF nel 2018 con il Premio Friuli Venezia Giulia Fotografia per un autore regionale, Novajra ci restituisce la sua visione di una realtà urbana europea fra le più mutevoli e dinamiche, ma anche una galleria di ritratti che raccontano i diversi aspetti della vita quotidiana nella città.

Espressione della sua raffinata ricerca del colore e del suo personalissimo stile di racconto, le fotografie di Tommaso Bonaventura sono tratte dal reportage che l’autore, vincitore di premi nazionali ed internazionali come il World Press Photo e il Sony World Photography Award, ha dedicato al celebre quartiere multietnico Kreuzberg.

Nell’ultima sezione della mostra un video racconta i muri che ancora dividono il mondo: dagli steccati di Ciudad Juàrez, in Messico, al confine blindato di Israele e Palestina, dalle recinzioni metalliche che corrono per centinaia di chilometri fra India e Bangladesh alle frontiere delle enclavi spagnole a Ceuta e Melilla.

Orario

Lunedì 14.00-19.00, da martedì a sabato 9.00-19.00

Allegati

Approfondimenti

pubblicato il 2019/10/16 12:02:00 GMT+1 ultima modifica 2019-11-07T18:47:49+01:00
Valuta sito

Valuta questo sito