Biblioteca Civica di Pordenone

Memorie dal muro a 30 anni dalla caduta, 1989 – 2019

31/10/2019 – Una mostra fotografica, due documentari, un concerto e 8 incontri per raccontare uno degli eventi più significativi della nostra storia. La biblioteca civica, motore di crescita culturale, con collaborazioni eccellenti: Craf, Pordenonelegge, Cinemazero. #memoriedalmuro
Memorie dal muro a 30 anni dalla caduta, 1989 – 2019
https://www.comune.pordenone.it/it/comune/il-comune/strutture/biblioteca/attivita/notizie/memorie-dal-muro-a-30-anni-dalla-caduta-1989-2013-2019
Memorie dal muro a 30 anni dalla caduta, 1989 – 2019 768px 234px
Una mostra fotografica, due documentari, un concerto e 8 incontri per raccontare uno degli eventi più significativi della nostra storia. La biblioteca civica, motore di crescita culturale, con collaborazioni eccellenti: Craf, Pordenonelegge, Cinemazero. #memoriedalmuro
Comune di Pordenone
76px 76px
2019-11-04T14:45:34+01:00

Un dozzina di appuntamenti - tra arte, storia, fotografia, cinema, musica, incontri e teatro - dal 4 novembre al 10 dicembre per ricordare e riflettere su cosa ha significato nella storia e per ciascuno di noi la caduta del Muro di Berlino. Questo è il progetto “Memorie dal muro a 30 anni dalla caduta, 1989–2019” fortemente voluto dall’Assessorato alla cultura del Comune di Pordenone.

“Non potevamo non celebrare questo momento importante della nostra storia – afferma l’assessore Pietro Tropeano – e a farlo non poteva che essere la Biblioteca Civica, motore di crescita culturale della città e del territorio. La caduta del muro è un evento storico che ha assunto il ruolo di simbolo e di spartiacque tra un prima e un dopo. Ci porta il suo messaggio di libertà e democrazia, di abbattimento delle barriere di ogni tipo, da quelle fisiche a quelle ideologiche a quelle culturali. Un messaggio che abbiamo voluto declinare con linguaggi diversi: dalla fotografia al cinema, al teatro, alla musica, all’arte”.

Fulcro di tutto il progetto sarà dunque la Biblioteca civica, dove si terranno la maggior parte degli incontri. Nei suoi spazi espositivi verrà allestita dal 9 novembre al 6 gennaio 2020, la mostra fotografica “Il muro infinito. Berlino 1989–2019” a cura di Eraldo Affinati, realizzata in collaborazione col Craf di Spilimbergo. Affinati, profondo conoscitore di Berlino e della realtà tedesca, ha selezionato oltre 50 fotografie provenienti dagli archivi del CRAF e in particolare dai fondi fotografici di Tommaso Bonaventura, Carlo Leidi, Marion Messina e gli studenti della Carl-Zeiss-Oberschule Berlin, Toni Nicolini, Eugenio Novajra per restituire il clima e il senso storico di quell’evento.

All’Auditorium Concordia il 22 novembre verrà messo in scena lo spettacolo teatrale “Die Mauer - Il Muro” di Marco Cortesi e Mara Moschini, al mattino per le scuole, la sera per il pubblico in generale. Frutto di un’inchiesta giornalistica sul campo, lo spettacolo porta in scena indimenticabili storie vere di determinazione, coraggio e fede nel nome della libertà e del rispetto dei diritti umani. Una storia, quella del Muro di Berlino, che parla di violenza e dittature, ma allo stesso tempo del destino di migliaia di persone che decisero di scavalcare una barriera ingiusta e ignobile per conquistare il diritto di essere semplicemente liberi.

Attraverso due documentari – in collaborazione con Cinemazero e Le voci dell’inchiesta – Pordenone Docs Film Fest – si potranno rivivere le fasi di smantellamento del muro (Die Mauer di Jurgen Böttcher, venerdì 8 novembre, ore 20.45, presentato da Eraldo Affinati) e osservare attraverso la condizione delle donne nella DDR, il ritratto di una società in via di cambiamento e liberazione (Winter Adé di Helke Misselwitz, pietra miliare del cinema del reale giovedì 21 novembre).

A fare il punto sull’arte (arte nel periodo della guerra fredda, l’arte tedesca delle due Germanie, la caduta del Muro e i suoi esiti nel settore artistico, dalla guerra fredda all’arte globale) saranno 4 conferenze tenute dal prof. Alessandro Del Puppo dell’Università di Udine, organizzate dall’Associazione Amici di Parco nel mese di novembre nella sala Teresina Degan.

A raccontare la caduta del muro in musica, con brani dedicati al tema e cantando la libertà dei popoli sarà il concerto a cura di Associazione CEM e Accademia VoCEM nel Convento di San Francesco il 16 novembre alle 20.45.

Il contesto storico politico e sociale che portò alla costruzione del Muro di Berlino verrà illustrato nell'incontro a cura del professor Pietro Neglie dell’Università di Trieste, mercoledì 6 novembre alle 18 nell’ex Tipografia, per l’organizzazione del Circolo della cultura e delle arti.

La conferenza del professor Francesco Leoncini, già docente di Storia dell'Europa Orientale, Storia dei paesi Slavi e Storia dell'Europa Centrale all’Università di Venezia, realizzata in collaborazione con l’Associazione Italia-Russie in programma mercoledì 27 novembre in Biblioteca sarà occasione per ricordare gli anni che precedettero il crollo del muro e le tappe che, tra drammi e speranze, scandirono il cammino dell'Europa Orientale verso la democrazia.

Nella conferenza del 10 dicembre infine, la professoressa Marina Sparavier, già docente di lingua e letteratura tedesca, affronterà il tema di come si viveva nella DDR prima del crollo del Muro.

 

Vai al calendario degli incontri »

ultima modifica 2019-11-04T14:45:34+01:00
Valuta sito

Valuta questo sito