Perché diventeremo una città smart

L'intervento di Claudio Pedrotti, sindaco di Pordenone, al simposio inaugurale di Pordenone più facile (15 settembre 2012, Palazzo Badini).

  • Il Piano regolatore deve essere preceduto da una riflessione sull'identità di Pordenone e della sua comunità.
  • Le smart city sono come il sesso per gli adolescenti: ne parlano tantissimo, ma non lo conoscono. Servono esempi concreti.
  • Dobbiamo ricollocare le nostre capacità consolidate in un contesto completamente diverso, perché non perdano valore. Per riuscirci dobbiamo fare salto gigantesco di semplificazione della nostra vita quotidiana.
  • Dobbiamo capire quali sono le giuste funzionalità in questa tecnologia, usando soprattutto la testa.
  • Uno dei temi chiave è come coinvolgere in questo processo i giovani.
  • Semplificare significa creare disequilibri, perché si toccano meccanismi consolidati e apparentemente immutabili.
  • Questo processo ci metterà a nudo, perché tutti dovremo mettere in discussione le nostre abitudini e probabilmente rinunciare a qualcosa.
  • Mi auguro che da questo percorso a ognuno venga il contributo indispensabile per affrontare in modo adeguato la crisi e venirne fuori.
pubblicato il 2012/09/19 11:15:00 GMT+2 ultima modifica 2018-10-24T12:43:30+02:00
Aggiungi commento

Puoi aggiungere un commento compilando la form qui sotto. Utilizza testo semplice. Indirizzi web ed email saranno trasformati in collegamenti cliccabili.

Valuta sito

Valuta questo sito