Un attraversamento facile

26 gennaio 2015Idee per la città

I contenuti pubblicati in questa sezione, chiamata Idee per la città, sono proposte, provocazioni o esplorazioni condivise spontaneamente dai cittadini, che l'amministrazione comunale raccoglie e rilancia in modo trasparente perché siano spunto nel percorso di redazione del nuovo Piano regolatore generale. Questo spazio è aperto: tutti sono invitati a condividere le proprie idee (scopri come). La pubblicazione del materiale non costituisce in alcun modo giudizio di valore da parte del Comune di Pordenone, né implica assunzione di impegni da parte dell'amministrazione.

Riceviamo da Luca Zille questa reinterpretazione dell'attraversamento pedonale all'incrocio tra via Oberdan e via Mazzini. Cliccando sulle immagini è possibile ingrandirle.

1501zille1.jpg

Proposta A

1501zille01.jpg 1501zille02.jpg 1501zille03.jpg

Proposta B

1501zille04.jpg 1501zille05.jpg 1501zille06.jpg

Una passeggiata per lo sviluppo sostenibile

26 novembre 2014Idee per la città

1411passeggiataunesco.jpg

Segnaliamo un'iniziativa organizzata per domenica prossima, 30 novembre, da Terraè in collaborazione con Aqua Nova, FIAB aruotalibera, LAC, Legambiente e WWF, in adesione alla Settimana UNESCO di Educazione allo Sviluppo Sostenibile 2014. Si tratta di una passeggiata attraverso la città per approfondire il suo sviluppo urbanistico e le peculiarità storiche e naturalistiche.

Lungo il percorso, che impegnerà i partecipanti dalle 9 (con ritrovo nel parcheggio del centro commerciale Meduna) a metà pomeriggio, si alterneranno i contributi storici, culturali e naturalistici di Moreno Baccichet, Sara Florian, Stefano Tessadori, Pierluigi Tajariol e Attilio Pellarini.

Informazioni e dettagli logistici sono disponibili sul sito di Terraè.

Un'idea di Rivierasca

29 agosto 2014Idee per la città

I contenuti pubblicati in questa sezione, chiamata Idee per la città, sono proposte, provocazioni o esplorazioni condivise spontaneamente dai cittadini, che l'amministrazione comunale raccoglie e rilancia in modo trasparente perché siano spunto nel percorso di redazione del nuovo Piano regolatore generale. Questo spazio è aperto: tutti sono invitati a condividere le proprie idee (scopri come). La pubblicazione del materiale non costituisce in alcun modo giudizio di valore da parte del Comune di Pordenone, né implica assunzione di impegni da parte dell'amministrazione.

Riceviamo da Luca Zille questa interpretazione originale di via Rivierasca (via Riviera del Pordenone). Cliccando sull'immagine è possibile ingrandirla.

RivierascaLucaZille.jpg

Agopuntura urbana

19 maggio 2014Idee per la città

Segnaliamo nell'ambito dell'edizione 2014 della manifestazione Terraè, officina della sostenibilità, un incontro organizzato da &co Energie Condivise.

140524agopuntura.jpg

L'evento sul sito di Terraé, su quello di &co Energie Condivise e su Facebook

Tre libri sulla città contemporanea

28 aprile 2014Idee per la città

Segnaliamo questa iniziativa organizzata dal Circolo Legambiente di Pordenone e Accademia San Marco.

CicloLegambiente.jpg

Metrò veloce centro ingrosso-stazione

31 dicembre 2012Idee per la città

I contenuti pubblicati in questa sezione, chiamata Idee per la città, sono proposte, provocazioni o esplorazioni condivise spontaneamente dai cittadini, che l'amministrazione comunale raccoglie e rilancia in modo trasparente perché siano spunto di analisi nel corso del percorso partecipato Pordenone più facile. Questo spazio è aperto: tutti sono invitati a condividere le loro idee (scopri come). La pubblicazione del materiale non costituisce in alcun modo giudizio di valore da parte del Comune di Pordenone, né implica assunzione di impegni da parte dell'amministrazione.

Idea: collegamento tra Centro Commerciale e Stazione di Pordenone sfruttando la linea ferroviaria esistente attraverso un servizio di metrò veloce continuativo.


Aspetti logistici a favore dell'idea:

  • il centro commerciale di Pordenone si trova nelle vicinanze del centro di Pordenone (in treno la tratta viene coperta in due minuti circa)
  • la stazione di Pordenone si trova direttamente in centro e consente di servire anche un'utenza finalizzata allo shopping e/o al semplice svago/ritrovo in centro città
  • il centro commerciale è servito da uno svincolo autostradale che può accogliere traffico proveniente dalla zona ovest (dir. Conegliano/Oderzo) e sud (dir. Portogruaro)
  • tra non molto è previsto anche un nuovo sottopasso con relativa bretella che consentirà l'accesso al centro commerciale anche a chi proviene da est (Udine / Cordenons)
  • il centro commerciale dispone di ampi spazi di parcheggio e risulterebbe un terminal ideale per un sistema integrato “parcheggio auto-mezzo pubblico” (con relativo biglietto integrato ar, anche acquistabile on line)
  • l'utilizzo dei binari da parte di Trenitalia durante il giorno si limita ai tempi di passaggio di treni passeggeri (più o meno due all'ora per direzione nelle ore di punta) e ai treni merci
  • nel centro commerciale è già presente uno scambio deviatore dei binari del treno che consente la creazione di una piccola stazione/fermata a basso costo
  • la stazione di Pordenone dispone di un terzo binario servito da marciapiedi e pensilina che può servire per accogliere il servizio di collegamento con il centro commerciale


Da verificare:

  • le modalità di convenzionamento con le Ferrovie dello Stato per l'utilizzo della tratta
  • l'attivazione di sistemi di controllo per consentire al sistema di operare in assoluta sicurezza
  • i costi da fare pagare all'utenza per il servizio
  • la frequenza del servizio per le diverse fasce orarie
  • le modalità per disincentivare l'utilizzo dell'auto per accedere al centro (ad es. limite di velocità a 30kmh esteso a tutto il centro) e per pubblicizzare adeguatamente l'iniziativa (valorizzando l'attenzione per l'ambiente di chi utilizza il servizio e i risparmi di tempo)


Ulteriori considerazioni:

  • nel periodo della Fiera il servizio potrebbe prevedere anche una fermata in prossimità dei Padiglioni Fieristici, attrezzando ovviamente l'area in modo da consentire un facile accesso alla Fiera e ai binari
  • potrebbe anche essere previsto – nei casi di elevata affluenza - un servizio di bike sharing che può sfruttare il tracciato che già ora collega la Stazione al sottopasso di via Nuova di Corva e che potrebbe essere adeguatamente prolungato fino al centro commerciale (correndo sempre a fianco della ferrovia)


Piergiorgio Qualizza

Il contributo del cittadino

27 dicembre 2012Idee per la città

I contenuti pubblicati in questa sezione, chiamata Idee per la città, sono proposte, provocazioni o esplorazioni condivise spontaneamente dai cittadini, che l'amministrazione comunale raccoglie e rilancia in modo trasparente perché siano spunto di analisi nel corso del percorso partecipato Pordenone più facile. Questo spazio è aperto: tutti sono invitati a condividere le loro idee (scopri come). La pubblicazione del materiale non costituisce in alcun modo giudizio di valore da parte del Comune di Pordenone, né implica assunzione di impegni da parte dell'amministrazione.

Elisa Delli Zotti e Federica Vaglio, Quale contributo dal cittadino e dalla pubblica amministrazione

Intervento registrato durante il simposio conclusivo della I fase di Pordenone più facile (Palazzo Badini, 15 dicembre 2012)

La strada, luogo ma soprattutto percorso

24 dicembre 2012Idee per la città

I contenuti pubblicati in questa sezione, chiamata Idee per la città, sono proposte, provocazioni o esplorazioni condivise spontaneamente dai cittadini, che l'amministrazione comunale raccoglie e rilancia in modo trasparente perché siano spunto di analisi nel corso del percorso partecipato Pordenone più facile. Questo spazio è aperto: tutti sono invitati a condividere le loro idee (scopri come). La pubblicazione del materiale non costituisce in alcun modo giudizio di valore da parte del Comune di Pordenone, né implica assunzione di impegni da parte dell'amministrazione.

Chiara Zorzi, La strada: luogo, ma soprattutto percorso

Intervento registrato durante il simposio conclusivo della I fase di Pordenone più facile (Palazzo Badini, 15 dicembre 2012)

Sistema acque culture

24 dicembre 2012Idee per la città

I contenuti pubblicati in questa sezione, chiamata Idee per la città, sono proposte, provocazioni o esplorazioni condivise spontaneamente dai cittadini, che l'amministrazione comunale raccoglie e rilancia in modo trasparente perché siano spunto di analisi nel corso del percorso partecipato Pordenone più facile. Questo spazio è aperto: tutti sono invitati a condividere le loro idee (scopri come). La pubblicazione del materiale non costituisce in alcun modo giudizio di valore da parte del Comune di Pordenone, né implica assunzione di impegni da parte dell'amministrazione.

Elisa Monte (con Stefano Tessadori), Sistema acque culture

Intervento registrato durante il simposio conclusivo della I fase di Pordenone più facile (Palazzo Badini, 15 dicembre 2012)

La finestra

24 dicembre 2012Idee per la città

I contenuti pubblicati in questa sezione, chiamata Idee per la città, sono proposte, provocazioni o esplorazioni condivise spontaneamente dai cittadini, che l'amministrazione comunale raccoglie e rilancia in modo trasparente perché siano spunto di analisi nel corso del percorso partecipato Pordenone più facile. Questo spazio è aperto: tutti sono invitati a condividere le loro idee (scopri come). La pubblicazione del materiale non costituisce in alcun modo giudizio di valore da parte del Comune di Pordenone, né implica assunzione di impegni da parte dell'amministrazione.

Antonio Stefanuto, La finestra

Intervento registrato durante il simposio conclusivo della I fase di Pordenone più facile (Palazzo Badini, 15 dicembre 2012)

Essere smart è saper copiare bene

24 dicembre 2012Idee per la città

I contenuti pubblicati in questa sezione, chiamata Idee per la città, sono proposte, provocazioni o esplorazioni condivise spontaneamente dai cittadini, che l'amministrazione comunale raccoglie e rilancia in modo trasparente perché siano spunto di analisi nel corso del percorso partecipato Pordenone più facile. Questo spazio è aperto: tutti sono invitati a condividere le loro idee (scopri come). La pubblicazione del materiale non costituisce in alcun modo giudizio di valore da parte del Comune di Pordenone, né implica assunzione di impegni da parte dell'amministrazione.

Linda Rossetto, Essere smart = saper copiare bene

Intervento registrato durante il simposio conclusivo della I fase di Pordenone più facile (Palazzo Badini, 15 dicembre 2012)

La città policentrica

24 dicembre 2012Idee per la città

I contenuti pubblicati in questa sezione, chiamata Idee per la città, sono proposte, provocazioni o esplorazioni condivise spontaneamente dai cittadini, che l'amministrazione comunale raccoglie e rilancia in modo trasparente perché siano spunto di analisi nel corso del percorso partecipato Pordenone più facile. Questo spazio è aperto: tutti sono invitati a condividere le loro idee (scopri come). La pubblicazione del materiale non costituisce in alcun modo giudizio di valore da parte del Comune di Pordenone, né implica assunzione di impegni da parte dell'amministrazione.

Ferruccio Merisi e Claudia Contin, La città policentrica

Intervento registrato durante il simposio conclusivo della I fase di Pordenone più facile (Palazzo Badini, 15 dicembre 2012)

Polo nautico sul Noncello

24 dicembre 2012Idee per la città

I contenuti pubblicati in questa sezione, chiamata Idee per la città, sono proposte, provocazioni o esplorazioni condivise spontaneamente dai cittadini, che l'amministrazione comunale raccoglie e rilancia in modo trasparente perché siano spunto di analisi nel corso del percorso partecipato Pordenone più facile. Questo spazio è aperto: tutti sono invitati a condividere le loro idee (scopri come). La pubblicazione del materiale non costituisce in alcun modo giudizio di valore da parte del Comune di Pordenone, né implica assunzione di impegni da parte dell'amministrazione.

Alvio Lurgo, Polo nautico sul Noncello

Intervento registrato durante il simposio conclusivo della I fase di Pordenone più facile (Palazzo Badini, 15 dicembre 2012)

Riuso di spazi

24 dicembre 2012Idee per la città

I contenuti pubblicati in questa sezione, chiamata Idee per la città, sono proposte, provocazioni o esplorazioni condivise spontaneamente dai cittadini, che l'amministrazione comunale raccoglie e rilancia in modo trasparente perché siano spunto di analisi nel corso del percorso partecipato Pordenone più facile. Questo spazio è aperto: tutti sono invitati a condividere le loro idee (scopri come). La pubblicazione del materiale non costituisce in alcun modo giudizio di valore da parte del Comune di Pordenone, né implica assunzione di impegni da parte dell'amministrazione.

Sara Florian, Riuso di spazi

Intervento registrato durante il simposio conclusivo della I fase di Pordenone più facile (Palazzo Badini, 15 dicembre 2012)

Smart subito a costo quasi zero

24 dicembre 2012Idee per la città

I contenuti pubblicati in questa sezione, chiamata Idee per la città, sono proposte, provocazioni o esplorazioni condivise spontaneamente dai cittadini, che l'amministrazione comunale raccoglie e rilancia in modo trasparente perché siano spunto di analisi nel corso del percorso partecipato Pordenone più facile. Questo spazio è aperto: tutti sono invitati a condividere le loro idee (scopri come). La pubblicazione del materiale non costituisce in alcun modo giudizio di valore da parte del Comune di Pordenone, né implica assunzione di impegni da parte dell'amministrazione.

Daniela Favot, Smart subito a costo quasi zero

Intervento registrato durante il simposio conclusivo della I fase di Pordenone più facile (Palazzo Badini, 15 dicembre 2012)

L'eredità per un futuro sostenibile

24 dicembre 2012Idee per la città

I contenuti pubblicati in questa sezione, chiamata Idee per la città, sono proposte, provocazioni o esplorazioni condivise spontaneamente dai cittadini, che l'amministrazione comunale raccoglie e rilancia in modo trasparente perché siano spunto di analisi nel corso del percorso partecipato Pordenone più facile. Questo spazio è aperto: tutti sono invitati a condividere le loro idee (scopri come). La pubblicazione del materiale non costituisce in alcun modo giudizio di valore da parte del Comune di Pordenone, né implica assunzione di impegni da parte dell'amministrazione.

Alberto Del Panta, L'eredità per un futuro sostenibile

Intervento registrato durante il simposio conclusivo della I fase di Pordenone più facile (Palazzo Badini, 15 dicembre 2012)

La città intergenerazionale

21 dicembre 2012Idee per la città

I contenuti pubblicati in questa sezione, chiamata Idee per la città, sono proposte, provocazioni o esplorazioni condivise spontaneamente dai cittadini, che l'amministrazione comunale raccoglie e rilancia in modo trasparente perché siano spunto di analisi nel corso del percorso partecipato Pordenone più facile. Questo spazio è aperto: tutti sono invitati a condividere le loro idee (scopri come). La pubblicazione del materiale non costituisce in alcun modo giudizio di valore da parte del Comune di Pordenone, né implica assunzione di impegni da parte dell'amministrazione.

Alessandro Del Frate, La città intergenerazionale

Intervento registrato durante il simposio conclusivo della I fase di Pordenone più facile (Palazzo Badini, 15 dicembre 2012)

La ricerca della qualità del vivere

21 dicembre 2012Idee per la città

I contenuti pubblicati in questa sezione, chiamata Idee per la città, sono proposte, provocazioni o esplorazioni condivise spontaneamente dai cittadini, che l'amministrazione comunale raccoglie e rilancia in modo trasparente perché siano spunto di analisi nel corso del percorso partecipato Pordenone più facile. Questo spazio è aperto: tutti sono invitati a condividere le loro idee (scopri come). La pubblicazione del materiale non costituisce in alcun modo giudizio di valore da parte del Comune di Pordenone, né implica assunzione di impegni da parte dell'amministrazione.

Walter Coletto, Il Piano come occasione di valorizzazione e ricerca della qualità

Intervento registrato durante il simposio conclusivo della I fase di Pordenone più facile (Palazzo Badini, 15 dicembre 2012)

Competitività e struttura distributiva

21 dicembre 2012Idee per la città

I contenuti pubblicati in questa sezione, chiamata Idee per la città, sono proposte, provocazioni o esplorazioni condivise spontaneamente dai cittadini, che l'amministrazione comunale raccoglie e rilancia in modo trasparente perché siano spunto di analisi nel corso del percorso partecipato Pordenone più facile. Questo spazio è aperto: tutti sono invitati a condividere le loro idee (scopri come). La pubblicazione del materiale non costituisce in alcun modo giudizio di valore da parte del Comune di Pordenone, né implica assunzione di impegni da parte dell'amministrazione.

Aldo Biscontin (Ascom), Competitività e struttura distributiva

Intervento registrato durante il simposio conclusivo della I fase di Pordenone più facile (Palazzo Badini, 15 dicembre 2012)

Paesaggi dell'accoglienza

21 dicembre 2012Idee per la città

I contenuti pubblicati in questa sezione, chiamata Idee per la città, sono proposte, provocazioni o esplorazioni condivise spontaneamente dai cittadini, che l'amministrazione comunale raccoglie e rilancia in modo trasparente perché siano spunto di analisi nel corso del percorso partecipato Pordenone più facile. Questo spazio è aperto: tutti sono invitati a condividere le loro idee (scopri come). La pubblicazione del materiale non costituisce in alcun modo giudizio di valore da parte del Comune di Pordenone, né implica assunzione di impegni da parte dell'amministrazione.

Monica Bianchettin Del Grano (con Giovanni De Roia), Paesaggi dell'accoglienza

Intervento registrato durante il simposio conclusivo della I fase di Pordenone più facile (Palazzo Badini, 15 dicembre 2012)

Più facile (secondo gli studenti del Pertini)

21 dicembre 2012Idee per la città

I contenuti pubblicati in questa sezione, chiamata Idee per la città, sono proposte, provocazioni o esplorazioni condivise spontaneamente dai cittadini, che l'amministrazione comunale raccoglie e rilancia in modo trasparente perché siano spunto di analisi nel corso del percorso partecipato Pordenone più facile. Questo spazio è aperto: tutti sono invitati a condividere le loro idee (scopri come). La pubblicazione del materiale non costituisce in alcun modo giudizio di valore da parte del Comune di Pordenone, né implica assunzione di impegni da parte dell'amministrazione.

Paolo Battistella (e gli studenti della Ve dell'ITS per Geometri "Sandro Pertini"), Più facile

Intervento registrato durante il simposio conclusivo della I fase di Pordenone più facile (Palazzo Badini, 15 dicembre 2012)

Coworking da privato a pubblico

20 dicembre 2012Idee per la città

I contenuti pubblicati in questa sezione, chiamata Idee per la città, sono proposte, provocazioni o esplorazioni condivise spontaneamente dai cittadini, che l'amministrazione comunale raccoglie e rilancia in modo trasparente perché siano spunto di analisi nel corso del percorso partecipato Pordenone più facile. Questo spazio è aperto: tutti sono invitati a condividere le loro idee (scopri come). La pubblicazione del materiale non costituisce in alcun modo giudizio di valore da parte del Comune di Pordenone, né implica assunzione di impegni da parte dell'amministrazione.

Gianni Barbon, Coworking da privato a pubblico

Intervento registrato durante il simposio conclusivo della I fase di Pordenone più facile (Palazzo Badini, 15 dicembre 2012)

La capacità evocatrice dell'architettura

20 dicembre 2012Idee per la città

I contenuti pubblicati in questa sezione, chiamata Idee per la città, sono proposte, provocazioni o esplorazioni condivise spontaneamente dai cittadini, che l'amministrazione comunale raccoglie e rilancia in modo trasparente perché siano spunto di analisi nel corso del percorso partecipato Pordenone più facile. Questo spazio è aperto: tutti sono invitati a condividere le loro idee (scopri come). La pubblicazione del materiale non costituisce in alcun modo giudizio di valore da parte del Comune di Pordenone, né implica assunzione di impegni da parte dell'amministrazione.

Moreno Baccichet, La capacità evocatrice dell'architettura: socializzare l'arte e l'arte della socialità

Intervento registrato durante il simposio conclusivo della I fase di Pordenone più facile (Palazzo Badini, 15 dicembre 2012)

Nella tempesta, riflessioni sulla cultura

13 dicembre 2012Idee per la città

I contenuti pubblicati in questa sezione, chiamata Idee per la città, sono proposte, provocazioni o esplorazioni condivise spontaneamente dai cittadini, che l'amministrazione comunale raccoglie e rilancia in modo trasparente perché siano spunto di analisi nel corso del percorso partecipato Pordenone più facile. Questo spazio è aperto: tutti sono invitati a condividere le loro idee (scopri come). La pubblicazione del materiale non costituisce in alcun modo giudizio di valore da parte del Comune di Pordenone, né implica assunzione di impegni da parte dell'amministrazione.

Idee e buone pratiche per il futuro delle attività culturali a Pordenone, tratte da un incontro dell'associazione Il Ponte organizzato in Biblioteca Civica il 10 dicembre scorso.

Polo nautico sul fiume Noncello

10 dicembre 2012Idee per la città

I contenuti pubblicati in questa sezione, chiamata Idee per la città, sono proposte, provocazioni o esplorazioni condivise spontaneamente dai cittadini, che l'amministrazione comunale raccoglie e rilancia in modo trasparente perché siano spunto di analisi nel corso del percorso partecipato Pordenone più facile. Questo spazio è aperto: tutti sono invitati a condividere le loro idee (scopri come). La pubblicazione del materiale non costituisce in alcun modo giudizio di valore da parte del Comune di Pordenone, né implica assunzione di impegni da parte dell'amministrazione.

Poniamo all’attenzione degli amministratori comunali la possibilità di valorizzare un sito che è sempre stato parte della memoria della città. Tant’è che la stessa porta il nome di “Portus Naonis “ proprio perché il fiume Noncello che la bagna è stato per secoli una via d’acqua che ne ha favorito lo sviluppo economico. Il sito in questione riguarda la zona della Dogana Vecchia a Vallenoncello. Oltre all’imbarcadero in prossimità del parcheggio Marcolin non esiste altro luogo nel quale le sponde del fiume siano rimaste come in origine; sono inoltre gli unici puntiche permettono l’accesso al fiume in modo agevole. Quindi un luogo facilmente accessibile e fruibile da parte della cittadinanza che intendesse svolgere attività sportive e ludiche sul nostro fiume; vi è infatti la disponibilità di uno scivolo per l’alaggio e sponde per l’ormeggio di piccole imbarcazioni.

La precedente amministrazione comunale aveva previsto la realizzazione di una struttura idonea all’imbarco per i canoisti e di quant’altri avessero voluto fruire del fiume in sicurezza. Una maggiore attenzione e una valorizzazione dell’intera area sarebbe auspicabile ai fini ambientalistici e turistici. In prossimità vi è infatti l’Osteria della Vecchia Dogana da molti apprezzata; in loco ed in prossimità delle sponde del fiume trova collocazione in via Cargnel un’attività di servizio alla nautica (Free Time) che opera sia nella manutenzione delle imbarcazioni che nel rimessaggio delle stesse, ed è punto di riferimento per chi svolge attività nautica per tutta la provincia.

L’azienda dispone oltre che di un fabbricato (capannone) anche di un’area di stretta pertinenza sulla quale vengono parcheggiate e/o custodite piccole imbarcazioni, camper e roulotte; tale area risulta essere di vitale importanza ai fini del sostentamento e mantenimento in esercizio dell’attività che non può usufruire appieno delle proprie potenzialità economiche a causa della presenza di un vincolo urbanistico insistente sul suddetto piazzale che da sempre era legato alla attività ed attualmente destinato a zona agricola. Il fabbricato artigianale e l’area circostante era funzionale all’attività che vi si svolgeva (l’intero complesso e le pertinenze sono state sede della fonderia Babuin) con tutte le implicazione di carattere ambientale connesse; tale situazione e nettamente migliorata e non ha più un impatto negativo né verso l’ambiente nè verso l’area del Parco Fluviale posto al limite.

Consentendo alla ditta Free Time un utilizzo della suddetta area più consono all’attività e quindi avente una destinazione legata alla tipologia dell’ esercizio, e non ad una destinazione agricola come ora previsto, potrebbe in futuro, con la realizzazione delle opere previste dal Comune per la fruizione del fiume da parte della collettività e delle associazioni sportive, diventare un polo nautico fluviale attrezzato che sarebbe unico in provincia di Pordenone, oltre che essere, viste le altre proposte di valorizzazione delle sponde mediante la realizzazione di percorsi ciclo pedonabili, costituire un’insieme di realizzazioni di sicuro interesse turistico ambientale.

Lurgo Alvio

Incentivi ai dipendenti ciclisti

9 novembre 2012Idee per la città

I contenuti pubblicati in questa sezione, chiamata Idee per la città, sono proposte, provocazioni o esplorazioni condivise spontaneamente dai cittadini, che l'amministrazione comunale raccoglie e rilancia in modo trasparente perché siano spunto di analisi nel corso del percorso partecipato Pordenone più facile. Questo spazio è aperto: tutti sono invitati a condividere le loro idee (scopri come). La pubblicazione del materiale non costituisce in alcun modo giudizio di valore da parte del Comune di Pordenone, né implica assunzione di impegni da parte dell'amministrazione.


Mi permetto di dare uno spunto per un'idea riguardo la Mobilità, che riguarda l'utilizzo della bicicletta e che si può inserire nell'ambito dell'area vasta.
L'idea è quella di proporre, magari non solo a livello cittadino ma a livello provinciale (per questo, area vasta), un accordo tra imprese della zona e comune/provincia stessa, che prevede incentivi per le imprese che accettano di aiutare i loro dipendenti ciclisti in vari modi, per esempio con buoni, permessi, incentivi economici. In questo modo si darebbe un aiuto tangibile a chi già utilizza la bicicletta, e sarebbe un forte incentivo per spingere altri lavoratori ad usarla, riducendo l'uso dell'automobile con tutti i vantaggi che ciò comporta.

Dario Zanette

Quale Pordenone domani (Il Fiume)

19 ottobre 2012Idee per la città

I contenuti pubblicati in questa sezione, chiamata Idee per la città, sono proposte, provocazioni o esplorazioni condivise spontaneamente dai cittadini, che l'amministrazione comunale raccoglie e rilancia in modo trasparente perché siano spunto di analisi nel corso del percorso partecipato Pordenone più facile. Questo spazio è aperto: tutti sono invitati a condividere le loro idee (scopri come). La pubblicazione del materiale non costituisce in alcun modo giudizio di valore da parte del Comune di Pordenone, né implica assunzione di impegni da parte dell'amministrazione.

Nei giorni scorsi la lista civica Il Fiume ha presentato a titolo di «contributo per una discussione culturale» i risultati di un questionario svolto nei mesi scorsi in «una parte della città vicino alla lista civica». Sono stati raccolti 162 questionari, su 250 inviati. Lo scopo era «avere una prima indicazione di problemi, bisogni e anche sogni attraverso cui [...] disegnare un'idea di Pordenone nei prossimi anni». I risultati sono stati gentilmente messi a disposizione del percorso partecipato verso il nuovo Piano regolatore.

Scarica la presentazione Quale Pordenone domani (Pdf, 1,25 MB)

Vedi il modello di questionario (154 KB)

Una riserva naturale per il Noncello

8 ottobre 2012Idee per la città

I contenuti pubblicati in questa sezione, chiamata Idee per la città, sono proposte, provocazioni o esplorazioni condivise spontaneamente dai cittadini, che l'amministrazione comunale raccoglie e rilancia in modo trasparente perché siano spunto di analisi nel corso del percorso partecipato Pordenone più facile. Questo spazio è aperto: tutti sono invitati a condividere le loro idee (scopri come). La pubblicazione del materiale non costituisce in alcun modo giudizio di valore da parte del Comune di Pordenone, né implica assunzione di impegni da parte dell'amministrazione.

Trasformare il Parco Fluviale del Noncello in una riserva naturale dove piante ed animali possano riprodursi indisturbati con un monitoraggio costante mediato da esperti (piccoli sentieri potrebbero penetrare in alcuni punti strategici il Parco per le osservazioni), magari richiedendo fondi all’Unione Europea che da sempre promuove la protezione delle zone umide come le Risorgive.

Francesca Del Santo

Un'analisi del territorio in via Nuova di Corva

6 ottobre 2012Idee per la città

I contenuti pubblicati in questa sezione, chiamata Idee per la città, sono proposte, provocazioni o esplorazioni condivise spontaneamente dai cittadini, che l'amministrazione comunale raccoglie e rilancia in modo trasparente perché siano spunto di analisi nel corso del percorso partecipato Pordenone più facile. Questo spazio è aperto: tutti sono invitati a condividere le loro idee (scopri come). La pubblicazione del materiale non costituisce in alcun modo giudizio di valore da parte del Comune di Pordenone, né implica assunzione di impegni da parte dell'amministrazione.

Analisi progettuale per la riqualificazione urbana
di un’area destinata a Verde di Quartiere

Workshop effettuato presso Grab Group Architettura Arte Design, Pordenone
Studenti partecipanti ISIS Galvani Cordenons: Carlo Altamura, Federico Buri, Luca Caragliu Giulia Fantuz, Nicole Feltrin, Simone Indrigo, Luca Malnis, Barbara Martile, Luca Stefanuto, Althea Vignando
Coordinatori del progetto: MenteLocale ( Sara Tessari, Valentina Bigaran, Michele Tajariol)

Nell’impostazione del workshop sono stati considerati i principali ingressi veicolari alla città, puntando soprattutto su aree ricollegabili a un “Residuo Urbano”, cioè un’area ancora senza una precisa identità e quindi adatta a formulare ipotesi, indagini, interviste eccetera. L’area di cui si sta parlando è situata nei pressi di uno degli ingressi alla città, ubicata tra via Nuova di Corva e via Italo Svevo.

Questo piccolo esempio di intervento sul territorio può rappresentare un metodo operativo per conoscere meglio piccole zone impropriamente utilizzate della città, partendo, come in questo caso, dal non utilizzo di un’area, destinata a Verde di Quartiere e quindi fruibile dai residenti. Il Residuo Urbano preso in considerazione è stato parzialmente esaurito attraverso una serie di documentazioni, ricerche, ore di attesa e di deambulazione in loco per prendere coscienza della sua natura, intuirne la nascita, la relazione con le persone e, involontariamente, tentare di delimitarlo da ciò che appariva più compiuto e meno indeciso.

Il Residuo Urbano ha offerto molti spunti di riflessione: dal residuo di asfalto, delimitato da una fila di cassonetti, al verde incolto, dai tombini corrosi dal tempo alla verticalità di arredi urbani costituiti cartelli pubblicitari e pali per l’illuminazione pubblica. Attività quali fotografie, video e rilievi cartacei, per una durata di diversi giorni, hanno fatto sì che i cittadini che frequentano e abitano nelle zone limitrofe si siano quantomeno incuriositi della nostra presenza.

Questo ci ha portato a una questione non formale: perché non coinvolgere i cittadini in una progettazione partecipata per il Residuo indagato? Da qui è scaturita un'immediata trasversalità, per cui tutto il lavoro svolto in precedenza è apparso come un concreto primo passo verso un’azione sociale in cui ogni attitudine e capacità può essere messa a disposizione del territorio e del cittadino stesso. L’obiettivo principale è quello di rendere nuovamente attivo e produttivo un territorio, attraverso dinamiche sociali, sia in fase costruttiva sia in fase continuativa.

Alcune sintesi prodotte nel corso del workshop:

rvqintro.jpg rvqpag1.jpg rvqpag2.jpg rvqpag3.jpg

Materiale proposto da
Sara Florian

Un sistema acqua-cultura (Tessadori)

1 ottobre 2012Idee per la città

I contenuti pubblicati in questa sezione, chiamata Idee per la città, sono proposte, provocazioni o esplorazioni condivise spontaneamente dai cittadini, che l'amministrazione comunale raccoglie e rilancia in modo trasparente perché siano spunto di analisi nel corso del percorso partecipato Pordenone più facile. Questo spazio è aperto: tutti sono invitati a condividere le loro idee (scopri come). La pubblicazione del materiale non costituisce in alcun modo giudizio di valore da parte del Comune di Pordenone, né implica assunzione di impegni da parte dell'amministrazione.

tessadori_monte.jpg

Scarica il progetto nel formato originale (Pdf, 3,83 MB)

Ho iniziato a lavorare su questo tema nel 2011. L'idea è di stabilire collegamenti fisici - per la massima parte pedonali, ma anche ciclabili - fra i musei e le attrezzature per la cultura e istruzione della città, utilizzando percorsi già esistenti, aprendone di nuovi o riattivarne di antichi, il tutto utilizzando i tracciati del fiume e delle antiche rogge. Mediante interventi puntuali e dal costo contenuto si verrebbe a creare una straordinaria area di verde, acque, storia e cultura, unica in Europa.

I percorsi al momento sono due: uno lungo il Noncello (in gran parte esistente) dalla Dogana Vecchia, passando per la Fiera, per proseguire poi per la Villa Galvani (Galleria d'Arte Moderna e Contemporanea), per il Museo Diocesano d'Arte Sacra, per il Parco del Seminario fino a raggiungere il Castello di Torre e l'Immaginario scientifico (con i magnifici cotonifici lungo il cammino). In questa zona, con due semplici passerelle è possibile connettere le sponde del fiume e collegare i centro di Pordenone con Torre. Immaginate cosa significa poter utilizzare il mezzo di locomozione più sofisticato al mondo: i vostri piedi!

Il secondo percorso si svolge in verticale (nel disegno), dal Maglio fino a raggiungere il complesso delle scuole superiori, l'Auditorium Concordia e la Casa dello Studente. Si viene a formare quindi una specie di Grande "T" rovesciata che abbraccia e unisca la città da sud a nord, in un sistema di vie d'acqua, laghetti, parchi e strutture. Le rive potrebbero essere affidate a gruppi di cittadini, ad associazioni di volontariato, per la gestione e la manutenzione del verde, la pulizia e il mantenimento. I bracci della T potrebbero essere disseminati di attività su tutto l'arco dell'anno (orti, piccole aree gioco, attività fisica, meditazione). Anche grandi manifestazioni come Pordenonelegge, Dedica Festival e altre potrebbero essere interessate a utilizzare questo straordinario territorio che si è renderebbe disponibile.

Ringrazio qui i molti amici che mi hanno aiutato a definire questa idea: Elisa Monte, Bruno Tallon del Nordic Walking Pordenone, gli Amici di PArCo, Daniela Floriduz, Antonio Zanella, Arlecchino Errante, gli amici di Pnbox, i docenti dell'ISIA e molti altri. Concludo dicendo che, come architetto e - in piccola parte - urbanista, sono molto contento di questo progetto "fatto con piedi". È da molto tempo infatti che sostengo che l'urbanistica dovrebbe essere fatta camminando, riscoprendo la città e il territorio da un punto di vista alla scala umana.

Mi piacerebbe se i cittadini di Pordenone si sentissero liberi di appuntare spilli e post it su questa mappa con le loro indicazioni e suggerimenti.


Stefano Tessadori
architetto

Le proposte di Francesco Giannelli

17 settembre 2012Idee per la città

Nota bene (20/9/2012): i contenuti pubblicati in questa sezione, chiamata Idee per la città, sono proposte spontanee di cittadini, che l'amministrazione comunale raccoglie e rilancia perché siano valutate e discusse in modo trasparente durante il percorso partecipato Pordenone più facile. Questo spazio è aperto: tutti sono invitati a condividere le loro proposte (scopri come). La pubblicazione delle proposte non costituisce in alcun modo giudizio di valore da parte del Comune di Pordenone, né implica assunzione di impegni da parte dell'amministrazione.

Dopo l'anticipazione pubblicata sul Messaggero Veneto del 15 settembre scorso, abbiamo chiesto all'architetto e consigliere comunale Francesco Giannelli di condividere con la città, su questo sito, i dettagli del suo disegno per una Pordenone più facile. Pubblichiamo di seguito il materiale che ci ha gentilmente inviato.

Le proposte di Francesco Giannelli

Il PRG è un progetto complesso che si attua attraverso un disegno generale e relative norme che, in questo momento, non vengono considerate. Preme ora stabilire che solo attraverso alcune zone e progetti strategici la città può trasformarsi per una migliore qualità della vita.

Zone

  1. Università: 2^ zona con possibili ampliamenti
  2. Sport: nuovo campo di calcio
  3. Ospedale ed aree di servizio/supporto
  4. Aeroporto
  5. Rotatorie per incroci ex SS13
  6. Nuovo ponte sul Noncello: bypass del Ring
  7. Modifica ring: stop alle auto in Rivierasca
  8. Circonvallazioni Sud e Nord
  9. Ponte Interporto Borgomeduna
  10. Termovalorizzatore o entrale biomassa


A-B Progetti puntuali di centro città

  • ex Ospedale e caserma Mittica liberano Centro Studi
  • Silos parcheggi residenti: piazza XX Settembre, piazza della Motta, Scuole Gabelli, Piazza del Popolo, Stazione FF.SS., Bronx
  • Quartiere Rivierasca-Centro Storico sul Noncello
  • Trasformazione del Bronx: negozi/uffici/abitazioni
  • Nuovi Parchi Urbani: Corso Garibaldi e San Valentino
  • Nobile Interrompimento, ex Carcere ed ex Biblioteca

Limiti, vincoli, prescrizioni:

  1. stop all’edificazione all’esterno delle zone gialle
  2. solo ristrutturazione urbanistica interi isolati
  3. facilitazioni per restauri con parcheggi interrati in centro storico
  4. completamento e connessione piste ciclabili
pubblicato il 2012/09/17 09:11:05 GMT+1 ultima modifica 2018-10-24T11:43:09+01:00

Valuta sito

Valuta questo sito