Documento di sintesi, l'analisi dei progettisti

I professionisti incaricati della redazione tecnica del nuovo Piano regolatore generale di Pordenone hanno completato nei giorni scorsi la prima parte del loro lavoro, la fase di analisi, e hanno consegnato il primo elaborato previsto dal bando. Si tratta del Documento di sintesi, uno studio approfondito sullo stato del territorio e delle sue componenti, che ha assunto come punti di partenza il testo unico contenente gli esiti dello studio socio-economico, dei laboratori partecipati con i cittadini e del quadro conoscitivo prodotto dell'Ufficio di Piano del Comune. A sua volta il Documento di sintesi servirà ora come supporto alla formulazione delle direttive, il primo vero atto politico del nuovo Piano regolatore, che saranno presentate e discusse nelle prossime sedute del Consiglio comunale.

Una volta approvate anche le direttive, per il gruppo di lavoro coordinato dall'architetto Massimo Giuliani comincerà la fase di progettazione propriamente detta, suddivisa in progettazione della componente strutturale (durante la quale saranno sviluppati le strategie e gli scenari alternativi) e in progettazione della componente operativa (quando prenderanno corpo gli strumenti di attuazione). L'adozione del nuovo Piano regolatore è attesa alla fine del 2014.

Il Documento di sintesi entra dunque nella ricca biblioteca dei materiali resi disponibili nel corso di Pordenone più facile, il percorso di incontri, ascolti e condivisione verso il nuovo Piano regolatore avviato nel 2012 dall'amministrazione comunale.

Abbiamo chiesto ai progettisti di presentarci dal vivo l'analisi svolta. Gli architetti Corrado Longa (Dontstop) e Marco Tosca, collaboratori di Giuliani sul nuovo Piano regolatore di Pordenone, riassumono in video criteri e risultati del lavoro di analisi svolto nei mesi scorsi.

pubblicato il 2014/03/20 10:15:00 GMT+2 ultima modifica 2018-10-24T12:43:17+02:00
Aggiungi commento

Puoi aggiungere un commento compilando la form qui sotto. Utilizza testo semplice. Indirizzi web ed email saranno trasformati in collegamenti cliccabili.

Valuta sito

Valuta questo sito