La linea di partenza delle smart city italiane

Forum PA, il centro nazionale per l'incontro tra pubbliche amministrazioni, imprese e cittadini, ha presentato martedì mattina alla Smart City Exhibition in corso a Bologna un'indagine approfondita sui capoluoghi italiani sulla base di numerosi indicatori tradizionalmente associati al modello della smart city (economia, ambiente, governance, qualità della vita, mobiità, capitale sociale). «Non è una classifica finale», dice apertamente lo studio, «ma la linea di partenza di una gara ancora tutta da correre».

Nella graduatoria generale ai primi posti compaiono Bologna, Parma e Trento. Tra le città metropolitane emergono Bologna, Firenze e Milano. Pordenone, che ha iniziato in settembre il suo percorso (partecipato) verso la smart city contestualmente alla redazione del nuovo Piano regolatore, si piazza al 37° posto, con valutazioni molto competitive in campo ambientale (6° posto nazionale) e per quanto riguarda il capitale sociale (18° posto) e migliorabili in fatto di qualità della vita (52°) e mobilità (62°). Per quanto riguarda il Friuli Venezia Giulia, Udine si piazza al 23° posto, Trieste al 30°, Gorizia al 60°. L'elenco degli indicatori considerati, tratti dalle più importanti banche dati nazionali, e la metodologia scelta sono consultabili nel documento integrale scaricabile sul sito di Forum PA, previa registrazione.

icityrate.jpg
Fonte: ICity Rate ForumPA, ottobre 2012

pubblicato il 2012/10/30 18:06:55 GMT+1 ultima modifica 2018-10-24T11:42:29+01:00
Aggiungi commento

Puoi aggiungere un commento compilando la form qui sotto. Utilizza testo semplice. Indirizzi web ed email saranno trasformati in collegamenti cliccabili.

Valuta sito

Valuta questo sito