Le zone omogenee del Piano regolatore

  • Zone omogenee A, zone residenziali comprendenti le parti del territorio interessate da agglomerati urbani, nuclei edilizi e aree di interesse storico, artistico o di particolare pregio ambientale.
  • Zone omogenee B, zone residenziali comprendenti le parti del territorio totalmente o parzialmente edificate.
  • Zone omogenee C, comprendenti le parti del territorio destinate a nuovi complessi insediativi a carattere prevalentemente residenziale.
  • Zone omogenee D, comprendenti le parti del territorio destinate a insediamenti industriali ed artigianali.
  • Zone omogenee E, comprendenti le parti del territorio destinate a usi agricoli.
  • Zone omogenee H, comprendenti le parti del territorio destinate all'insediamento delle attrezzature commerciali.
  • Zone omogenee I, comprendenti le parti del territorio destinate agli insediamenti di carattere direzionale.
  • Zone omogenee P, comprendenti le parti del territorio destinate ad attrezzature e servizi di interesse comprensoriale.
  • Zone omogenee VP, comprendenti le parti del territorio costituite da aree interne o contermini ad ambiti urbanizzati, caratterizzati dalla presenza di giardini, parchi, orti e/o cortili.
  • Zone omogenee Q, comprendenti le parti del territorio assoggettate a particolari vincoli di salvaguardia.
  • Zone di interesse generale, comprendenti le parti del territorio destinate a servizi e attrezzature collettive (standard urbanistici), alla viabilità e alle ferrovie.
pubblicato il 2013/03/14 12:04:41 GMT+1 ultima modifica 2018-10-24T11:45:42+01:00

Valuta sito

Valuta questo sito