Sui giornali del 28 novembre

121128gazzettinoIII.jpg
Il Gazzettino, ed. Pordenone, pag. III


Annotazioni:

  • Non è stata approvata alcuna variante al Piano regolatore generale comunale vigente, si tratta di una deroga da applicarsi a un consolidato diritto di edificazione regolarmente esercitato dal soggetto titolare (il Confidi, Consorzio Garanzia Fidi di Pordenone).
  • La deroga, ovvero il motivo per cui è stato necessario procedere a una delibera e discuterne in Consiglio comunale lunedì scorso, è legata esclusivamente alla destinazione d'uso dell'edificio, che poteva già essere pacificamente destinato a servizi, ma soltanto a servizi di livello comunale. Poiché l'attività di Confidi, secondo statuto, ha portata provinciale, era necessario un passaggio formale aggiuntivo.
  • Questa deroga è prevista dalla legge, col solo limite del requisito della pubblica utilità, che l'amministrazione comunale ha ritenuto soddisfatto in considerazione dell'importante azione di sostegno di Confidi a favore del tessuto produttivo della città.
  • Tutti i riferimenti ai lavori preparatori per il nuovo Piano regolatore generale comunale sono del tutto irrilevanti: fino a completamento dell'iter, infatti, non è facoltà dell'amministrazione negoziare i diritti acquisiti e impedire il loro esercizio, così come previsto negli strumenti di pianificazione preesistenti.
pubblicato il 2012/11/28 20:10:00 GMT+1 ultima modifica 2020-01-08T12:00:25+01:00
Aggiungi commento

Puoi aggiungere un commento compilando la form qui sotto. Utilizza testo semplice. Indirizzi web ed email saranno trasformati in collegamenti cliccabili.

Valuta sito

Valuta questo sito