Sezioni

Il Patto per la lettura della città di Pordenone

Uno strumento indispensabile per creare una sinergia fra tutti i rappresentanti della filiera del libro che riconoscono e sostengono la lettura come valore sociale su cui investire.

Il Comune di Pordenone ha ottenuto per tre volte consecutive da parte del Centro per il libro e per la lettura (Cepell), istituto autonomo del Ministero della Cultura, la qualifica di “Città che legge”. Tale riconoscimento, concesso d’intesa con l’Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI), viene attribuito a quelle amministrazioni comunali impegnate a svolgere con continuità sul proprio territorio politiche pubbliche di promozione della lettura.

Una “Città che legge” garantisce ai suoi abitanti l’accesso ai libri e alla lettura, partecipa a iniziative congiunte di valorizzazione della lettura, si impegna a promuovere la lettura con continuità anche attraverso la stipula di un “Patto locale per la lettura”.

Al fine di rafforzare la collaborazione con gli enti pubblici, le istituzioni scolastiche e i soggetti privati presenti nel territorio, e implementare una rete locale per la promozione della lettura, l’Amministrazione comunale di Pordenone, con deliberazione n. 172/2021, ha approvato il “Patto per la lettura della città di Pordenone”, un documento per valorizzare la rete di relazioni cresciuta nel tempo e per dare impulso a quel distretto culturale cittadino caratterizzato dalla capacità di coniugare le proposte e gli interpreti di livello internazionale con l’identità culturale locale.

Che cos’è il “Patto per la lettura della città di Pordenone”?

Il Patto per la lettura è uno strumento di governance riconosciuto dalla legge 15/2020 “Disposizioni per la promozione e il sostegno della lettura”, quale principale mezzo operativo per l'attuazione del Piano nazionale d'azione per la promozione della lettura.

Il Comune di Pordenone, in qualità di “Città che legge” ha adottato il proprio Patto per la lettura e lo propone ora a istituzioni pubbliche e soggetti privati, che individuano nella lettura una risorsa strategica su cui investire e un valore sociale da sostenere attraverso un’azione coordinata, congiunta e continuativa tra i diversi protagonisti presenti sul territorio.

Chi può partecipare?

Il Patto per la lettura nasce per coinvolgere istituzioni pubbliche, biblioteche, case editrici, librerie, autori e lettori organizzati in gruppi e associazioni, scuole e università, imprese private, associazioni culturali e di volontariato, fondazioni, ospedali, consultori, enti del terzo settore e tutti gli organismi che condividono l’idea che la lettura, declinata in tutte le sue forme, sia un bene comune su cui investire per la crescita culturale dell’individuo e della società.

Quali finalità si propone?

Il Patto per la lettura è un documento di indirizzo programmatico sottoscritto per suggellare un’alleanza di scopo volta alla creazione di una rete territoriale strutturata, che opera attraverso un’azione coordinata e congiunta. Considera i libri e la lettura risorse strategiche su cui investire al fine di migliorare il benessere individuale e dell’intera comunità, favorire il piacere di leggere, stimolare la coesione sociale e incoraggiare lo sviluppo del pensiero critico nella cittadinanza.

Il Patto per la lettura ha il duplice intento di dare continuità e vigore alle iniziative di promozione della lettura già collaudate sul territorio e di svilupparne di nuove e innovative

Quali sono gli impegni dei sottoscrittori?

Con la sottoscrizione del Patto i firmatari si impegnano a supportare la rete territoriale per la promozione della lettura offrendo il proprio contributo, in base alle rispettive capacità e competenze, al fine di organizzare azioni congiunte e continuative.

I firmatari si impegnano anche a informare gli altri sottoscrittori delle proprie attività di promozione della lettura, da svolgere o svolte, affinché si crei una condivisione delle buone pratiche.

Il Patto in dieci punti

  1. è uno strumento che il Comune di Pordenone ha adottato per rendere la lettura un’abitudine sociale diffusa, riconoscendo il diritto di leggere come fondamentale per tutti i cittadini;
  2. si fonda su un’alleanza tra tutti i soggetti che individuano nella lettura una risorsa strategica ed è aperto alla partecipazione di chi condivide l’idea che leggere sia un valore su cui investire;
  3. si propone di allargare la base dei lettori abituali avvicinando alla lettura chi non legge e rafforzando le pratiche di lettura nei confronti di chi ha con i libri un rapporto sporadico;
  4. si avvale dell'esperienza dei lettori per trasmettere la passione per la lettura;
  5. intende aiutare chi è in difficoltà e per questo promuove la lettura nelle carceri, negli ospedali, nei centri di accoglienza, nelle case di riposo, a domicilio, perché leggere costituisce un’azione positiva che stimola la coesione sociale;
  6. promuove la conoscenza dei luoghi della lettura e delle professioni del libro;
  7. accresce le occasioni di contatto fra lettori e libri nei diversi luoghi e momenti della vita quotidiana;
  8. lavora utilizzando stili, tempi e modalità adeguati al fine di realizzare progetti duraturi e azioni continuative e strutturate;
  9. sperimenta nuovi approcci alla promozione della lettura, sia in forma tradizionale che digitale, e si propone di valutarne i risultati e gli effetti prodotti;
  10. crede che la lettura sia una delle chiavi per diventare cittadini del mondo.

Come aderire al “Patto per la lettura della città di Pordenone”?

I soggetti interessati all’adesione (istituzioni pubbliche, biblioteche, case editrici, librerie, autori e lettori organizzati in gruppi e associazioni, scuole e università, imprese private, associazioni culturali e di volontariato, fondazioni, ospedali, consultori, enti del terzo settore) possono esprimere la propria volontà di aderire al Patto compilando il modulo allegato.

Si procederà successivamente alla sottoscrizione formale che avverrà con modalità stabilite dall'Amministrazione comunale e comunicate agli interessati a mezzo di posta elettronica all’indirizzo dagli stessi indicato nel modulo.

L’adesione ha durata triennale a decorrere dalla stipula. Per il tempo della sua durata è aperto a successive adesioni, oltre a quelle dei primi firmatari.

Il modulo di adesione dovrà pervenire tramite posta elettronica certificata all’indirizzo mail comune.pordenone@certgov.fvg.it entro il 30 settembre p.v., specificando nell’oggetto “Patto per la lettura della città di Pordenone. Invio modulo di adesione”.

Per informazioni:

tel.: 0434 392985 / 392981
e-mail: marzia.mazzoli@comune.pordenone.it

Documenti Allegati

pubblicato il 2021/07/23 16:35:00 GMT+2 ultima modifica 2021-08-04T14:42:51+02:00
Valuta sito

Valuta questo sito